Home / Treviso  / Casier  / Corpo Intercomunale di Polizia Locale: si parte!

Corpo Intercomunale di Polizia Locale: si parte!

È in fase di definizione la convenzione per far nascere il Corpo Intercomunale della Polizia Locale. Nella giornata di giovedì 14 novembre si sono incontrati i Comuni di Mogliano Veneto, Casier e Preganziol, per definire

È in fase di definizione la convenzione per far nascere il Corpo Intercomunale della Polizia Locale. Nella giornata di giovedì 14 novembre si sono incontrati i Comuni di Mogliano Veneto, Casier e Preganziol, per definire gli accordi per la gestione in forma associata delle funzioni di Polizia Locale, con l’obiettivo di garantire maggior presidio del territorio e una sicurezza urbana più consistente.

 

Presenti all’incontro, i sindaci delle tre Amministrazioni coinvolte, Davide Bortolato per Mogliano Veneto, Paolo Galeano per Preganziol e Renzo Carraretto per Casier, accompagnati dagli assesori alla sicurezza Carlo Albanese per Mogliano e Rossella Veneran per Casier, e dai comandanti dei rispettivi Corpi di Polizia Locale, Stefano Forte per il comune di Mogliano e Rudy Sottana per i comuni di Preganziol e Casier (dove la gestione in forma associata è già avviata).

 

Scopo dell’incontro discutere la convenzione per arrivare a definire un unico corpo intercomunale di Polizia Locale fra i tre Comuni, come identificato dal D.Lgs. n. 267/2000.

 

Nello specifico, questa unione porterà maggiori servizi ai cittadini, oltre che implementare l’offerta con attività che oggi non esistono o esistono solo in parte. Tra queste, si parla di un turno di sorveglianza serale e la possibilità di accedere a bandi di finanziamento regionali (a cui non sarebbe possibile partecipare in assenza di una gestione in forma associata).

 

“L’iniziativa nasce con l’intento di incentivare il controllo e la sicurezza dei territori coinvolti, dando vita a una centrale operativa unica, attualmente individuata nel nostro Comune, che sarà l’ente capofila”, dichiara il Sindaco di Mogliano Veneto, Davide Bortolato.
“Questo è l’inizio delle definizioni dei programmi che abbiamo intrapreso come nuova Amministrazione. L’aggregazione rappresenta certamente un beneficio per il cittadino. Noi ci abbiamo sempre creduto e questi sono i primi risultati”, aggiunge Renzo Carraretto, Sindaco di Casier.

 

Un iter, questo, che avverrà un po’ alla volta. Intanto nei singoli territori resteranno aperti degli sportelli, così come a Preganziol resterà attivo il Comando distaccato. Pian piano i corpi saranno associati, fino a fondersi completamente entro 30 mesi dalla firma della convenzione.

 

Il prossimo traguardo è ora quello di far approvare la proposta di convenzione in tutti e tre i Consigli Comunali dei Comuni coinvolti. Come infatti precisa il Sindaco di Mogliano Veneto, “entro fine anno l’obiettivo è arrivare nei consigli comunali per poter essere operativi già dal 2020”.

 

Obiettivo condiviso anche da Paolo Galeano, Sindaco di Preganziol, che commenta: “Se lavoriamo insieme, lavoriamo meglio. Le potenzialità ci sono tutte quando si lavora in sinergia, anche su bacini più grandi. Noi infatti guardiamo con molto favore a questo allargamento di collaborazione a tre Comuni, soprattutto alla luce delle dinamiche molto simili che li accomunano”.

 

Soddisfazione è stata espressa anche dagli Assessori Carlo Albanese per Mogliano Veneto e Rossella Veneran per Casier, mentre i segretari generali hanno dato il loro contributo tecnico legale Chiara Mazzocco per Mogliano Veneto, Paola Denoni per Casier e Antonella Bergamin per Preganziol, anch’essi presenti all’incontro.

 

Il piano di zona individua questi tre comuni, più quello di Casale sul Sile, che per il momento non si è ancora pronunciato in merito all’unione. “Le porte restano aperte per Casale”, fa sapere il Sindaco di Mogliano Veneto.

 

 

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni