Le eccellenzeMarca TrevigianaSaluteSlide-main

“Giovanni XXIII” di Monastier nella Guida dei 100 Ospedali di Eccellenza 2024

1 minuti di lettura

Il Presidio Ospedaliero di Monastier primeggia tra le cinque strutture sanitarie trevigiane menzionate nella Guida tedesca.

MONASTIER (TV) – Sono il “Giovanni XXIII”, il “San Camillo” e il “Ca’ Foncello” di Treviso, l’Ospedale civile di Montebelluna e lo IOV di Castelfrnco Veneto. Tra le cinque strutture sanitarie trevigiane inserite nella guida dei 100 “Ospedali di Eccellenza 2024” stilata dall’Istituto Tedesco di Qualità e Finanza, il Presidio Ospedaliero “Giovanni XXIII” di Monastier spicca con ben quattro specialità mediche: chirurgia ortopedia dell’anca e del ginocchio, dirette dal dottor Carlo Callea; chirurgia ortopedia della spalla, diretta dal dottor Enrico Gervasi; e urologia, diretta dal dottor Carmelo Morana.

Momento operazione in sala operatoria ibrida e integrata BIANCA
Momento operazione in sala operatoria ibrida e integrata

L’indagine dell’Istituto Tedesco, durante la sua prima edizione, ha valutato le prestazioni in sei specialità di area clinica. Tra queste, le quattro riguardanti l’urologia e le ortopedie della spalla, dell’anca e del ginocchio hanno confermato l’alto livello di qualità del Presidio Ospedaliero di Monastier, che si distingue per la presenza di tutte e quattro le aree cliniche nella struttura.

Gabriele Geretto

I sei parametri valutati dall’Istituto Tedesco hanno premiato il Giovanni XXIII con il massimo della valutazione per quanto riguarda: il trattamento medico, il servizio al pazientelo standard di igiene e l’iniziativa di qualità confermando anche la qualità nell’ambito dei valori legati alla reputazione e ricerca.

 “Quando si parla di sanità convenzionata come la nostra, si va di pari passo e in sinergia condivisa con quella del Servizio Sanitario Nazionale – è il commento di Gabriele Geretto, Amministratore Delegato del Giovanni XXIII di Monastier. – La collaborazione è essenziale per continuare a garantire qualità e continuità nelle cure. Ringrazio tutti i medici responsabili di reparto che ogni giorno danno il massimo assieme ai propri collaboratori e mi congratulo con loro per l’impegno professionale e umano dedicato ogni giorno al paziente.”


L’esame dell’Istituto Tedesco di Qualità e Finanza, che ha coinvolto 1377 strutture sanitarie pubbliche e private accreditate in Italia, si basa sul Programma Nazionale Esiti sviluppato da Agenas su mandato del Ministero della Salute. E i risultati di ITQF confermano i dati del Ministero della Salute presenti PNE 2023, che posizionano la struttura sanitaria di Monastier al 1° posto in Veneto e al 8° posto nella classifica nazionale per interventi di protesica all’anca e al ginocchio.

Articoli correlati
MondoSlide-mainSociale

Giornata Mondiale dei Bambini: riflessioni e impegni per un futuro migliore

2 minuti di lettura
Il Coordinamento Nazionale dei Docenti della Disciplina dei Diritti Umani (CNDDU), in occasione della Prima Edizione della Giornata Mondiale dei Bambini, propone…
AttualitàItaliaSlide-main

L'ipotesi del servizio civile o militare obbligatorio

1 minuti di lettura
Due opzioni, a scelta, per sei mesi: impegno civile o formazione militare. La Lega ha avanzato una nuova proposta di legge per…
Città Metropolitana di VeneziaSlide-mainVenezia

Nuove strade a Venezia: tra i nomi Giulia Cecchettin e Don Armando Trevisiol

2 minuti di lettura
La Giunta comunale ha deliberato dieci nuove intitolazioni di strade, rotonde e parchi, onorando figure significative che hanno lasciato un’impronta indelebile nella…