AttualitàSlide-mainSostenibilitàVeneto

Il passaporto: dalle Poste a casa tua!

2 minuti di lettura

Attivo il nuovo servizio passaporti di Poste Italiane “Polis – Casa dei servizi di cittadinanza digitale” nel veronese

Verona – É stato presentato oggi, presso l’ufficio postale di Affi (VR), l’innovativo servizio passaporti  di Poste Italiane. Grazie alla Convenzione di servizio denominata “Polis – Casa dei servizi di cittadinanza digitale”, sarà un grande beneficio per i cittadini.

Il progetto POLIS ha come obiettivo favorire la coesione economica, sociale e territoriale del Paese e il superamento del digital. Il servizio sarà operativo per i residenti, o domiciliati, in 7 comuni del veronese. Sono: Affi, Brenzone, Colà di Lazise, Erbezzo, Mezzane di Sotto, San Mauro di Saline e Selva di Progno.

All’evento hanno presenziato per Poste Italiane la Responsabile della Filiale di Verona Sabina Dall’Acqua, per la Questura di Verona Giovanna Caturano Responsabile Ufficio Passaporti, per l’Amministrazione Comunale di Affi. il Sindaco Marco Giacomo Sega.

Il progetto POLIS

Il progetto Polis di Poste Italiane va dunque avanti a passi spediti in vista della sua progressiva estensione a tutti i
7.000 uffici postali attivi nei centri con meno di 15mila abitanti.
Polis trasforma gli uffici postali nella casa dei servizi digitali: uno sportello unico per rendere semplice e veloce l’accesso ai servizi della Pubblica Amministrazione.

Il progetto prevede un investimento complessivo di 1,2 miliardi di euro, finanziato per 800 milioni con risorse del Piano complementare al PNRR (Dl 59/2021), mentre gli altri 400 milioni sono a carico di Poste Italiane.

Il passaporto: dalle Poste a casa tua!

Grazie alla convenzione firmata tra Poste Italiane, Ministero dell’Interno e Ministero delle Imprese e del Made in Italy, i cittadini residenti o domiciliati nei comuni Polis potranno aprire la pratica di richiesta o rinnovo del passaporto.

Presentando la documentazione direttamente nell’ufficio postale, senza doversi recare in questura, si avrà la possibilità la possibilità di ricevere il passaporto a domicilio.

Basterà consegnare all’operatore dell’ufficio postale del proprio comune un documento di identità valido, il codice fiscale, due fotografie (di cui una precedentemente legalizzata). Inoltre, una marca da bollo da 73,50 euro, in contrassegno telematico e pagare il bollettino di 42,50 euro.

In caso di rinnovo bisognerà consegnare anche il vecchio passaporto o la copia della denuncia di smarrimento o furto del vecchio documento. Grazie alla piattaforma tecnologica di Poste Italiane, sarà l’operatore di sportello a raccogliere le informazioni e i dati biometrici del cittadino (impronte digitali e foto) inviando poi la documentazione all’ufficio di Polizia di riferimento.

“Questo nuovo servizio va incontro alle esigenze di cittadini che potranno ottenere il rilascio o il rinnovo del passaporto senza l’obbligo di recarsi al più vicino Commissariato o in Questura. Risparmieranno così tempo e denaro – ha dichiarato la Responsabile della Filiale di Verona di Poste Italiane, Sabina Dall’Acqua – Siamo molto orgogliosi di portare nuovi servizi nei territori a dimostrazione dell’attenzione della vicinanza di Poste Italiane alle comunità”.

Il servizio di rilascio del passaporto si aggiunge agli altri servizi attivi negli uffici postali Polis, ad esempio il ritiro di certificati anagrafici, di stato civile, previdenziali e le pratiche di volontaria giurisdizione.

Il passaporto con Polis

Il servizio passaporti ad oggi, è stato attivato in via sperimentale solamente in 7 uffici postali della provincia di Bologna. L’attivazione, pertanto, rappresenta un’anteprima a livello provinciale e regionale. Sarà attiva, in via sperimentale in 7 comuni della provincia di Verona.

“È con grande stima e apprezzamento che desidero esprimere, a nome dell’amministrazione comunale e di tutti i cittadini di Affi, i nostri più sinceri ringraziamenti a Poste Italiane per aver scelto il nostro piccolo comune per l’avvio del servizio di rilascio passaporti” ha detto Marco Giacomo Sega, Sindaco di Affi.

Articoli correlati
MondoSlide-mainSociale

Giornata Mondiale dei Bambini: riflessioni e impegni per un futuro migliore

2 minuti di lettura
Il Coordinamento Nazionale dei Docenti della Disciplina dei Diritti Umani (CNDDU), in occasione della Prima Edizione della Giornata Mondiale dei Bambini, propone…
AttualitàItaliaSlide-main

L'ipotesi del servizio civile o militare obbligatorio

1 minuti di lettura
Due opzioni, a scelta, per sei mesi: impegno civile o formazione militare. La Lega ha avanzato una nuova proposta di legge per…
Città Metropolitana di VeneziaSlide-mainVenezia

Nuove strade a Venezia: tra i nomi Giulia Cecchettin e Don Armando Trevisiol

2 minuti di lettura
La Giunta comunale ha deliberato dieci nuove intitolazioni di strade, rotonde e parchi, onorando figure significative che hanno lasciato un’impronta indelebile nella…