Home / Cultura  / #instacult  / Intravisti per voi  / Dimenticatevi basette lunghe e il cartoon giapponese Lupin III

Dimenticatevi basette lunghe e il cartoon giapponese Lupin III

Dimenticatevi basette lunghe e il cartoon giapponese Lupin III. Il riferimento è d'obbligo e lo spunto è identico, il famigerato ladro gentiluomo creato e pastorizzato da Maurice LeBlanc. La sinossi ci porta obliqui verso Assane Diop, che

Dimenticatevi basette lunghe e il cartoon giapponese Lupin III.
Il riferimento è d’obbligo e lo spunto è identico, il famigerato ladro gentiluomo creato e pastorizzato da Maurice LeBlanc.
La sinossi ci porta obliqui verso Assane Diop, che rimane sconvolto già 25 anni prima quando il padre accusato di un crimine che non aveva commesso paga con la vita.
E proprio ispirandosi al romanzo “Arsenio Lupin, ladro gentiluomo” donatogli dal padre che tutto si inerpica, vendicare il genitore e donare una vita agiata alla propria famiglia è tutto quello che egli desidera.
La serie presenta molte libertà creative e non è “recita” nel solito canovaccio anzi ne sbriciola cliché e certezze.
Nel cast la presenza di Omar Sy è una gradevolissima garanzia, lo ritroviamo piacevolmente dopo “Quasi amici” e poi Nicole Garcia, Clotilde Hesme, Ludivine Sagnier e tanto altro.
La prima stagione è composta da dieci episodi che Netflix pubblica in due parti distinte.
La prima serie di cinque servita al pubblico è andata a ruba è proprio il caso di dirlo, ma come poteva essere diversamente?
Si avvertono già le urla di chi pretende subito la seconda tornata, ma non è dato a sapere quando.
Su Netflix.

 

Intravisti per voi di Mauro Lama

Questo giornale è gratuito ma, se vuoi, puoi sostenerlo donando un piccolo contributo di 1 euro al mese, impostando un pagamento periodico a questo link.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni