Home / Speciali  / Coronavirus  / In arrivo i kit “tamponi rapidi” ai medici di base

In arrivo i kit “tamponi rapidi” ai medici di base

Oggi, durante la conferenza stampa delle 12,30 presso la sede della Protezione Civile a Marghera, il Presidente del Veneto Luca Zaia ha comunicato una nota positiva rispetto al trend degli ultimi giorni ovvero una sorta

Oggi, durante la conferenza stampa delle 12,30 presso la sede della Protezione Civile a Marghera, il Presidente del Veneto Luca Zaia ha comunicato una nota positiva rispetto al trend degli ultimi giorni ovvero una sorta di battuta d’arresto dei ricoveri nelle terapie intensive: 174 ricoveri in totale, solo 4 in più rispetto ieri, anche se il dato di un solo giorno non può essere considerato significativo ma verrà valutato nella prossima settimana.

 

Tuttavia, come ha sottolineato la dott.ssa Francesca Russo, Direzione Servizio Sanità Pubblica Veneto presente questa mattina, tra dieci giorni, in virtù dei primi provvedimenti presi su scala nazionale e di quelli relativi all’ultimo DPCM, ci dovrebbe essere un miglioramento della situazione in generale. La dott.ssa Russo ha inoltre spiegato il perché nessuna regione si trovi attualmente in zona verde in quanto, per rientrare in questa fascia, si sarebbero dovuto riscontrare dati pari a quelli rilevati nei mesi di giugno e luglio.

 

Sul fronte tamponi rapidi eseguiti dai medici di base, l’assessore Lanzarin ha confermato che la distribuzione dei kit, reagenti e dispositivi di protezione ai medici, sta già avvenendo da ieri e sarà a breve completata.

 

Silvia Moscati

Questo giornale è gratuito ma, se vuoi, puoi sostenerlo donando un piccolo contributo di 1 euro al mese, impostando un pagamento periodico a questo link.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni