EconomiaMargheraSlide-main

Da Governo e Regione 26,7 milioni di euro per sostenere investimenti a Porto Marghera

2 minuti di lettura

Il Governo ha firmato il Decreto relativo alle risorse finanziarie che il ministero dello Sviluppo economico metterà a disposizione per la riconversione e riqualificazione dell’area di crisi industriale complessa di Porto Marghera a Venezia, a seguito della call di Invitalia del febbraio scorso che aveva registrato in totale 59 manifestazioni d’interesse. Nello specifico, il Governo ha assunto un impegno finanziario di 20 milioni di euro per sostenere la realizzazione di investimenti produttivi di dimensioni non inferiori a 1,5 milioni di euro. Le risorse ministeriali saranno integrate dai fondi della Regione Veneto, finalizzati al sostegno di interventi di riqualificazione e l’adeguamento delle competenze professionali e dell’occupazione.
 
“La grande collaborazione tra Comune, Città Metropolitana e Regione, in particolar modo con il presidente Luca Zaia e gli assessori Elena Donazzan (Lavoro) e Roberto Marcato (Sviluppo economico) ha portato a questo importante risultato, non solo per Porto Marghera, ma per tutta Venezia e il Veneto – commenta il sindaco Luigi Brugnaro – Al Governo va il nostro ringraziamento per aver dato una risposta concreta alle 43 manifestazioni d’interesse di imprenditori che hanno deciso di investire nel nostro territorio un totale di 556 milioni di euro, che creeranno 895 nuovi posti di lavoro. Cento anni fa nasceva Porto Marghera; questi 20 milioni, cui si aggiungono i 6,7 milioni della Regione, puntano al futuro, diventando il segnale tangibile per assicurare le condizioni necessarie allo sviluppo del territorio e al suo rilancio, sia in termini produttivi che occupazionali. Sono previsti inoltre altri finanziamenti regionali specifici per gli investimenti sotto il milione e mezzo di euro, con un potenziale di altri 16 interventi, con 10 milioni di euro di capitali privati, che creeranno un centinaio di nuovi occupati. È un grande risultato di squadra, ottenuto grazie alla collaborazione di tutte le istituzioni nazionali, regionali e locali, Invitalia e le parti sociali ed economiche interessate”.
 
La firma del Decreto consente di pervenire in tempi rapidi alla sottoscrizione, da parte del Comune di Venezia e degli altri soggetti coinvolti, a un Accordo di programma con cui saranno puntualmente definite le modalità di erogazione delle agevolazioni previste per favorire la crescita e lo sviluppo dell’area di crisi in attuazione del Progetto di Riconversione e Riqualificazione industriale di Porto Marghera – Venezia.
 
In particolare, con la sottoscrizione dell’Accordo di Programma il Comune di Venezia si impegna a:
– collaborare con Invitalia nella definizione dell’offerta di opportunità insediative nel territorio comunale e nelle attività di promozione e comunicazione previste;
– prevedere, in accordo con gli altri soggetti istituzionali coinvolti, azioni di semplificazione e/o accelerazione dei percorsi procedurali necessari all’insediamento delle imprese;
– individuare un referente unico per accompagnare gli investitori nella fase iniziale di raccolta delle informazioni (es. ricognizione lotti/stabilimenti industriali disponibili) e nel corso dell’iter amministrativo di insediamento;
– essere parte attiva del Gruppo di Coordinamento e Controllo.

Articoli correlati
Slide-mainSportVeneto

Sciabola, Alessandra Nicolai campionessa italiana U17. Fioretto e spada, bronzo per Matilde Molinari, Greta Collini e Dario Benetti

3 minuti di lettura
Si sono aperti ieri a Catania i Campionati Italiani Cadetti e Giovani con le prime tre gare dedicate alle prove di fioretto…
Slide-mainTurismoVeneto

Alto Sile by Bike: 5 Comuni insieme per promuovere il turismo e la scoperta delle bellezze naturalistiche con una biciclettata aperta a tutti

2 minuti di lettura
L’unione fa la forza…ma anche il divertimento. È questo lo spirito della prima edizione di Alto Sile by Bike in programma per…
SaluteSlide-mainVeneto

IOV mondiale: parte REGOMA2, il primo studio al mondo per attaccare e curare il glioblastoma

4 minuti di lettura
Regorafenib associato alla terapia standard. Ecco la nuova frontiera per la cura di uno dei tumori cerebrali più aggressivi. La sperimentazione, che…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!