Città Metropolitana di VeneziaSlide-mainVeneziaVideo

Il Ponte Piccolo alla Giudecca riapre: un nuovo capitolo per la viabilità veneziana

1 minuti di lettura

Il Ponte Piccolo alla Giudecca di Venezia riapre al pubblico dopo un restauro finanziato tramite raccolta fondi post-acqua alta del 2019

VENEZIA. Nel cuore di Venezia, il Ponte Piccolo alla Giudecca rivive dopo un attento intervento di restauro e ripristino. Il 26 febbraio segna un momento significativo per la città lagunare, con l’apertura al pubblico di questa storica infrastruttura, testimone del suo passato e della sua identità.

Il progetto di recupero, avviato nel 2022, è stato reso possibile grazie a un finanziamento di 250 mila euro ottenuto tramite una campagna di raccolta fondi promossa dalla presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione Civile.

La necessità di intervenire sul ponte è emersa dopo l’acqua alta che ha colpito la città nel novembre 2019, evidenziando la vulnerabilità di alcune delle sue infrastrutture storiche.

Il lavoro di restauro ha riguardato non solo l’aspetto estetico del ponte ma anche la sua struttura portante. Gradinate in muratura sono state ricostruite, mentre la parte metallica che attraversa il canale è stata ripristinata. Segni di corrosione e usura causati dal tempo sono stati affrontati con interventi mirati di manutenzione, garantendo la sicurezza e la durabilità dell’opera nel tempo.

Parallelamente al restauro della struttura, sono stati eseguiti importanti lavori di manutenzione sui sottoservizi, tra cui acqua, gas, elettricità e comunicazioni.

Questi interventi sono stati pianificati in modo da non interrompere la fornitura essenziale agli abitanti e ai visitatori della città durante i lavori di ristrutturazione.

Un ulteriore passo avanti verso l’accessibilità universale è rappresentato dalla prevista realizzazione di rampe per l’abbattimento delle barriere architettoniche, seguendo l’esempio di altre infrastrutture veneziane.

Questo intervento, già finanziato ed appaltato, dimostra l’impegno dell’Amministrazione nella creazione di un ambiente urbano inclusivo e accessibile a tutti.

“Oggi è un giorno importante – dichiara Zaccariotto – con la prossima realizzazione delle rampe si conferma l’impegno e la sensibilità di questa Amministrazione per il miglioramento dell’accessibilità alla città. Finalmente Ponte Piccolo sarà utilizzabile da tutti i residenti”. Il restauro del Ponte Piccolo alla Giudecca collega l’omonima fondamenta con la fondamenta di Sant’Eufemia e garantisce la viabilità pedonale su un tratto della fondamente del Canale della Giudecca nella direttrice Molino Stucky – Chiesa del Redentore.

Articoli correlati
Le eccellenzeMarca TrevigianaSlide-mainTurismo

L'eccellenza al femminile: la storia di Dal Din, un viaggio tra terroir e passione

3 minuti di lettura
Il cuore delle colline di Valdobbiadene, culla del vino di qualità, custodisce una storia che merita di essere conosciuta: è la storia…
ItaliaSlide-main

Giorgia Meloni: nuova direzione del Governo sulla sfida demografica

2 minuti di lettura
Il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni e il Ministro per la Famiglia Eugenia Roccella hanno ribadito l’impegno del governo italiano nel contrastare…
Marca TrevigianaSlide-mainSPECIALE ELEZIONI 2024Treviso

Esplosione centrale idroelettrica a Bargi: recuperati i corpi di due dispersi

1 minuti di lettura
I Vigili del Fuoco hanno recuperato i corpi di due persone dopo l’esplosione alla centrale idroelettrica di Bargi, portando il bilancio delle…