22-21-EVENTICulturaSlide-main

Il futuro dopo la pandemia

1 minuti di lettura

La nuova produzione del Teatro Stabile del Veneto ideata da un gruppo di cinque artisti i registi Alessandro Businaro e Francesca Macri’, il drammaturgo Stefano Fortin e i due drammaturghi Tommaso Fermariello e Tatjana Motta in prova con la Compagnia Giovani al Teatro Verdi e alla loggia Amulea di Padova, andrà in scena ad aprile con un allestimento e una trilogia di spettacoli dal vivo.
Il percorso spacca in due il mood e ci interroga, morte e desiderio cosa ci aspetta e cosa ci resterà dopo la pandemia?
Due temi, due punti nodali a cui accostarsi, una dicotomia assoluta che non può prescindere da interrogativi e dilemmi.
Una dualità estesa da una parte l’orizzonte inteso come apertura mentale, una reazione al momento di chiusura che stiamo vivendo, dall’altra la parola postumo, che può far pensare ad un evento negativo come la morte, ma che in questo caso viene inteso come ciò che resta dopo un trauma.
È proprio un orizzonte postumo, il progetto teatrale che si interroga sul futuro dopo la pandemia.
Teatro Stabile del Veneto.
 
22-21-EVENTI Di Mauro Lama

Articoli correlati
#instacultCulturaSlide-main

I tormentoni estivi firmati Vanoni Berti

1 minuti di lettura
Una formula che rassomiglia ad un’alchimia perfetta, vincente e fluida, apparentemente ruffiana. Gli ingredienti principali? Boomer, millenials e cantautori che masticano il…
Meteo in VenetoRegioneSlide-main

Meteo. In Veneto stato di attenzione fino alle 24 di domani

1 minuti di lettura
Una fase di maltempo è in arrivo in Veneto. Sulla base delle previsioni, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione…
Slide-mainTempo liberoVenezia

Lido di Venezia. Serata fresca in spiaggia

1 minuti di lettura
LIDO DI VENEZIA, sabato 31 luglio SERATA FRESCA IN SPIAGGIA Aurora Beach con il pesce fresco di Ballarin Mattia e Mitilla, la…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!