Home / Venezia  / Mestre  / Happy Friday 2019: nove le date in programma per un’iniziativa sempre più partecipata

Happy Friday 2019: nove le date in programma per un’iniziativa sempre più partecipata

L'assessore Mar: “Da quest’anno i commercianti avranno la possibilità di organizzare esposizioni fuori dai propri negozi"   La Giunta comunale ha approvato, su proposta del sindaco Luigi Brugnaro e di concerto con l’assessore al Turismo, Paola Mar,

L’assessore Mar: “Da quest’anno i commercianti avranno la possibilità di organizzare esposizioni fuori dai propri negozi”

 

La Giunta comunale ha approvato, su proposta del sindaco Luigi Brugnaro e di concerto con l’assessore al Turismo, Paola Mar, il calendario delle manifestazioni “Happy Friday” per l’anno 2019.

 

Nello specifico si inizierà il 1° marzo, per proseguire con:

12 aprile

10 maggio

14 giugno

5 luglio

27 settembre

31 ottobre

29 novembre

13 dicembre.

 

“L’iniziativa Happy Friday arriva al terzo anno di programmazione – commenta l’assessore Mar – e dà dimostrazione, edizione dopo edizione, di aver saputo crescere, ampliarsi a livello territoriale e, soprattutto, di attirare sempre più visitatori. Le undici date dello scorso anno ce lo hanno dimostrato confermando la bontà del percorso intrapreso dall’Amministrazione, che si era posta come obiettivo non solo il creare occasioni di svago, ma anche incentivare quel processo di riappropriazione e rivitalizzazione urbana di cui tanto si sentiva la necessità. E sono proprio i numeri che ci certificano la bontà di quanto fatto fino ad oggi. Nel 2018 – sottolinea Mar – siamo riusciti a coinvolgere più di 120 tra commercianti ed esercenti con il posizionamento di una cinquantina di bancarelle a tema che hanno ravvivato 30 punti dislocati intorno a piazza Ferretto.

 

Nel corso dell’anno, poi, si sono estese le adesioni dei commercianti che, coinvolti nell’ambito della propria categoria, hanno reso possibile l’ampliamento del raggio di shopping ad ulteriori vie adiacenti al centro città, come accaduto per esempio con via Cappuccina e piazzale Leonardo da Vinci. Questo dimostra come gli Happy Friday stiano rafforzando la coesione tra commercianti e stiano rinvigorendo la partecipazione cittadina, incentivando una presenza in centro proficua alla sicurezza sociale, alla cultura, oltre che una buona possibilità all’esercizio del commercio”.

 

Novità di quest’anno – conclude l’assessore -, esplicitamente richiesta dal sindaco Brugnaro, è invece quella di consentire l’allestimento, in occasione della manifestazione, di un piccolo plateatico di due metri per uno in adiacenza agli esercizi commerciali stabilendo che, per tale allestimento, basti una semplice comunicazione al Servizio Tutela della Città. Un vero e proprio segno tangibile dell’interesse dell’Amministrazione comunale a stimolare una nuova cultura del commercio e la valorizzazione delle realtà aggregative della città”.

 

Come già stabilito per lo scorso anno, è stata inoltre approvata la sospensione del pagamento della tariffa prevista sugli stalli blu di Mestre, ad esclusione delle aree di Marghera, San Giuliano (Porta Rossa, Blu e Gialla), di Piazzale Roma e del Vega (vie Pacinotti, Ferraris e dell’Elettrotecnica) a partire dalle ore 15 e fino alla conclusione della manifestazione, dei giorni interessati dagli Happy Friday.

 

“Questa Amministrazione – commenta l’assessore alla Viabilità Renato Boraso – ha in questi anni cercato il più possibile di incentivare la partecipazione dei cittadini alla vita del centro di Mestre. E così, dopo aver ridotto le tariffe di sosta portandole ai livelli più bassi tra i capoluoghi veneti, aver sospeso alcuni varchi Ztl auto e corsie riservate e semplificato il pagamento con il sistema tutto via app SmartParking, ha deciso di continuare con la sospensione del pagamento della tariffa sulle righe blu durante l’Happy Friday. Sperimentazione iniziata lo scorso anno che ha consentito a più di 20mila veicoli di essere parcheggiati gratuitamente nelle zone centrali di Mestre. Un segnale di attenzione rivolto anche ai tanti commercianti che, approfittando della manifestazione, decideranno di tenere aperte le porte dei loro negozi anche oltre l’orario di apertura”.

Questo giornale è gratuito ma, se vuoi, puoi sostenerlo donando un piccolo contributo di 1 euro al mese, impostando un pagamento periodico a questo link.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni