Slide-mainTrevisoTutela del Cittadino

Il Colonnello Massimo Ribaudo nuovo Comandante provinciale dei Carabinieri di Treviso

3 minuti di lettura

Il Colonnello Massimo Ribaudo da lunedì 12 settembre è il nuovo Comandante provinciale dei Carabinieri di Treviso. Nei giorni scorsi, ha già incontrato il presidente della Provincia Stefano Marcon e il sindaco di Treviso Mario Conte. Subentra al Colonnello Gianfilippo Magro che, dopo 3 anni di attività, dal 12 settembre ha preso servizio a Napoli con l’incarico di Capo di Stato Maggiore della Legione Carabinieri Campania.

Sono felice di essere nella Marca e in continuità con l’azione del mio predecessore, che ringrazio, confido di proseguire nella direzione intrapresa e di poter garantire, mantenere e consolidare la sicurezza dei cittadini”, ha dichiarato questa mattina salutando i giornalisti in conferenza stampa.

“Sabato, quando sono arrivato in centro a Treviso da turista, ho notato subito un servizio di ordine pubblico efficace” ha poi sottolineato.

47 anni, originario di Catania, coniugato e padre di un figlio, il Colonnello Massimo Ribaudo proviene dai corsi regolari dell’Accademia Militare di Modena. Laureato in giurisprudenza e in scienze della sicurezza interna ed esterna, rispettivamente, alle Università “La Sapienza” e “Tor Vergata” di Roma, ha frequentato, conseguendone il prestigioso titolo, il 19° Corso all’Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze. Dopo un’iniziale esperienza quale comandante di plotone alla Scuola allievi Marescialli di Firenze ha svolto la sua più che ventennale carriera nella “Benemerita” ricoprendo incarichi operativi nell’Arma Territoriale, a partire dal Nucleo Operativo della Compagnia di Roma Monte Sacro e, successivamente, al comando delle Compagnie di Acireale e Napoli Poggioreale.

Dal 2011 al 2017 è ritornato nella Capitale, dove è stato Comandante della 1^ Sezione del Nucleo Investigativo del Comando provinciale operando, in particolare, nel settore del contrasto alla criminalità organizzata e dei reati contro la persona. Ha assunto quindi, per un triennio, il comando del neoistituito Gruppo Carabinieri di Lamezia Terme per poi approdare al Comando Generale dell’Arma dove ha ricoperto posizioni di staff negli uffici Affari Giuridici e Legislazione, sino all’attuale destinazione. Ribaudo ha già familiarità con il territorio della Marca in quanto prima del suo arruolamento nell’Accademia Militare ha vissuto cinque anni a Udine.

“Siamo perfettamente consapevoli che la sicurezza percepita è legata alle caratteristiche e peculiarità di ogni territorio” ha continuato il Colonnello. “Grazie alla nostra capillarità sul territorio, cerchiamo di intercettare questo bisogno e di dare una risposta prossima, qualificata ed efficace a ogni cittadino”.

“Il controllo del territorio e la prevenzione nello spazio reale e virtuale sono le armi contro i furti in abitazione e le frodi telematiche che anche a causa della pandemia sono diventate un fenomeno incidente a livello nazionale – ha poi proseguito – è essenziale una corretta informazione dei cittadini, soprattutto di quelli che hanno meno dimestichezza con gli strumenti digitali”.

“Benvenuto e auguri di un buon e proficuo lavoro al nuovo comandante del Gruppo Carabinieri di Treviso Massimo Ribaudo. Può contare fin da ora sulla totale disponibilità alla collaborazione istituzionale con la Regione ovunque sia possibile”.

Così il Presidente della Regione Luca Zaia ha accolto in Veneto il nuovo Comandante dell’Arma a Treviso e provincia.

“Ribaudo ha un curriculum di tutto rispetto e ha svolto incarichi impegnativi in varie parti d’Italia, tra i quali il contrasto alla criminalità organizzata. Credenziali – conclude – che ne fanno una garanzia di impegno e successi nella lotta per la legalità nella Marca trevigiana”.

“È stato un piacere dare il benvenuto al Colonello Ribaudo – sottolinea il presidente della Provincia di Treviso Stefano Marcon – l’incontro è stato occasione per confermare il rapporto di sinergia e collaborazione con il Comando Provinciale dei Carabinieri di Treviso, oltre che fare il punto sulle attività condotte sul territorio per garantire a tutta la cittadinanza la massima sicurezza. Rivolgo a lui le congratulazioni per il nuovo incarico e i più cordiali auguri per il futuro”.

“Voglio ringraziare ancora una volta anche il Colonnello Gianfilippo Magro – conclude il presidente – che negli ultimi tre anni ha portato avanti con serietà, impegno e puntualità le operazioni di controllo e contrasto alle irregolarità sul territorio provinciale, a cui si aggiungono anche iniziative sensibili come i nuovi punti di ascolto nelle caserme di Treviso, Oderzo e Castelfranco Veneto alle vittime di violenza. Anche a lui, esprimo sinceri auguri e complimenti per il nuovo ruolo”.

Articoli correlati
MoglianoNaturaSlide-main

Il Parco di Mogliano, presentato il Master Plan alla città

1 minuti di lettura
È stato presentato ieri ai cittadini il Master Plan “IL PARCO DI MOGLIANO”, redatto dall’architetto Alfonso Cendron, che sviluppa un’ipotesi di riqualificazione…
AmbienteEconomiaSlide-mainSostenibilitàTreviso

Restiamo accesi, ma spegniamo la luce: la campagna di Coldiretti Treviso

1 minuti di lettura
Domenica 25 settembre decolla la campagna di promozione di Coldiretti Treviso per la transizione energetica intitolata “Restiamo accesi, ma spegniamo la luce”. Quotidiani,…
MoglianoSlide-mainSport

Rugby. A Mogliano arriva Colorno. Oggi il Quaggia aperto a tutti

1 minuti di lettura
Seconda giornata di Coppa Italia alle porte e per l’occasione Mogliano ospiterà la formazione dell’HBS Colorno, vittoriosa la scorsa domenica contro la…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!