SaluteSlide-mainVeneto

Completato l’iter regionale per il riconoscimento IRCSS di “Pediatria” e “Malattie Rare” di Padova

2 minuti di lettura

La Giunta Regionale, su proposta dell’assessore alla Sanità e alle Politiche sociali, Manuela Lanzarin, ha approvato la delibera che chiude il percorso di sua competenza per il riconoscimento di IRCSS (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico) dell’Azienda Ospedale-Università di Padova per le aree tematiche “Pediatria” e “Malattie rare e ad alta complessità biotecnologica”. Il provvedimento comporta l’adeguamento della scheda di dotazione ospedaliera vigente per i reparti interessati. Si conclude così l’iter regionale avviato nei mesi scorsi, in attesa del riconoscimento definitivo a livello nazionale.

VENEZIA – “Come Regione abbiamo messo tutto l’impegno necessario nel raggiungimento di questo obbiettivo che confidiamo sarà coronato anche a livello nazionale. La Pediatria di Padova è un’eccellenza di rilievo internazionale, un vero fiore all’occhiello della sanità veneta.  Lo è non solo nella cura ma anche nella ricerca: un faro riconosciuto di didattica e conoscenze a beneficio dei piccoli pazienti che alla struttura fanno riferimento da un bacino ben più ampio di quello regionale”.

“La nostra attenzione a questa realtà è massima – prosegue l’Assessore -. Negli ultimi mesi la Regione ha stanziato 61 milioni di euro per realizzare la nuova Pediatria dell’Azienda ospedaliera padovana ed ha ottenuto dalla conferenza Stato Regioni l’approvazione di un finanziamento di quasi 9 milioni per la realizzazione di un hospice pediatrico moderno e innovativo.  Sono tutte azioni che sottolineano l’importanza della struttura. Una realtà sanitaria che con il riconoscimento di cui abbiamo completato la parte di competenza della Regione, avrà un ruolo ancora più centrale e primario”.

La Pediatria di Padova, infatti, oltre a garantire una tempestiva risposta ai bisogni di cura generali dei bambini del territorio locale e delle aree limitrofe, riveste il ruolo di riferimento in ambito regionale e sovraregionale nella presa in carico e gestione per pazienti pediatrici affetti per la maggior parte da malattie e/o da condizioni rare che richiedono specifiche risorse dedicate e competenze professionali, tecniche e strumentali in un contesto di elevata integrazione tra le diverse Unità Operative del Dipartimento.

Per quanto riguarda l’area tematica “Malattie rare e ad alta complessità biotecnologica”, presso l’Azienda Ospedale-Università di Padova nell’area medica e chirurgica vengono presi in carico e trattati, anche attraverso la somministrazione di terapie avanzate, pazienti che presentano malattie rare e patologie ad alta complessità

dal punto di vista clinico, diagnostico e terapeutico in quanto sono spesso ad espressione multiorgano e richiedono un approccio integrato di numerosi specialisti.

Articoli correlati
Slide-mainTutela del CittadinoVenetoViabilità

Cinque incidenti tra mezzi pesanti in A4: un ferito

1 minuti di lettura
Vigili del Fuoco impegnati dalle 16.00 di oggi, martedì 7 febbraio, per cinque diversi incidenti tra mezzi pesanti in A4 dal km…
AttualitàEsteriSlide-main

Un Veneto tra i dispersi del terremoto in Turchia

2 minuti di lettura
Si chiama Angelo Zen e i familiari non hanno sue notizie da domenica scorsa, 5 febbraio. Continua ad aggravarsi il bilancio delle…
LavoroMarca TrevigianaSlide-main

Carabinieri: tre attività sospese nel settore dell’edilizia in provincia di Treviso

2 minuti di lettura
Il Nucleo Ispettorato Carabinieri del Lavoro di Treviso, in collaborazione con le articolazioni territoriali del Comando Provinciale Carabinieri, ha svolto nei giorni…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio