Home / Food & Lifestyle  / Food  / Cosa rende il vino Riesling della Mosella così speciale?

Cosa rende il vino Riesling della Mosella così speciale?

Il fiume Mosella nasce in Francia e dopo un percorso di 250 km in cui attraversa l’omonima regione della Germania si congiunge al fiume Reno per proseguire nel suo cammino verso il Mare del Nord.

Il fiume Mosella nasce in Francia e dopo un percorso di 250 km in cui attraversa l’omonima regione della Germania si congiunge al fiume Reno per proseguire nel suo cammino verso il Mare del Nord. È lungo la tortuosa gola di questo fiume che vengono prodotti i vini Riesling migliori al mondo.

 

Il Riesling della Mosella è uno dei vini di fascia premium che più ha tratto beneficio dal boom dell’e-commerce durante il 2020 con una crescita nelle vendite di vino online che ha superato il 100%. L’enoteca online Svino propone un interessantissimo catalogo di vini della Mosella con una sessantina di etichette che abbracciano sia grandi cantine come Willi Schaefer che viticoltori di nicchia capaci di regalare grandi sorprese.

 

Cosa rende la Valle della Mosella così speciale per la coltivazione dell’uva Riesling tanto da renderla la migliore regione al mondo per la produzione di questo vino così particolare? Si tratta innanzitutto di una combinazione unica di geologia, geografia e storia. Il vino Riesling è stato registrato per la prima volta in Germania nel lontano 1435. Le tipologie di Riesling della Mosella variano dal secco al dolce, seguendo il complesso sistema di classificazione tedesco, ma ciò che accomuna tutti vini sono alcuni aromi primari ed un profilo gustativo facile da identificare.

 

La classificazione è il primo livello di identificazione della qualità del vino tedesco. Esistono essenzialmente 3 livelli di classificazione da conoscere nella Mosella: Qualitatswein (QbA), Pradikatswein e VDP. La classificazione Pradikatswein è quella più nota e basa la qualità del vino sul grado di maturazione dell’uva al momento della vendemmia e sul fatto che gli acini vengano colpiti o meno dalla muffa nobile botrytis cinerea.

 

Secondo questo schema troviamo dunque i vini secchi Kabinett, gli Spätlese realizzati con uve da vendemmia tardiva, i vini Auslese elaborati con grappoli selezionati parzialmente colpiti dalla muffa nobile. Più aumenta la dolcezza e più aumenta la qualità del vino, nonché il prezzo. I vini Beerenauslese vengono elaborati con uve raccolte a mano e che hanno livelli più elevati di botrytis cinerea e sono eccezionalmente dolci, mentre per i vini Trockenbeerenauslese vengono selezionate solo le uve più appassite. Solo quando l’uva si congela e viene vendemmiata in tali condizioni un vino può essere etichettato come vino dei ghiacci: in questo caso si parla di Eiswein.

 

Il Riesling della Mosella è un vino da provare durante una degustazione alla cieca. I suoi inconfondibili aromi di idrocarburi lo renderanno facilmente identificabile. I Riesling più giovani hanno aromi di media intensità di lime e mela, accompagnati da certe note minerali. Con l’invecchiamento si rivelano aromi ad alta intensità di miele, albicocca e, per l’appunto, idrocarburi. I vini giovani sono di un colore paglierino chiaro che vira sul giallo intenso con l’invecchiamento. I vini Riesling posseggono un’acidità elevata e marcata che li caratterizza e che solitamente viene bilanciata con un certo livello di dolcezza.

 

Quanto tempo possono invecchiare i vini della Mosella? Il Riesling tedesco è noto per invecchiare in maniera splendida. Un vino di un produttore di qualità e di grande annata potrà evolversi in bottiglia fino a 40 anni ed anche i vini più a buon mercato possono invecchiare in modo eccellente per 5-10 anni e sviluppare una profonda tonalità dorata con intriganti aromi di miele ed idrocarburi.

 

Per coloro che vogliono andare alla scoperta di questo vino raffinato ed elegante, alcune delle etichette consigliate per un assaggio estasiante sono Egon Muller, Dr Hermann, JJ Prüm e Bernd Philippi, le cui bottiglie hanno un prezzo medio compreso tra i 50 ed i 150 euro, ma è possibile trovare delle chicche anche con una spesa di soli 20 euro.

Questo giornale è gratuito ma, se vuoi, puoi sostenerlo donando un piccolo contributo di 1 euro al mese, impostando un pagamento periodico a questo link.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni