Coronavirus. Deroga per spostamenti di disabili intellettivi, autistici e portatori di patologie psichiatriche

CORONAVIRUS. IN VENETO DEROGA PER GLI SPOSTAMENTI DI DISABILI INTELLETTIVI, AUTISTICI E PORTATORI DI PARTICOLARI PATOLOGIE PSICHIATRICHE

Con una circolare redatta dalla Direzione Regionale Prevenzione della Regione Veneto e inviata ai Sindaci e ai Prefetti del territorio, sono state disposte alcune deroghe all’ordinanza del Presidente Zaia per quanto riguarda le uscite e gli spostamenti delle persone con gravi disabilità intellettive, disturbi dello spettro autistico e patologie psichiatriche ad elevata necessità di supporto.

“Sono tutte persone – ha detto l’Assessore alla Sanità e Sociale Manuela Lanzarin presentando il provvedimento – alla quali è un dovere civile prestare tutta l’attenzione possibile. Così abbiamo fatto, individuando, con il supporto degli esperti, situazioni nelle quali è opportuno derogare a regole che vanno benissimo per la popolazione in generale, ma che possono risultare penalizzanti per alcune categorie di cittadini meno fortunati. Questi soggetti sono, ad esempio, spesso connotati da particolari problemi comportamentali incompatibili con una lunga permanenza in spazi chiusi”.

Di conseguenza, la circolare prevede che le persone affette da tali patologie possano uscire dalla propria abitazione con l’assistenza necessaria di un accompagnatore, limitando l’uscita allo stretto necessario e adottando tutte le misure di prevenzione raccomandate dalla normativa vigente (distanza interpersonale con terze persone, uso di mascherine).

L’accompagnatore avrà cura di portare con sé apposita autocertificazione, corredata dal certificato medico, attestante la sussistenza delle condizioni di salute che sono alla base della deroga alla limitazione di circolazione sopra descritta.

Al fine di agevolare la famiglia o il tutore, l’azienda ULSS di competenza provvede a consegnare il certificato in oggetto secondo modalità concordate con la stessa famiglia o con il tutore volte ad evitare agli stessi di doversi spostare sul territorio per ricevere il certificato.

Commenta la news

commenti

Redazione Il Nuovo Terraglio

Condividi
Pubblicato da
Redazione Il Nuovo Terraglio

Articoli Recenti

Treviso, al St. Thomas “birre sospese” per il personale sanitario

  Al motto “St. Thomas Porta bene”, al via da domani l'iniziativa pensata per dire “grazie” a chi ha combattuto…

4 ore ago

Spienea. Incendio di garage, due feriti

Alle 12:50, i vigili del fuoco sono intervenuti in via Trento a Spinea per l’incendio di un garage propagatosi all’abitazione:…

4 ore ago

Mogliano ringrazia chi ha donato per l’emergenza sanitaria

Un sentito ringraziamento a chi ha contribuito alle donazioni per l’emergenza Covid-19. L’amministrazione è grata ai molti cittadini che -…

5 ore ago

Ritorno alla quasi normalità anche per i servizi dell’Ecocentro di Mogliano

Ad esclusione del sabato pomeriggio l’Ecocentro di via Ronzinella si appresta a ripartire con il servizio classico, senza necessità di…

5 ore ago

Al via [e]Design festival 2020

Un dialogo tra estetica ed etica, tra sostenibilità ed economia circolare   Un progetto innovativo e originale, il primo in…

5 ore ago

Museo Santa Caterina, arrivano nuovi angoli relax e lettura

Siglata la partnership tra Amministrazione Comunale, [e]Design festival e MIDJ S.p.A. che prevede l’allestimento dei due chiostri del complesso di…

5 ore ago