AttualitàEconomiaSlide-mainSostenibilitàVideo

Filo diretto tra banche e sostenibilità

2 minuti di lettura

Nemmeno le banche sono immuni agli impatti della società e del cambiamento climatico. Come anticipato qualche mese fa dal Dott. Giovanni Sabatini, Direttore Generale di ABI (Associazione Bancaria Italiana) in occasione di una nostra precedente intervista in tema di Sostenibilità, anche le banche – come le imprese – sono altamente vulnerabili ai cambiamenti nella domanda dei clienti e corrono il rischio di perdere risorse a causa di eventi meteorologici estremi.

Guarda il video su YouTube.


Per prepararsi a questi cambiamenti, le banche hanno iniziato ad adottare principi di sostenibilità nelle loro operazioni, che includono meccanismi che tengono traccia dei rischi climatici, oltre all’adozione di politiche che promuovono il coinvolgimento della comunità.

Gli analisti finanziari prevedono che la sostenibilità nel settore bancario renderà le banche più allineate agli obiettivi dell’Accordo di Parigi, divenendo sempre più attente alle questioni di uguaglianza sociale nelle comunità.


Perché la sostenibilità sta diventando importante per le banche?

Le banche sostenibili favoriscono gli investimenti nelle energie rinnovabili e le attività socialmente responsabili, rispetto alle attività distruttive come possono essere ad esempio aziende di estrazione di combustibili fossili, aiutandole a finanziare la futura economia a basse emissioni di carbonio.
Promettendo il loro impegno per i principi di sostenibilità, le banche si allineano con clienti e investitori eco-consapevoli.

Inoltre i rischi sempre presenti dei cambiamenti climatici rendono la sostenibilità importante per le banche, esse sono la principale fonte di finanziamento per le società e le aziende, dalle società di energia rinnovabile eco-compatibili alle compagnie petrolifere dal valore di miliardi.


In che modo le banche possono aiutare la sostenibilità?

Mentre il settore finanziario fa i conti con i rischi che i cambiamenti climatici rappresentano per l’economia globale, diversi dirigenti bancari hanno iniziato a inserire requisiti di sostenibilità nei loro quadri di investimento.

L’azione più profonda che hanno intrapreso finora è stata quella di considerare i fattori ambientali prima di offrire prestiti alle aziende. Le banche hanno incorporato la due diligence ambientale nel processo di prestito richiedendo relazioni di terze parti sulle proposte di prestito e valutazioni della storia ambientale di un cliente.

In questo modo si crea una migliore possibilità che le banche selezionino società eco-compatibili in cui investire, in grado di fornire buoni ritorni finanziari per decenni nel futuro.

Le misure per raggiungere questi obiettivi includono inoltre la riduzione dei prestiti alle società di combustibili fossili, l’investimento in energie rinnovabili e l’utilizzo dell’idoneità e dei tassi di prestito, per incentivare i clienti aziendali a limitare la loro dipendenza dai combustibili fossili e la transizione verso modelli di business sostenibili.

Articoli correlati
MoglianoSlide-mainSpeciale 25 novembre contro la violenza sulle Donne

Continuano gli eventi a Mogliano Veneto per dire NO alla violenza in ogni sua forma

2 minuti di lettura
L’annuale Staffetta lungo il Terraglio termina quest’anno con l’inaugurazione di un’opera in memoria di tutte le vittime di violenza Nell’ambito delle molte…
AmbienteCulturaSlide-mainVenezia

Venezia e i cambiamenti climatici all'Ateneo Veneto

1 minuti di lettura
Venezia è un patrimonio tanto inestimabile quanto fragile e ha mostrato tutta la sua fragilità nel novembre 2019, quando l’acqua alta ha…
Slide-mainVeneto

Selva di Cadore, 3,1 milioni di euro per la sicurezza del territorio

2 minuti di lettura
L’Assessore al Dissesto Idrogeologico Gianpaolo Bottacin si è recato a Selva di Cadore, nel bellunese, per un sopralluogo a due cantieri curati…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio