RegioneSenza categoriaSlide-mainVenezia

“E’ giusto che i nonni accompagnino i nipoti a scuola” ha assicurato il Presidente Zaia

1 minuti di lettura

“Grazie a tutti voi che siete stati con me in trincea in questi 100 giorni di Coronavirus”

Zaia ha riconosciuto il lavoro svolto dalla stampa in questo periodo così difficile per tutti.

“100 giorni di Covid-19, 100 giorni insieme ai giornalisti di quotidiani, agenzie, radio, televisioni, testate on line, 100 giorni di informazioni ai cittadini, di racconto della tragedia, di condivisione delle preoccupazioni, di rassicurazioni e di spiegazione delle drastiche misure adottate  – il Presidente Zaia ha voluto ricordarli ringraziando gli operatori dell’informazione, oggi in apertura della consueta conferenza stampa a Marghera – Se non ci fossero stati i giornalisti che insieme a me hanno condiviso questo percorso, ogni giorno, ogni ora, ogni attimo, questa tragedia che ci ha investito avrebbe avuto tutt’altra storia. Siamo stati sul pezzo tutti insieme, noi alla Protezione civile, i giornalisti con funzioni civili e di responsabilità. Grazie a tutti! Avete rappresentato il vero valore aggiunto! Siamo stati al fronte insieme, senza risparmio! Il popolo veneto vi è grato”.

Poi il Presidente ha voluto che la telecamera ci inquadrasse tutti: una foto e poi subito è passato all’ aggiornamento dei dati che, pur contando ancora nuovi 12 positivi, sono da considerarsi favorevoli.

In Veneto le terapie intensive si stanno completamente svuotando e anche tra i ricoverati, il numero attuale di positivi è in minoranza rispetto ai negativizzati. Purtroppo ancora 10 decessi;  il bollettino delle nascite conta 77 nuovi bimbi.

 

 

Tra i tanti temi trattati, anche di Grecia che non vuole i turisti italiani e di elezioni, che secondo Zaia devono tenersi a fine luglio, il tema delle mascherine e delle riaperture tiene sempre il passo. Da lunedì si dovrà indossare la mascherina nei luoghi chiusi e dove, anche all’aperto, il distanziamento non è possibile. Un chiarimento per i ristoranti dove  occasionalmente si esibiscono musicisti o attori su un palco: fatto salvo il distanziamento anche tra quest’ultimi, questo è possibile già da oggi. I commensali potranno dunque tornare alle buone abitudini di mangiare ascoltando della musica o qualche spettacolo teatrale.

Una parola di conforto è stata spesa dal Governatore del Veneto anche per i nonni che potranno tranquillamente accompagnare i nipoti ai centri estivi. Rimane ancora aperta la questione giornali ovvero quelli sfogliati al bar, nei ristoranti, nelle biblioteche e magari anche dal barbiere. Questo per ora non è possibile come del resto non è ancora permessa la tanto apprezzata partita a carte.

“Ci penserò” ha promesso il Governatore Zaia.

Silvia Moscati

Articoli correlati
La terza paginaSlide-main

Realtà virtuale, realtà aumentata e Sport

4 minuti di lettura
Di Enrica Cataldo, Socio AIRD con la collaborazione dell’atleta Antonio Giulio Bonaccorso La realtà aumentata, che fa già parte della vita di…
RegioneSlide-main

Regione. Apicoltura, quasi 600mila euro a sostegno del settore

1 minuti di lettura
APICOLTURA. QUASI 600MILA EURO A SOSTEGNO DEL SETTORE. ASSESSORE REGIONALE, “UN AIUTO AGLI AGRICOLTORI PER SOSTENERE LA PRODUZIONE DI MIELE VENETO DI…
MestreSlide-mainVenezia

Venezia. Adeguamento impianti e realizzazione nuovi campi calcio di due società sportive

1 minuti di lettura
Via libera dalla Giunta comunale a due società sportive del territorio per l’adeguamento degli impianti e la realizzazione di nuovi campi da…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!