Slide-mainSportVeneto

Federico Spinazzè convocato per i mondiali di triathlon cross di Targu Mures in Romania

2 minuti di lettura

Il coneglianese sarà in gara tra gli élite dopo la vittoria tra gli under 23 dello scorso ottobre.

Federico Spinazzè torna a indossare il body azzurro della nazionale italiana, questa volta tra gli élite. Mercoledì 8 giugno a Targu Mures, in Romania, il ventiquattrenne sarà in gara nel campionato mondiale di triathlon cross, quella rassegna che lo scorso ottobre l’ha visto trionfare nella categoria under 23.

Per il portacolori di Silca Ultralite Vittorio Veneto si tratta dell’ennesima maglia azzurra di una carriera brillante, che l’ha visto raggiungere, anno dopo anno, risultati di valore internazionale sui campi gara di tutto il mondo, senza dimenticare l’aspetto scolastico (si è già laureato in scienze e tecnologie alimentari e sta frequentando il corso magistrale in alimentazione e nutrizione umana).

A giorni il coneglianese di Ogliano è dunque pronto a indossare il pettorale di gara nella massima competizione, quella mondiale, dedicata al triathlon cross, che prevede una frazione di nuoto, una di ciclismo in mountain bike e una di corsa off-road.

Federico Spinazzè in gara in Grecia (2021)

In terra romena si confronterà con atleti simbolo della triplice con le ruote grasse, come i francesi Arthur Serrieres e Arthur Forissier, solo per citarne due.

Nel 2021, ultimo anno nelle categorie giovanili, oltre all’argento tricolore under 23 nel triathlon sprint in primavera, Spinazzè è riuscito a fare bottino pieno, conquistando prima il bronzo under 23 agli Europei di triathlon cross che si sono disputati in Italia a Molveno e poi, un mese dopo, a mettersi al collo una bellissima medaglia d’oro ai Mondiali, sempre nella competizione dedicata alle triplice con le ruote grasse.

In carriera il capitano dei draghetti della società vittoriese guidata da Aldo Zanetti ha conquistato dieci titoli italiani tra individuali e staffette, un altro titolo italiano under 23 (olimpico no draft), oltre a un paio di podi tra i giovani. A livello internazionale, Spinazzè si è anche messo al collo un altro oro mondiale, quello di duathlon conquistato con la staffetta mista junior nel 2016.

“Il nostro “Spina” è pronto a tornare in gara con il body azzurro – commenta Aldo Zanetti, presidente di Silca Ultralite Vittorio Veneto – l’ennesima convocazione con la nazionale italiana, questa volta dei “grandi”. Una carriera tutta in crescendo per il nostro capitano, che da piccolo ha partecipato (e vinto un oro in staffetta) ai mondiali juniores nel 2016 e che lo scorso anno si è laureato campione del mondo under 23. Mercoledì gareggerà tra gli élite, confrontandosi con atleti che hanno già scritto la storia del triathlon cross. Come sempre il passaggio alla categoria superiore non sarà semplice da affrontare, ma siamo sicuri che il nostro Federico cercherà di dare il meglio di se stesso, come ha sempre fatto”.

Articoli correlati
AmbienteEconomiaSlide-mainVeneto

Piave Servizi: oltre un milione di euro per il progetto di gestione avanzata dei sistemi fognari

2 minuti di lettura
Il Ministero dell’Industria e dello Sviluppo Economico ha assegnato 1milione181mila euro al progetto elaborato da Piave Servizi (capogruppo) in collaborazione con i…
AmbienteSlide-mainSostenibilitàVeneto

Veneto riciclone, primi in Italia

1 minuti di lettura
La Giunta regionale oggi ha licenziato definitivamente l’aggiornamento del Piano rifiuti. “È un ottimo segnale che dimostra l’importante e costante lavoro del…
Slide-mainSpettacoloVenezia

79. Mostra del Cinema di Venezia: modifiche alla viabilità al Lido dal 16 agosto al 21 settembre

1 minuti di lettura
La Centrale operativa della Polizia locale ha emanato un’ordinanza che prevede la modifica della viabilità stradale al Lido di Venezia per consentire l’allestimento…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!