Home / Economia  / Sanità  / Farmacia di Portogruaro chiusa causa Covid

Farmacia di Portogruaro chiusa causa Covid

Speranzon (FDI): “Al più presto vaccino ai farmacisti. Mi attiverò personalmente con il Presidente Zaia”   “La richiesta di Federfarma Veneto di inserire tra i destinatari delle vaccinazioni prioritarie anche i farmacisti e i loro collaboratori è

Speranzon (FDI): “Al più presto vaccino ai farmacisti. Mi attiverò personalmente con il Presidente Zaia”

 

“La richiesta di Federfarma Veneto di inserire tra i destinatari delle vaccinazioni prioritarie anche i farmacisti e i loro collaboratori è assolutamente condivisibile. Fin dallo scoppio dell’epidemia stanno svolgendo un servizio essenziale e vanno tutelati, anche per garantire un servizio pubblico e sanitario essenziale; per questo mi attiverò personalmente col Presidente Zaia”: è il capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio regionale, il veneziano Raffaele Speranzon, a raccogliere e rilanciare l’appello di Federfarma dopo la chiusura di una farmacia di Portogruaro nella quale tutti gli operatori sono risultati positivi al Covid”.

 

“I farmacisti sono una delle categorie più esposte al contagio: – sottolinea Speranzon – è soprattutto con loro, e appena prima con il medico di base, che le persone che stanno poco bene hanno contatti diretti. Capita a tutti noi infatti di dover prendere qualcosa contro la febbre o per il raffreddore, e il primo luogo in cui andiamo è proprio la farmacia: il farmacista è quindi in prima linea in questa battaglia contro il virus. Lo rimarcano i numeri diffusi dalla stessa Federfarma: 200 ingressi di media al giorno in farmacia per 1500 farmacie sul territorio regionale; parliamo quindi di 300mila contatti al giorno in Veneto”.

 

Speranzon annuncia che si attiverà personalmente con il Presidente della Regione: “Confido sul fatto che certamente le richieste di Federfarma saranno accolte dall’amministrazione regionale; in fondo si tratta solo di dare una giusta e più ampia lettura del piano regionale delle vaccinazioni. Visto l’impegno del presidente sul fronte vaccini e del contrasto dell’epidemia, non ho dubbi che superato l’attuale momento di rallentamento si potrà procedere alla vaccinazione degli addetti delle farmacie, mettendo così in sicurezza il servizio, il personale e e anche la popolazione”.

Questo giornale è gratuito ma, se vuoi, puoi sostenerlo donando un piccolo contributo di 1 euro al mese, impostando un pagamento periodico a questo link.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni