Home / Slide-main  / Identificati i tre autori di un pestaggio avvenuto in Campo Santi Apostoli

Identificati i tre autori di un pestaggio avvenuto in Campo Santi Apostoli

La Polizia locale rende noto che è stata consegnata alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Venezia una comunicazione di notizia di reato redatta a carico di tre soggetti residenti nel

La Polizia locale rende noto che è stata consegnata alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Venezia una comunicazione di notizia di reato redatta a carico di tre soggetti residenti nel Comune di Venezia sia in centro storico che a Mestre.

 

Le indagini, iniziate il 2 dicembre scorso, a seguito della violenta aggressione perpetrata da un gruppo di giovani nei confronti di un turista straniero, sono state formalmente concluse nei giorni scorsi con la convocazione dei minori sottoposti a indagine e dei rispettivi genitori, e le prime contestazioni dei reati ipotizzati.

 

I fatti risalgono al 2 dicembre, quando, verso le 20.40, la pattuglia del Nucleo di Pronto impiego Centro storico della Polizia locale, impegnata in un servizio di pattugliamento della Strada Nuova, era intervenuta in campo Santi Apostoli per la segnalazione di un’aggressione. I sanitari avevano soccorso e poi trasferito all’ospedale civile di Venezia un cittadino brasiliano, di 40 anni, con il volto tumefatto e sanguinante, che aveva riportato un trauma cranio-facciale con frattura delle ossa nasali.

 

Le indagini per rintracciare i colpevoli del gesto erano scattate immediatamente con l’acquisizione delle testimonianze dei negozianti, degli esercenti e dei passanti che avevano assistito all’aggressione.

 

Grazie alla collaborazione della cittadinanza e alle immagini rilevate dal sistema di videosorveglianza della Polizia locale sono stati prima individuati e poi identificati i tre giovani autori del pestaggio, di età compresa tra i 15 e i 16 anni. L’aggressione è avvenuta per futili motivi, senza provocazione da parte del malcapitato, che si reggeva a fatica in piedi perché ubriaco.

 

I tre giovani sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria minorile per il reato di lesioni volontarie pluriaggravate, aggravate dal gruppo, da futili motivi e dallo stato di minorata difesa della parte offesa.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni