Home / Slide-main  / “Dolomiti Show” e “Buy Veneto Montagna”: il turismo protagonista a Longarone Fiere il 5 e 6 ottobre prossimi

“Dolomiti Show” e “Buy Veneto Montagna”: il turismo protagonista a Longarone Fiere il 5 e 6 ottobre prossimi

(AVN) – Venezia, 26 settembre 2019   Saranno oltre 40 i buyer provenienti da venti Paesi diversi che parteciperanno a Longarone Fiere, il polo fieristico in provincia di Belluno, al workshop “Buy Veneto Speciale Montagna”, la più

(AVN) – Venezia, 26 settembre 2019

 

Saranno oltre 40 i buyer provenienti da venti Paesi diversi che parteciperanno a Longarone Fiere, il polo fieristico in provincia di Belluno, al workshop “Buy Veneto Speciale Montagna”, la più importante iniziativa di commercializzazione specifica del prodotto turistico dell’area montana veneta, inserita all’interno della poliedrica manifestazione “Dolomiti Show”, giunta alla terza edizione, in programma il 5 e 6 ottobre prossimi.

 

L’evento è stato presentato oggi a Venezia dall’assessore regionale al turismo, Federico Caner, insieme a Roberto Padrin, presidente della Provincia di Belluno, Gian Angelo Bellati, presidente di Longarone Fiere, Mauro Topinelli, direttore del Dolomiti Show, e Alessandra Magagnin, amministratore unico DMO Dolomiti.

 

“Registriamo con soddisfazione una crescente partecipazione di operatori al workshop – ha sottolineato Caner –, ma anche, più in generale, una maggior attenzione per l’offerta turistica della montagna veneta e delle Dolomiti Patrimonio Unesco. È innegabile che gli effetti benefici sul piano della visibilità e della promozione prodotti dai Mondiali di Sci Alpino a Cortina del 2021 e dalle Olimpiadi Milano-Cortina del 2026 si stiano già rivelando”.

 

Attraverso incontri B2B, gli oltre cento operatori turistici dell’area dolomitica veneta attesi, presenteranno e commercializzeranno la propria offerta ai 40 buyer che operano nei mercati esteri più significativi per il segmento montagna, selezionati tra i 200 che parteciperanno al “Buy Veneto”, l’ormai tradizionale evento di marketing turistico dell’intera regione, che si terrà a Mestre il prossimo 7 ottobre.

 

Tornando a “Dolomiti Show”, la fiera propone l’offerta d’insieme e integrata delle numerose risorse del territorio, puntando a promuovere una montagna da vivere tutto l’anno e valorizzando, attraverso un proficuo gioco di squadra tra tutte le componenti pubbliche e private che si occupano di turismo e ospitalità, le peculiarità delle Dolomiti Bellunesi, dal punto di vista naturalistico, paesaggistico, enogastronomico e delle innumerevoli opportunità di praticare sport diversi nel territorio.

 

 

Da quest’anno, l’appuntamento si arricchisce di due eventi fieristici specializzati: Expo Dolomiti Horeca ed Expo Dolomiti Outodoor. Il primo è rivolto in particolare agli operatori della ristorazione e del ricettivo turistico e alle aziende che riforniscono di beni e servizi questi importanti settori (HoReCa è acronimo di Hotellerie Restaurant Catering). Il secondo, invece, riguarda il turismo e lo sport di montagna in particolare, offrendo spazio ai brand che promuovono i prodotti e i servizi inerenti le Dolomiti: dalle attrezzature per lo sport in montagna agli impianti a fune.

 

Da segnalare anche la novità di Dolomiti Job Day, iniziativa sperimentale dedicata alla selezione e al reclutamento di personale per le strutture ricettive e di chi aspira a lavorare nel turismo.

 

Insomma, “Dolomiti Show” è un contenitore unico per promuovere, vendere, e parlare di turismo, un’occasione di confronto sulle opportunità di crescita e di sviluppo della montagna bellunese e un’opportunità per allenare il territorio ai grandi eventi futuri: i Mondiali di Sci Cortina 2021 e le Olimpiadi Milano-Cortina 2026.

 

“In questi ultimi anni – ha concluso Caner – ho visto crescere l’area dolomitica bellunese dal punto di vista dei numeri ma ancor più nella consapevolezza, dei vari attori del settore turistico, delle enormi potenzialità che questo territorio possiede e nell’individuazione degli ambiti in cui è necessario un cambiamento di rotta per migliorare e per raggiungere un più alto livello di competitività sul piano dell’offerta. Gli strumenti che come Regione abbiamo messo a disposizione sono stati proficuamente utilizzati e credo si sia imboccata la strada giusta per fare quel salto di qualità al quale imprenditori, aziende, enti, amministrazioni pubbliche guardano con più convinzione e con uno spirito di collaborazione per molto tempo auspicato e ora divenuto realtà”.

 

Clicca qui per scaricare il programma in pdf

 

Questo giornale è gratuito ma, se vuoi, puoi sostenerlo donando un piccolo contributo di 1 euro al mese, impostando un pagamento periodico a questo link.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni