ItaliaSlide-mainSport

Gran Galà del calcio AIC 2023: il Napoli vince ancora

2 minuti di lettura

Al Gran Galà del calcio AIC 2023 il Napoli vince ancora e fa incetta di premi: Società dell’anno, miglior allenatore e miglior giocatore dello scorso campionato italiano. In 4 presenti nella TOP 11 dell’anno.

MILANO – Si è svolto ieri sera l’undicesimo “Gran Galà del Calcio AIC”, l’evento organizzato dall’Associazione Italiana Calciatori in collaborazione con la DA – agenzia di sport marketing ed eventi di Demetrio Albertini, che premia i migliori giocatori e le migliori giocatrici dello scorso campionato italiano.

Alla presenza di circa 900 ospiti tra campioni, dirigenti, imprenditori e autorità, si è celebrata una serata a base di sport, spettacolo e cucina stellata grazie al ricercato Menù dello chef Davide Oldani.

Dopo lo spettacolo della cantante Malika Ayane, è salita sul palco come presentatrice per il secondo anno consecutivo, la giornalista di Sky Sport Federica Masolin, accompagnata dalle incursione del comico Paolo Cevoli.

Dopo la cavalcata trascinante dello scorso campionato, il Napoli ha trionfato anche ieri sera con i premi di “Società dell’anno”, “allenatore dell’anno” al tecnico dello scudetto Luciano Spalletti, “calciatore dell’anno” a Victor Osimhen, Il più votato come Gol dell’anno è stato quello di Khvicha Kvaratskhelia in casa contro l’Atalanta.

Tanto azzurro anche nella Top 11, presenti infatti, oltre ai due già citati attaccanti napoletani, anche Di Lorenzo, Kim e Lobotka. Chiudono la formazione ideale i milanisti Maignan, Theo Hernández e Leao e gli interisti Barella, Bastoni e Çalhanoğlu.

In ambito femminile la parte del leone l’ha fatta invece la Roma detentrice dello scudetto Roma con ben 6 giocatrici presenti nella Top 11: Linari, Minami, Wenninger, Alves Da Silva, Greggi e Haavi. Il gol più votato è stato quello della giallorossa Manuela Giugliano con il Sassuolo.

La giocatrice dell’anno è stata invece l’ex interista Tabitha Chawinga. Completano l’11 dei sogni il portiere nerazzurro Durante e le juventine Boattin, Caruso e Grosso.

Premiati anche Giovanni Fabbian come miglior Giovane di Serie B, Daniele Orsato come Arbitro dell’Anno e il riconoscimento speciale come Legend a Gianluigi Buffon.

I vincitori di ogni categoria

TOP 11 MASCHILE
PORTIERE: Maignan
DIFENSORI: Di Lorenzo, Bastoni, Kim, Theo Hernández
CENTROCAMPISTI: Barella, Lobotka, Çalhanoğlu
ATTACCANTI: Kvaratskhelia, Osimhen, Leao

CALCIATORE DELL’ANNO: Victor Osimhen

TOP 11 FEMMINILE
PORTIERE: Durante
DIFENSORI: Boattin, Linari, Minami, Wenninger
CENTROCAMPISTE: Alves Da Silva, Caruso, Greggi, Grosso
ATTACCANTI: Chawinga, Haavi

CALCIATRICE DELL’ANNOTabitha Chawinga

ALLENATORE DELL’ANNO: Luciano Spalletti

ARBITRO DELL’ANNO: Daniele Orsato

SOCIETÀ DELL’ANNO: SSC Napoli

MIGLIOR GIOVANE DI SERIE B: Giovanni Fabbian

MIGLIOR GOL MASCHILE:  Khvicha Kvaratskhelia

MIGLIOR GOL FEMMINILE: Manuela Giugliano

I commenti di Spalletti e Buffon

Premiato come miglior allenatore dell’anno, l’attuale Ct della Nazionale italiana Luciano Spalletti è tornato a commentare il girone in cui sono stati inseriti gli azzurri per EURO 2024:

Nessuno sarà mai felice di giocare contro l’Italia. Se la guardiamo dagli occhi delle altre, trovare l’Italia come avversaria di quarta fascia non può essere qualcosa che le rende felici. Noi dobbiamo andare a far vedere che livello di squadra e che livello di calcio possiamo esibire“.

Per Spalletti, è stata anche l’occasione per tracciare un bilancio delle sue prime sei panchine azzurre: “Siamo stati un’ottima squadra in tutte le gare, ma poi bisogna andare avanti. Quando vai sul ring, l’incontro non si decide al primo colpo: bisogna far vedere quelle che sono le nostre qualità migliori e mantenerle“.

È stato premiato come Legend anche il nuovo Capo Delegazione della Nazionale, Gianluigi Buffon che ha commentato:

 “Finire in un girone di ferro è inevitabile se parti dalla quarta fascia. Ma c’è molto rispetto per l’Italia e quando c’è equilibrio hai delle carte da giocarti. È molto difficile ripetersi ma dobbiamo coltivare questo sogno e la possibilità di stupire. Nel nuovo ruolo penso di aver stabilito un bel rapporto con i ragazzi, che è fondamentale, e la capacità del mister di integrarmi, di coinvolgermi in tante piccole cose, mi ha fatto sentire al centro di questo nuovo percorso“. 

Photo Credits: Assocalciatori.it

Articoli correlati
Le eccellenzeMarca TrevigianaSlide-mainTurismo

L'eccellenza al femminile: la storia di Dal Din, un viaggio tra terroir e passione

3 minuti di lettura
Il cuore delle colline di Valdobbiadene, culla del vino di qualità, custodisce una storia che merita di essere conosciuta: è la storia…
ItaliaSlide-main

Giorgia Meloni: nuova direzione del Governo sulla sfida demografica

2 minuti di lettura
Il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni e il Ministro per la Famiglia Eugenia Roccella hanno ribadito l’impegno del governo italiano nel contrastare…
Marca TrevigianaSlide-mainSPECIALE ELEZIONI 2024Treviso

Esplosione centrale idroelettrica a Bargi: recuperati i corpi di due dispersi

1 minuti di lettura
I Vigili del Fuoco hanno recuperato i corpi di due persone dopo l’esplosione alla centrale idroelettrica di Bargi, portando il bilancio delle…