Competitività, investimenti, innovazione continua… Euromec2 festeggia il suo 35° compleanno

Ospite d’onore il “signore degli anelli” Jury Chechi

Quest’anno Euromec2 festeggia il suo 35° compleanno. L’azienda, attiva sul mercato dal 1985, oggi è partner INNOTEC di riferimento per oltre 25.000 aziende nel mondo dell’Automotive e della Mobilità, dell’Industria e dell’Artigianato in tutta Italia.

L’azienda distribuisce in esclusiva nazionale il marchio della multinazionale belga PCS Innotec International NV, che sviluppa e produce prodotti innovativi per uso professionale, cioè efficienti soluzioni tecnico-chimiche per la manutenzione, l’installazione, la riparazione.

L’allargamento a livello Italia è un importante e recente salto di qualità che apre interessanti e a tratti ancora inesplorati orizzonti. Un notevole passo avanti che nasce dall’esperienza acquisita e dagli ottimi risultati ottenuti nel Nord Est in termini di distribuzione e fatturato consolidato.

I settori di applicazione sono molteplici:

Automotive
Mobilità e Nautica
Industria e manutenzione industriale
Edilizia
Idraulica ed elettrotecnica
Agricoltura e agroalimentare
Artigianato

Mondo auto e moto, mondo grande industria, mondo piccole e medie imprese e mondo artigiani sono gli interlocutori, ai quali Euromec2 propone soluzioni ad elevato contenuto tecnologico e formazione a 360°.
Un servizio completo, dalla A alla Z; una gamma che si concretizza in sigillanti e mastici, primer, rivestimenti, vernici, grassi e lubrificanti, pulitori, nastri e prodotti autoadesivi, assortimento elettrico, prodotti per la riparazione, kit completi ed accessori per uso professionale. E, soprattutto, in un team altamente formato per trasferire la giusta competenza alle aziende clienti e ai loro operatori, attraverso il team ACADEMY.

I due macro settori di attività sono seguiti in modo diretto da ciascuno dei due fratelli Falcier, Carlo e Paolo, figli del fondatore Mario. Un’azienda di tipo commerciale, quindi, che fa del servizio, della consulenza e del lavoro di squadra le proprie attività strategiche.

Proprio per offrire alla rete commerciale e ai collaboratori dei vari reparti un’esperienza di valore universale, EUROMEC2 quest’anno ha deciso di invitare un personaggio del mondo dello sport che, diciamo, qualche soddisfazione, nella sua vita se l’è tolta.

Fa parte di una manciata di fenomeni italiani indimenticabili: l’indiscusso “signore degli anelli” JURY CHECHI, il più grande campione tricolore della ginnastica mondiale, icona dello sport sano, vanto ed orgoglio d’Italia in tutto il mondo.

Fresco cinquantenne (è nato l’11 ottobre 1969), ma con spirito, simpatia e arguzia da eterno ragazzo.

6 titoli italiani, 4 europei, 5 mondiali consecutivi, ORO alle Olimpiadi di Atlanta 1996 e BRONZO alle Olimpiadi di Atene 2004. Gare che tutti ricordano con commozione e che sono ormai entrate nell’immaginario collettivo.

È simbolo indiscusso per i trionfi, ma lo è anche per i ritorni dopo gli infortuni. Insomma è la dimostrazione che davvero l’impegno, la perseveranza, la pazienza, il lavoro, la disciplina, l’organizzazione portano a grandi risultati.

Dalla Palestra Etruria di Prato, dove è approdato bambino dopo aver sfasciato divani e lampadari di casa facendo disperare la mamma, al più grande palcoscenico del mondo: i giochi olimpici.

Jury, la sorpresa che Paolo e Carlo Falcier hanno riservato ai loro collaboratori e alle persone che gravitano intorno all’azienda, è stato il fulcro del pranzo di fine anno 2019 venerdì 20 dicembre presso il Ristorante Ca’ Muliner di Azzano Decimo dove, al primo piano, interamente riservato all’azienda, ha parlato della propria vita personale e professionale e lanciato dei messaggi di importanza cruciale:

  • Lavorare sempre in ottica di eccellenza
  • Cercare di fare la differenza nel proprio ambito di competenza
  • Cogliere le opportunità dalle difficoltà.

Perché un traguardo, ogni traguardo, si raggiunge senza fretta, ma senza sosta.

Jury, già amico di lunga data di Portogruaro (ha partecipato alla manifestazione di successo “Un campione per amico”, grande evento itinerante dedicato ai bambini della scuola primaria insieme a Ciccio Graziani, Adriano Panatta e Andrea Lucchetta, e collabora attivamente con l’associazione sportiva “Arte Danza”), riconferma il suo legame con la città scegliendo un evento aziendale che sposa i suoi valori e la sua filosofia.

La sorpresa ha ottenuto l’effetto desiderato: la sala è rimasta come sospesa nell’ascolto delle sue parole, tutti hanno voluto la foto e l’autografo, e una nota TV locale ha intervistato il pluricampione.

Commenta la news

commenti

Redazione Il Nuovo Terraglio

Condividi
Pubblicato da
Redazione Il Nuovo Terraglio

Articoli Recenti

Trastevere, Aldo Fabrizi, Sora Lella, Trilussa.

Tutto torna nell'ultimo lavoro, riuscito, di Gianni Di Gregorio.(Indimenticabile il suo "Pranzo di Ferragosto"). Il quartiere del cuore del regista…

6 ore ago

Coronavirus: riunione emergenza a Marghera

Questa mattina e in corso presso la sede della protezione civile a Marghera una riunione su emergenza coronavirus. Alla riunione…

11 ore ago

Primi casi di coronavirus in Veneto: due nel padovano ed uno nel veneziano

Il coronavirus, la peste partita dalla Cina, è arrivato in casa nostra.   I primi due casi accertati in Veneto…

13 ore ago

Ultima visita guidata alla mostra “COLORE COME ILLUSIONE. Grafica, pubblicità, manifesto”

Domenica 23 febbraio, alle ore 15.00, il Museo nazionale Collezione Salce di Treviso, in collaborazione con l'associazione culturale Heritage Italy, propone una visita…

13 ore ago

Assalto ai dispositivi bancomat all’estero: arrestati tre soggetti

Avevano assaltato più istituti di credito in Belgio nel 2019, ma erano già nel mirino delle indagini in atto dei…

13 ore ago

A Treviso parte il corso di reportage rivolto agli studenti delle superiori

Una scuola di reportage che proponga ai ragazzi di alcune scuole trevigiane la chiave per interpretare il tempo cui viviamo.

13 ore ago