Home / Slide-main  / Il Venezia ritrova la vittoria casalinga e affonda il Cosenza con un tris di carattere. Al Penzo finisce 3-0

Il Venezia ritrova la vittoria casalinga e affonda il Cosenza con un tris di carattere. Al Penzo finisce 3-0

Nella trentatreesima giornata del campionato di Serie BKT i ragazzi di mister Zanetti affrontano al Pier Luigi Penzo il Cosenza di mister Occhiuzzi. I leoni, reduci dal pareggio a Ferrara con la Spal, sono alla ricerca

Nella trentatreesima giornata del campionato di Serie BKT i ragazzi di mister Zanetti affrontano al Pier Luigi Penzo il Cosenza di mister Occhiuzzi.

I leoni, reduci dal pareggio a Ferrara con la Spal, sono alla ricerca dei tre punti per interrompere la striscia negativa delle tre sconfitte consecutive in laguna e raggiungere il quarto posto in classifica dopo il passo falso di ieri del Monza. Gli ospiti, in piena zona playout, arrivano a Sant’Elena dopo la sconfitta casalinga con la Cremonese, con l’obbiettivo di tornare a casa con il bottino pieno per allontanarsi dalla zona calda della classifica.

Mister Zanetti conferma dieci undicesimi dalla formazione schierata a Ferrara con il modulo 4-3-2-1: Svoboda titolare dal primo minuto al posto di capitan Modolo squalificato, in avanti il bomber Francesco Forte con Aramu e Di Mariano a supporto.

Mister Occhiuzzi opta per il 3-4-1-2: In avanti la coppia d’attacco Gliozzi-Carretta, sulle fasce Crecco e Bouah, in difesa Ingrosso prende il posto di Tiritiello.

Prima del fischio d’inizio, le squadre hanno osservato un minuto di silenzio in memoria dell’Avv. Giuseppe Carratelli, ex presidente del Cosenza.

In campo sono i padroni di casa che prendono in mano subito il pallino della partita.

Al 12’ sono gli arancioneroverdi a sfiorare il vantaggio: calcio d’angolo, Ricci mette al centro dalla sinistra, Fiordilino di testa ma il pallone si infrange sul palo alla destra di Falcone che salva la porta del Cosenza.

I leoni continuano a costruire bene, gran lavoro di Maleh che si fa sempre trovare pronto e propositivo.

Occasione per i lagunari al 34’: ottima giocata di Crnigoj che esplode il destro, Falcone coperto da un difensore era già disteso ma si salva con il corpo.

Al 43’ sono i leoni a sbloccare il risultato: sugli sviluppi del calcio d’angolo salta più in alto di tutti Svoboda, Ceccaroni sottoporta non sbaglia di testa e trafigge la porta difesa da Falcone. Venezia 1, Cosenza 0.

Dopo un minuto di recupero concesso oltre il tempo regolamentare, il direttore di gara manda le due squadre a riposo.

Vantaggio arancioneroverde meritato, dopo il palo colpito da Fiordilino, Ceccaroni sblocca il risultato a pochi minuti dal termine. Gli ospiti hanno timidamente provato qualche ripartenza che l’attenta difesa lagunare ha saputo ben intercettare.

Nell’intervallo mister Occhiuzzi lascia negli spogliatoi Kone, sostituito da Bahlouli.

Nella ripresa la squadra di casa mette la freccia, è un assedio alla porta rossoblu.

Al 49’ i leoni si avvicinano al raddoppio: Forte libera Aramu che a tu per tu con Falcone, calibra male il sinistro e la palla finisce sul fondo.

La prima occasione per il Cosenza arriva al 53’: da calcio d’angolo Ingrosso prova l’incornata in rete ma un attento Maenpaa riesce ad arrivarci con la punta dei guanti.

Altra occasione per i padroni di casa al 55’: da calcio d’angolo riceve Di Mariano che fa partire un missile rasoterra ma Falcone riesce a respingere con una bella parata in tuffo.

Il raddoppio arancioneroverde arriva al 58’ con una bomba dai venticinque metri di Crnigoj che brucia Falcone. Venezia 2, Cosenza 0.

Al 60’ Occhiuzzi prova a mettere forze fresche in campo e chiama una tripla sostituzione: fuori Sciaudone, Bouah e Carretta, dentro rispettivamente Sacko, Corsi e Sueva.

Al 64’ è Zanetti a chiamare un doppio cambio: Escono Di Mariano e Aramu, entrano Johnsen ed Esposito.

Al 70’ ultimo cambio per i rossoblu, esce Tremolada ed entra Trotta.

Al 76’ mister Zanetti toglie Forte, che si fa ammonire per proteste per un presunto rigore non assegnato poco prima di uscire dal campo, al suo posto entra Dezi.

Al 79’ arriva il terzo goal dei leoni: spettacolare punizione di Esposito che buca la porta di Falcone che non riesce ad arrivare sulla palla.

All’85 Zanetti decide di dare spazio anche a St. Clair che prende il posto dell’ottimo Crnigoj.

Dopo tre minuti di recupero, il triplice fischio dell’arbitro Camplone pone fine all’incontro che termina con il risultato di Venezia 3, Cosenza 0.

I leoni ritrovano la vittoria al Penzo. Dopo un primo tempo chiuso meritatamente in vantaggio, i ragazzi di mister Zanetti hanno dilagato nel secondo tempo, gestendo con ordine e precisione una partita mai messa in discussione. I rossoblu, in evidente difficoltà sin da subito, non sono riusciti a reagire rischiando di chiudere con un passivo ancora più pesante.

Gli arancioneroverdi salgono al quarto posto in classifica, mentre il Cosenza resta fermo nella zona calda.

Nel prossimo turno, il Venezia si giocherà una partita importantissima per la classifica, ospite proprio in casa della Salernitana che è avanti di quattro lunghezze. I rossoblu giocheranno nuovamente in trasferta ospiti del Pisa.

Photocredits: Twitter @VeneziaFC_IT

Questo giornale è gratuito ma, se vuoi, puoi sostenerlo donando un piccolo contributo di 1 euro al mese, impostando un pagamento periodico a questo link.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni