MestreSlide-mainVenezia

Due giornate, in piazza Ferretto a Mestre, dedicate alla Protezione civile

1 minuti di lettura

    Ben 17.680 ore di servizio, con 3.262 presenze di volontari nel 2020, e addirittura oltre 27.000 ore, con 3.891 presenze in questi primi 9 mesi del 2021. E’ stato davvero un periodo molto intenso, dal febbraio dello scorso anno, quando è scattata l’emergenza Covid, per i 200 volontari della Protezione civile del Comune di Venezia, impegnati in innumerevoli servizi: dal trasporto e consegna di mascherine e medicinali, all’apertura dei mercati all’aperto, dalle attività di logistica, al funzionamento dei Centri vaccinali, tra cui quello dell’Expo, il più grande del Veneto. In questo anche supportati meravigliosamente dai 24 gruppi e associazioni appartenenti non solo al nostro Comune, che hanno garantito ulteriori 15.000 ore di attività, con 2.432 volontari impegnati, senza contare il servizio svolto da Croce Rossa e Croce Verde nell’altro punto vaccinale di Piazzale Roma.

    Ai volontari e ai loro gruppi sarà dedicato domani pomeriggio, alle ore 17, in piazza Ferretto a Mestre, nel corso del week-end interamente dedicato alla Protezione civile, un momento di ringraziamento.

    Due giornate in piazza molto intense, che concluderanno idealmente la “Settimana della Protezione civile”.

 Oggi, dalle ore 10 alle 18, è in programma la manifestazione “si AMO la Protezione civile”, che vuole essere un’occasione per diffondere la cultura di protezione civile, con l’illustrazione alla cittadinanza delle diverse attività in cui sono specializzati i volontari e le loro organizzazioni di appartenenza, attraverso anche l’allestimento di punti informativi e momenti dimostrativi dei mezzi utilizzati nei diversi scenari d’intervento.

     Domenica si svolge invece, sempre in piazza Ferretto, tra le ore 10 e le 18, “Io non rischio”, la tradizionale manifestazione, giunta alla sua undicesima edizione, collegata alla campagna nazionale per le buone pratiche di protezione civile. I volontari, affiancati da tecnici esperti, incontreranno i cittadini per spiegare quali comportamenti virtuosi adottare nel caso di eventi naturali calamitosi.

    “Ci auguriamo di vedere – sottolinea in una nota il vicesindaco e assessore comunale alla Protezione civile, Andrea Tomaello – una grande partecipazione da parte della cittadinanza: sia per conoscere più da vicino le attività svolte dai volontari, che per ringraziarli di quando hanno fatto, e stanno facendo, per la nostra comunità.”

Articoli correlati
MargheraMestreSlide-mainVenezia

Biblioteca Vez e Archivio Giacomelli: dal 4 dicembre prende vita la mostra fotografica “Ri-locazioni

1 minuti di lettura
Le trame volubili del paesaggio” per raccontare le trasformazioni della città con le immagini     Il 4 dicembre 2021, a partire…
SileaSlide-mainTreviso

A Silea il Natale è sotto casa, diffuso tra piazze, parco e frazioni

3 minuti di lettura
Villaggio di Natale e occasioni di festa all’aperto e in sicurezza per i cittadini L’Amministrazione Comunale di Silea presenta l’edizione 2021 del…
CulturaIntravisti per voiSlide-main

È stata la mano di Dio

1 minuti di lettura
Una catarsi, un dolore che arriva e ti obbliga al doloroso vuoto. Perché devi farti grande senza metterti da parte. Al di…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!