SaluteSlide-mainVeneto

“Conosci il tuo seno e gli strumenti per proteggerlo”: a Spinea “scuola” di prevenzione con gli esperti del “Giovanni XXIII” di Monastier

2 minuti di lettura

Ottobre il mese della prevenzione del tumore al seno. Gli esperti senologi del Presidio Ospedaliero “Giovanni XXIII” di Monastier, con la collaborazione dei comuni del territorio, continuano il loro “viaggio” di informazione, rivolto alla popolazione, per diffondere quelli che sono i corretti stili di vita e le pratiche utili per prevenire il tumore al seno, prima causa di morte per la donna.

Sottoporsi infatti periodicamente a un controllo con ecografia, mammografia e visita senologica; alimentarsi in modo corretto e praticare attività fisica costante; saper riconoscere i segnali che arrivano dal proprio corpo anche tra le mura domestiche sono elementi utili che messi insieme contribuiscono non solo a vivere meglio, ma soprattutto a vivere di più.

Argomenti che verranno trattati, anche rispondendo alle domande del pubblico presente, giovedì 27 ottobre alle 20.30 a Spinea presso la Sala Consiliare nel corso dell’incontro “Conosci il tuo seno e gli strumenti per proteggerlo” organizzato dal Presidio Ospedaliero “Giovanni XXIII” di Monastier con l’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Spinea, Cafè Coraggio e Trifoglio Rosa Mestre.

Interverranno il radiologo senologo dottor Bernardino Spaliviero che illustrerà le innovazioni tecnologiche in ambito di prevenzione senologica, il chirurgo senologo dottor Pasquale Piazzolla  che farà il punto sui sistemi di cura dal momento della diagnosi fino alla guarigione,  la dottoressa Monica Baldessin  che oltre a spiegare quali siano i segnali del corpo a cui dobbiamo fare attenzione spiegherà nel dettaglio quali diete seguire e le modalità di esercizio fisico da attuare in base all’età di ogni persona.

“Nel corso degli anni abbiamo visto molte donne salvarsi grazie alla prevenzione. E se anche solo una donna grazie a questi incontri pubblici riuscisse ad arrivare in tempo per noi è il risultato più grande – Commenta Matteo Geretto del Presidio Ospedaliero di Monastier. – Con le nuove tecnologie siamo in grado di anticipare la diagnosi trovando la neoplasia quasi sempre molto piccola, anche nelle situazioni più complesse. Veri e propri strumenti salvavita sono le mammografie in 3D, ecografia a 24Mgz, risonanza magnetica, biopsie sotto guida ecografica sotto stereotassi, con la tomosintesi sotto guida di risonanza magnetica. Opportunità che cambiano il destino delle donne. È però necessario controllarsi e farsi controllare. In tempo!” Conclude Matteo Geretto

Saranno inoltre presenti, per portare la propria testimonianza, Michela Bardi, di “Cafè Coraggio” gruppo di ascolto di donne rosa, Marina Caronia cittadina di Spinea che dopo aver superato la malattia voga con le “Trifoglio Rosa Mestre”.

Insieme porteranno la propria testimonianza e metteranno in luce l’importanza del gruppo e dello sport della voga per andare oltre al difficile periodo che caratterizza la donna dopo la diagnosi del cancro al seno. 

L’evento, che sarà presentato dalla donna rosa Daniela Bonaldi, sarà preceduto dal saluto del sindaco di Spinea Martina Vesnaver.

Dichiara il sindaco Vesnaver: “Anche quest’anno molte associazioni si sono adoperate per contribuire per un messaggio positivo a favore della donna e della prevenzione. Sicuramente molti hanno o hanno avuto vicino persone che si sono approcciate alla malattia. È importante l’educazione alla malattia. Molto può essere fatto se si gioca d’anticipo. Importantissimi sono tutti i messaggi che possiamo diffondere. Ringrazio i molti che si sono profusi, i professionisti presenti a questo convegno, i consiglieri comunali, le associazioni, i cittadini”.

“Ottobre è il mese internazionale della prevenzione del tumore al seno – commenta l’assessore Franca Zamengo – C’è molta strada da fare perché la disinformazione in tema di prevenzione purtroppo è ancora diffusa. Abbiamo fatto campagna di sensibilizzazione sulla lotta verso i tumori al seno per tutto il mese. Conoscere la malattia aiuta ad affrontarla, ma soprattutto a prevenirla, per questo è stato organizzato questo importante convegno e la serie di eventi proposti in queste settimane, in collaborazione col Gruppo Terziario Donna, Lilt, e associazioni varie del territorio, nella speranza di coinvolgere più cittadini possibile. “

Il convegno, organizzato nell’ambito delle iniziative di Ottobre Rosa Spinea, con il patrocinio di ConfCommercio Venezia e LILT, è a ingresso libero ma è consigliabile prenotare anche telefonando al numero 334 6420470.

Articoli correlati
MoglianoSlide-mainSpeciale 25 novembre contro la violenza sulle Donne

Continuano gli eventi a Mogliano Veneto per dire NO alla violenza in ogni sua forma

2 minuti di lettura
L’annuale Staffetta lungo il Terraglio termina quest’anno con l’inaugurazione di un’opera in memoria di tutte le vittime di violenza Nell’ambito delle molte…
AmbienteCulturaSlide-mainVenezia

Venezia e i cambiamenti climatici all'Ateneo Veneto

1 minuti di lettura
Venezia è un patrimonio tanto inestimabile quanto fragile e ha mostrato tutta la sua fragilità nel novembre 2019, quando l’acqua alta ha…
Slide-mainVeneto

Selva di Cadore, 3,1 milioni di euro per la sicurezza del territorio

2 minuti di lettura
L’Assessore al Dissesto Idrogeologico Gianpaolo Bottacin si è recato a Selva di Cadore, nel bellunese, per un sopralluogo a due cantieri curati…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio