AmbienteSlide-mainSocialeTreviso

Giornata dell’ambiente in RSA. “La nostra terapia si chiama orto”

1 minuti di lettura

La Giornata Mondiale dell’Ambiente del 5 giugno è il più grande evento annuale delle Nazioni Unite per promuovere un’azione ambientale positiva, volta a sensibilizzare il mondo per la tutela del nostro pianeta.

Ogni piccolo gesto, ogni azione quotidiana può essere importante. Con questo spirito le residenze per anziani di Orpea Italia festeggiano la ricorrenza ritornando alle origini e permettendo agli anziani di riconnettersi all’ambiente mettendo letteralmente “le mani nella terra”. Tra loro anche la casa di riposo Residenza Tre Carpini di Maserada sul Piave.

Orto in cassetta, coltivazioni di piante aromatiche, giardini fioriti di cui gli ospiti delle case di riposo si prendono cura sono solo alcune delle iniziative “green” attivate dalle residenze, e non solo a giugno ma durante tutto l’anno. Perché prendendosi cura dell’ambiente ci si prende cura di sé… e la natura restituisce tantissimo in cambio.

Si chiama orticoltura terapeutica, ed è una pratica integrativa alle cure mediche” spiega l’equipe multidisciplinare della residenza. “Esiste un’ampia letteratura  scientifica che mostra l’efficacia del lavoro della terra nel ridurre i disturbi comportamentali e gli ottimi benefici che si possono riscontrare anche nei pazienti anziani e nelle persone affette da Alzheimer.  La stimolazione sensoriale attraverso i colori e i profumi è in grado di riaprire dei “cassetti” nascosti nella mente offuscata. Per questo è fondamentale che i nostri giardini  contengano anche piante autoctone, che fanno parte della cultura di chi vive in una zona e quindi possano rievocare ricordi felici della giovinezza. Il lavoro della terra inoltre gioca un ruolo importante nel ridurre l’irritabilità, nell’aumento della resistenza allo stress, nella regolarizzazione della pressione sanguigna, del battito cardiaco, del respiro e nel controllo degli stati d’ansia.”

Altri obiettivi delle attività sono:

  • stimolazione della motricità degli arti superiori e della coordinazione oculo-manuale,
  • stimolazione delle abilità esecutive (seguire le istruzioni, sequenziamento),
  • stimolazione della memoria procedurale,
  • stimolazione dell’orientamento temporale (riconoscimento delle stagioni attraverso la semina di piante legate allo specifico periodo),
  • stimolazione della cooperazione, della condivisione e della socializzazione tra gli ospiti.
Articoli correlati
NewsSlide-mainVeneto

Preso Fleximan, ma è lui o non è lui?

1 minuti di lettura
I Carabinieri di Adria (Rovigo) e il Nucleo operativo radiomobile hanno denunciato il presunto responsabile di alcuni danneggiamenti ad autovelox situati in provincia…
AmbienteAnimaliMeteo in VenetoSlide-mainTutela del Cittadino

"Non andate a passeggiare lungo i fossi"

3 minuti di lettura
Questa mattina, venerdì 17 maggio, il Presidente del Veneto Luca Zaia ha fatto il punto sulla situazione drammatica, creatasi in seguito alle…
ArteIntervisteSlide-mainVeneziaVideo

L'importanza di mettersi alla prova: intervista al Direttore Riccardo Caldura

1 minuti di lettura
VENEZIA – In occasione della cerimonia di premiazione del bozzetto vincitore del Trofeo della Giuria Popolare del Premio Mestre di Pittura, abbiamo intervistato Riccardo…