Site icon Il Nuovo Terraglio

Gorgo al Monticano, super trattori in gara per la parrocchia di Cavalier

La terza tappa del campionato italiano di Tractor Pulling si terrà sabato 16 settembre, con inizio alle 18, a Cavalier di Gorgo al Monticano. Il ricavato della giornata sarà devoluto interamente alla parrocchia della frazione per il restauro conservativo degli immobili parrocchiali.

GORGO AL MONTICANO – Il tractor pulling ritorna nella Marca per la terza tappa del campionato italiano di Gorgo al Monticano. L’appuntamento, promosso dall’ITPO – Italian Tractor Pulling Organization con la regia della parrocchia del paese, si terrà sabato 16 settembre, con inizio alle 18.

Non mancherà un occhio di riguardo alla solidarietà: il ricavato della giornata, infatti, sarà devoluto interamente alla parrocchia di Cavalier per il restauro conservativo degli immobili parrocchiali.

Gli appassionati di motori più curiosi ne avranno già sentito parlare. Il tractor pulling è uno sport che nasce negli Stati Uniti: trattori modificati competono per trascinare il più lontano possibile un rimorchio zavorrato lungo una pista in terra battuta di 100 metri. Vince chi riesce a compiere la distanza maggiore.

Nell’ultima tappa trevigiana, tenutasi sempre a Gorgo al Monticano nel maggio dello scorso anno, gli spettatori che si erano assiepati lungo le transenne nonostante il freddo e la pioggia erano stati circa 2.000. “Questo sport è una passione capace di attrarre parecchie persone, curiose di assistere ad uno spettacolo davvero suggestivo, che non capita di vedere tutti i giorni. Quest’anno, poi, a rendere l’atmosfera ancora più magica, ci penserà la cornice in notturna”, fanno sapere dal Gruppo volontari della parrocchia di Cavalier.

Lodevole lo scopo benefico della tappa, con l’obiettivo di agevolare l’iter per il recupero della canonica di Cavalier, immobile parrocchiale in attesa di restauro da molti anni. “Insieme, vogliamo restituire all’immobile la centralità di un tempo, punto di aggregazione per i fedeli ma soprattutto per i giovani, che in questo luogo possono coltivare in maniera sana le proprie passioni – spiegano i volontari – L’edificio necessita di interventi importanti, dal recupero degli impianti a quello degli intonaci e delle vetrate, ad esempio”.

Exit mobile version