Costume&SocietàSlide-mainVenezia

Il Carnevale di Venezia 2023 sbarca nel Metaverso

3 minuti di lettura

“Take Your Time For The Original Signs” è il primo Carnevale al mondo che veste la nostra identità digitale, a prescindere dall’età. Per la prima volta nella storia, il Carnevale di Venezia approda nel Metaverso grazie alla collaborazione tra PwC Italia e Vela Spa. Il tema scelto quest’anno dal direttore artistico Massimo Checchetto supererà i propri confini reali diventando virtuale sul Metaverso e permettendo a chiunque di lasciare un segno della propria unicità in qualsiasi parte del mondo.

VENEZIA – A chi verrà a festeggiare a Venezia per il Carnevale dal 4 al 21 febbraio si aggiungeranno gli avatar degli appassionati che sulle principali piattaforme social, di gioco e metaversi, potranno divertirsi ad indossare le maschere tipiche della tradizione (come Colombina, Pantalone, la Bauta, il Medico della Peste, la Fenice e la maschera creata per l’occasione “Original Sign” su idea del direttore Massimo Checchetto) ricreate in chiave contemporanea rileggendo il tema dell’edizione carnevalesca 2023. La novità è stata presentata questa mattina nella Casa di The Human Safety Net alle Procuratie Vecchie dal sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, da Matteo Bonente, Partner di PwC Italia, e da Alberto Bozzo, direttore Sviluppo mercati di Vela spa.

“Venezia con il suo Carnevale scommette sul futuro e sul dialogo con le nuove generazioni – commenta il sindaco Luigi Brugnaro – rivolgendosi ai bambini e ai ragazzi che già frequentano il metaverso. Questa iniziativa consentirà loro di crearsi degli avatar e di vestire le maschere tradizionali del carnevale veneziano. La realtà è fatta di sogni e di cultura e interagire con queste piattaforme e importante perché possono sviluppare fenomeni culturali di enormi proporzioni. Venezia ha sempre rischiato nel tempo, ha fatto grandi conquiste e scoperte: adesso dobbiamo esplorare il futuro, che è già tra noi. Un percorso che le grandi aziende stanno già facendo e che dobbiamo seguire, perché siamo una grande città del mondo. Stiamo pensando anche a un progetto che consenta di raccontare e ricostruire la storia di tutta la Città Metropolitana nel metaverso. Futuro e passato insieme, per spiegare al mondo intero come è nata Venezia, raccontarla attraverso le storie che furono, i luoghi e il tempo – è la nuova sfida annunciata da Brugnaro – Pensiamo a veri e propri percorsi culturali per avvicinare le nuove generazioni e raccontare loro la “più antica città del futuro”, in un ambito virtuale che ha come punto di forza la partecipazione e il coinvolgimento”.

PwC Italia, avvalendosi di un team di professionisti digital composto da metaverse strategist, 3D artist, creativi e technology experts, ha reinterpretato in chiave digitale maschere e costumi della tradizione per estendere l’experience del Carnevale di Venezia nella realtà virtuale. Grazie alla renderizzazione virtuale delle maschere, gen Z, gamers e appassionati di Metaverso potranno esprimere la propria originalità condividendola su Instagram, giocando con Roblox o visitando un Metaverso ognuno con il suo avatar costruito con Ready Player Me. Matteo Bonente, Partner di PwC Italia, spiega l’idea che ha dato vita all’iniziativa: “Venice Virtual Carnival, nasce dall’idea di poter impersonificare le maschere tipiche del Carnevale di Venezia attraverso la propria identità digitale o avatar. Siamo orgogliosi di aver messo a disposizione le nostre competenze per dare una dimensione ulteriore al Carnevale Veneziano che ben si presta alla fruizione anche nei nuovi mondi virtuali”.

Vela spa, inoltre, con la supervisione del direttore artistico Massimo Checchetto e con l’aiuto di PwC ha ideato la cartolina olografica della maschera ufficiale 2023 “Original Sign” per costruire un ponte tra fisico e virtuale. “Siamo molto felici di questa partnership tecnica con PwC Italia, promuovere lo spirito e tradizione del Carnevale di Venezia anche nel mondo digitale del Metaverso rappresenta una opportunità di promozione della manifestazione verso le nuove generazioni, sempre attente e protagoniste delle nuove frontiere della comunicazione digitale. – ha affermato Alberto Bozzo, direttore Sviluppo mercati di Vela spa – Ready Player Me, la principale piattaforma per la creazione di Avatar, e Roblox piattaforma di giochi on line con più di 50 milioni di utenti attivi ogni giorno in 180 paesi testimoniano la dimensione dell’opportunità di promozione del Carnevale di Venezia”.

Altre iniziative speciali e attività verranno lanciate tramite i social ufficiali del Carnevale di Venezia.

Articoli correlati
Costume&SocietàItaliaSlide-mainSpettacolo

Ed Westwick in Sicilia: l'attore di Gossip Girl in dolce compagnia

2 minuti di lettura
Il celebre attore di “Gossip Girl” è in Sicilia con la fidanzata Amy Jackson, combinando relax e lavoro. Ed Westwick è infatti…
AnimaliItaliaSlide-mainSpettacolo

A Milano si va al cinema con cani e gatti

1 minuti di lettura
CineBau e AristoPets: se prima era stato il Cinemino a lanciare l’iniziativa, ora è l’Anteo di CityLife a diventare pet-friendly, con le…
#instacultAttualitàBlogSlide-mainSPECIALE ELEZIONI 2024

Balla coi voti

1 minuti di lettura
Nel 1990 si ballava coi lupi con Kevin Costner che fece incetta di premi Oscar ben 7 e 3 Golden Globes, oggi…