Mogliano VenetoSlide-main

In partenza il progetto "Disegnare in futuro" di Officina 31021

2 minuti di lettura

Riceviamo e pubblichiamo dai giovani di Officina 31021 un comunicato stampa con cui informano circa un nuovo progetto in partenza, questa volta in Marocco

 
Nel weekend appena conclusosi abbiamo ospitato alcuni dei ragazzi e delle ragazze provenienti dai centri giovanili di Un Ponte Per nel Kurdistan Iracheno, con cui da due anni abbiamo attivato il progetto di cooperazione internazionale “Educazione Per Tutte e Per Tutti”, finanziato dal bando della Regione Veneto. La serata alla Filanda Motta di Campocroce ha fatto registrare il tutto esaurito, e altrettanto importante è stata la risposta dei ragazzi della scuola media “Mandela” di Mogliano Veneto nei giorni successivi.
 
Ma la nostra progettazione internazionale non si ferma qui, anzi si arricchisce e cresce aggiungendo una nuova missione, questa volta in Marocco. Domani infatti Irene Favaro e Denny Castiglione partiranno in delegazione per un progetto in Marocco con il nostro partner storico Ya basta e con due nuovi: Cefa Onlus, e l’associazione Chantiers et Culture. Il bando che abbiamo vinto è stato invece promosso dal Ministero degli Affari Esteri.
 
L’obiettivo generale del progetto è quello di promuovere la cultura del rispetto e della tolleranza, favorendo la comunicazione e l’azione comune tra giovani di diverse provenienze e contesti sociali: italiani, dell’area MENA (Middle East e North Africa) e dell’area Subsahariana. Questo progetto è volto a favorire la crescita culturale e sociale dei partecipanti nell’affrontare positivamente le problematiche del fenomeno migratorio, a partire dalla riflessione comune agita anche attraverso la valorizzazione della propria creatività.
 
Nei giorni in cui si svilupperanno i laboratori, si cercherà di rafforzare la capacità dei giovani di costruire comunicazione sociale sul tema delle frontiere, a partire dalla riflessione comune sul tema delle migrazioni, attraverso la realizzazione e circolazione di Mostre e un ebook di illustrazioni sul tema delle frontiere.Questo progetto, denominato “Disegnare il futuro”, è iniziato a settembre 2018 e si concluderà nel mese di febbraio 2019 e si svolgerà per l’appunto tra Italia e Marocco.
 
Crediamo fermamente che l’esperienza di Officina debba continuare a fondarsi su due linee d’azione, imprescindibili l’una dall’altra e in continua contaminazione fra di loro: da un lato quella del forte legame con il territorio e della crescita sociale del posto in cui viviamo per le generazioni che dopo di noi lo abiteranno; dall’altra quella della mondialità e della continua tensione ad allungare lo sguardo oltre il nostro naso per costruire ponti e relazioni con ragazzi come noi che hanno avuto solo la sfortuna di nascere in un posto diverso dal nostro.
 
Quello che stiamo sperimentando con questi progetti è come organizzare una risposta collettiva in spazi sociali attraverso gli strumenti della cultura salvi i destini individuali di ciascuno di noi. Qui in Italia come in Kurdistan e come in Marocco. Così lontani eppure così vicini.
 

I ragazzi e le ragazze di Officina 31021

Articoli correlati
Le eccellenzeMarca TrevigianaSlide-mainTurismo

L'eccellenza al femminile: la storia di Dal Din, un viaggio tra terroir e passione

3 minuti di lettura
Il cuore delle colline di Valdobbiadene, culla del vino di qualità, custodisce una storia che merita di essere conosciuta: è la storia…
ItaliaSlide-main

Giorgia Meloni: nuova direzione del Governo sulla sfida demografica

2 minuti di lettura
Il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni e il Ministro per la Famiglia Eugenia Roccella hanno ribadito l’impegno del governo italiano nel contrastare…
Marca TrevigianaSlide-mainSPECIALE ELEZIONI 2024Treviso

Esplosione centrale idroelettrica a Bargi: recuperati i corpi di due dispersi

1 minuti di lettura
I Vigili del Fuoco hanno recuperato i corpi di due persone dopo l’esplosione alla centrale idroelettrica di Bargi, portando il bilancio delle…