NewsSport

Extreme Slalom nuovo sport olimpico

1 minuti di lettura

Il Comitato Olimpico Internazionale ha approvato il percorso di qualificazione della canoa slalom per i Giochi di Parigi 2024, che vedrà il debutto, nella rassegna a cinque cerchi, dell’extreme slalom maschile e femminile.

Questa disciplina è l’insieme di tutte le discipline della canoa. Le gare vengono svolte nei campi di gara in cui si gareggia sia con il K1 che con il C1. La differenza è che la partenza avviene da una rampa e ci sono ben quattro concorrenti che al via scenderanno contemporaneamente in acqua e, come una vera e propria gara, cercheranno di seguire un percorso obbligato segnato dalle porte. La vera novità è che potranno essere toccate o spostate con le mani o la pagaia per superarle, senza che venga data la penalità.

Sono 82 i posti nazione disponibili, 41 per gli uomini e 41 per le donne, lo stesso numero dell’ultima edizione olimpica di Tokyo 2020. Potranno qualificarsi al massimo sei atleti per Paese: uno ciascuno nel kayak maschile e femminile, nella canoa maschile e femminile e, come detto, nell’extreme slalom maschile e femminile.

Rispetto alle prove di canoa e kayak che prevedono la partecipazione di un solo atleta per Paese, nell’extreme slalom potranno gareggiare due canoisti per nazione.

Primi posti in palio ai Mondiali ICF (Federazione Internazionale di Canottaggio) 2023 di Lee Valley (Londra) che assegneranno 15 posti nazione sia nel kayak maschile sia nel femminile e 12 nella canoa maschile e femminile. Nel 2024, invece, l’ICF organizzerà una gara di qualificazione mondiale dell’extreme slalom a Praga, in Repubblica Ceca, in cui verranno assegnate 6 carte olimpiche (tre nella prova maschile e tre nel femminile). Saranno ammessi, però, soltanto gli atleti non qualificati nella canoa o nel kayak. Ogni Paese potrà iscrivere tre atleti e tre atlete, ma potrà ottenere al massimo un pass olimpico per genere. 

L’approvazione ufficiale del percorso di qualificazione per Parigi 2024 è il segnale che esorta tutti i Paesi a cominciare a preparare la loro campagna per i prossimi Giochi Olimpici – dichiara Jean-Michel Prono, Presidente del Comitato ICF Canoa Slalom –. L’aggiunta del kayak cross rappresenta un nuovo elemento entusiasmante in vista della prossima Olimpiade e darà ai Paesi l’opportunità di mostrare un ulteriore atleta d’élite sulla scena internazionale. Qualificarsi per i Giochi, talvolta, è altrettanto eccitante e difficile come competervi. Non vediamo l’ora di quella che si prospetta una campagna di preparazione molto affascinante a Parigi 2024”.

Photo Credit Federcanoa

Articoli correlati
ItaliaOlimpiadi Parigi 2024Slide-mainSport

Giuffrida sul tetto del mondo

1 minuti di lettura
Odette Giuffrida batte l’uzbeka Diyora Keldiyorova e sale sul tetto del mondo. La romana centra il suo primo titolo mondiale nella categoria -52…
News

Portogruaro: incidente tra 3 auto, 7 feriti

1 minuti di lettura
Nella scorsa notte, tre autovetture si sono scontrate finendo tutte fortunatamente in un campo agricolo Portogruaro – La morbidezza del campo e…
ItaliaSlide-mainSport

Stage azzurro: le convocate

1 minuti di lettura
Un breve Stage azzurro in preparazione del doppio impegno di qualificazione a EURO 2025: le 28 calciatrici convocate da Soncin. TIRRENIA –…