MoglianoSlide-main

Dopo il rosa l’azzurro: Mogliano sostiene la prevenzione del cancro alla prostata

1 minuti di lettura

Novembre è, a livello mondiale, il mese dedicato alla prevenzione oncologica maschile, con particolare attenzione alla prevenzione del tumore alla prostata che rappresenta il 19% di quelli diagnosticati negli uomini, con una prevalenza tra i soggetti oltre i 50 anni, quindi il tumore più frequente nella popolazione maschile.

 

Anche Mogliano Veneto si muove per la prevenzione di questa malattia maschile, grazie ad un progetto di APIO onlus, Associazione per la Prevenzione e l’Informazione Oncologica, che con il sostegno e la collaborazione dell’amministrazione Comunale di Mogliano Veneto, ha lanciato per la prima volta la campagna di prevenzione ”Novembre Azzurro”.

 

Mercoledì (29 novembre alle 20.30 presso il Centro Sociale di Piazza Donatori di Sangue) si svolgerà una conferenza sul tema “Dalla prevenzione alla diagnosi precoce”, nel corso della quale il Primario di Urologia-Andrologia della Clinica Giovanni XXIII di Monastier,  Carmelo Morana, parlerà della malattia e della prevenzione. Interverranno anche Vittoria Crolle, psicologa e psicoterapeuta, e Tiziana Baù, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Mogliano Veneto.

 

“Le malattie non fanno discriminazione di genere e colpiscono donne come uomini, quindi il nostro impegno sulla sensibilizzazione verso la cura della salute tramite stili di vita corretti e prevenzione, dopo “Ottobre in Rosa” sostiene anche “Novembre in Azzurro”, ha commentato il Sindaco di Mogliano Carola Arena.

 

Un movimento nato in Australia a fine anni ’90, Movember, si è sviluppato in tutto il mondo e ha fatto del simbolo del baffo l’icona della sensibilizzazione contro questa malattia, dando impulso alla ricerca, alla diagnostica e alla cura, informando correttamente gli uomini sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce.

 

“Il tumore alla prostata è molto diffuso ma con gli opportuni accorgimenti si può tenere a bada con una diagnosi precoce. Con questa serata vogliamo aumentare la sensibilizzazione su questo tema”, commenta Tiziana Baù, Assessore moglianese alle politiche sociali.

 

Il tumore della prostata è uno dei più diffusi nella popolazione maschile e rappresenta circa il 15% di tutti i tumori diagnosticati nell’uomo: le stime parlano di 35.000 nuovi casi l’anno in Italia, ma il rischio che la malattia abbia un esito nefasto non è particolarmente elevato, soprattutto se si interviene in tempo, come dimostra che in media il 91% delle persone colpite, vive dopo cinque anni dalla diagnosi.

Articoli correlati
Pillole di storia, arte e umanitàSlide-mainStorie dal mondo

La vita è un Valore in un mondo fuori controllo - Giornata per la Vita

1 minuti di lettura
La sensazione di camminare sulle sabbie mobili, su un terreno debole e privo della capacità di sostenere pesi è oramai un dato…
SaluteSlide-mainSocialeTreviso

L’Ulss 2 premiata da Fondazione Onda per il progetto “Ferie Solidali”

2 minuti di lettura
La testimonianza: “Grazie ai colleghi e all’azienda: mi hanno donato tempo per gestire dolore e malattia”. Colleghi che aiutano colleghi, in particolare…
Slide-mainSportVeneto

Lo sport paralimpico del Veneto fa il pieno di solidarietà

5 minuti di lettura
Quasi 6mila voti su Facebook e una giuria tecnica hanno assegnato un montepremi complessivo da più di 10mila euro. Tra le discipline…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio