Categorie: DigitalSlide-main

Come la gamification è entrata nella vita di tutti i giorni

Livelli, obiettivi, narrazione. Il gioco è intorno a noi, non solo sul pc o sullo smartphone, ma anche sul posto di lavoro

 

Jesse Schell è seduto sulla sua poltrona, sul palco del D.I.C.E. Summit, a Las Vegas. Sta parlando in qualità di esperto di game design e sta spiegando di come i giochi stiano entrando sempre di più nella vita reale. È il febbraio 2010, nel giro di qualche anno quelle sue parole faranno scuola. Jesse Schell infatti sta parlando di una cosa ben precisa senza però citarla, neanche una volta: sta parlando di gamification, un termine che in italiano potremmo tradurre con ludicizzazione. Cosa vuol dire? Si tratta di un termine che consente di ricreare nella vita reale alcune dinamiche tipiche dei videogame: missioni, premi, livelli, riconoscimenti.

 

Un concetto ibrido e innovativo, un fenomeno che in pochi anni si sta diffondendo sempre di più e che oggi è un trend universale. Le grandi aziende mondiali, che hanno almeno una volta utilizzato la gamification nelle proprietà attività di business, sono oltre il 70% e tra 2010 e 2018 il giro di affari, in questo senso, è passato da 0 a 5.5 miliardi di dollari.

 

In origine furono le slot machine a sfruttare queste dinamiche. Tra i primi marchi in Italia a portare la gamification, come scrive Gaming Report, c’è senza dubbio Star Casinò, che prima degli altri ha capito come videogame e slot abbiano alcune skills in comune. Innanzitutto le visual and audio rewards, ovvero le congratulazioni visive e auditive che scattano al termine di ogni livello raggiunto. Questi effetti, apparentemente innocui e inutili, riescono invece a stimolare i recettori del piacere del cervello, facendo crescere la soddisfazione del giocatore e spingendolo al prossimo obiettivo. Altro meccanismo tipico della gamification applicata ai giochi è quello del near miss, ovvero le scuse, le illusioni che si creano istintivamente nella nostra testa per convincerci che, al prossimo tentativo, riusciremo a superare il livello.

 

Ma la gamification è applicabile anche in altri settori, come in quello della formazione manageriale, che si fa sempre più sofisticata e deve rispondere anche a metodologie di apprendimento valide. Come? Soprattutto attraverso due strade. La prima è quella dell’aderenza tra esperienza e realtà nelle metodologie interattive. Qui l’indicatore più efficace è lo stato di flusso, ovvero il flow, che vive chi partecipa all’esperienza, con il ritmo, la pressione e l’impatto delle scelte che diventano elementi fondamentali per creare immersione. Accanto a questa strada, c’è quella della narrazione, di quello storytelling che diventa anche il modo migliore per sperimentare decisioni e comportamenti che richiedono una assunzione di responsabilità e capacità di leggere la situazione.

 

Dai videogame fino alle decisioni manageriali, passando per le slot e tanto altro. Perché la vita, in fondo, va presa come un gioco. Un gioco serio.

Questo giornale è gratuito ma, se vuoi, puoi sostenerlo donando un piccolo contributo di 1 euro al mese, impostando un pagamento periodico a questo link.

Commenta la news

commenti

Ultima modifica il 30 Ottobre 2020 18:01

Redazione Il Nuovo Terraglio

Leave a Comment
Condividi
Pubblicato da
Redazione Il Nuovo Terraglio

Articoli Recenti

Da Treviso a Roma con gli atleti ipovedenti. La nuova sfida di Bernardo Bernardini

È stato presentato questa mattina, presso il Cento Direzionale di CentroMarca Banca di Treviso, il…

% giorni fa

Domenica 20 giugno il rientro alla Basilica della Salute della reliquia di Sant’Antonio

Domenica 20 giugno il rientro alla Basilica della Salute della reliquia di Sant’Antonio attraverso un…

% giorni fa

Mestre. Multa di 17.000 euro al bar “Centrale”

Il bar Centrale in piazza Donatori di Sangue è stato multato con 17.000 euro dai…

% giorni fa

Jesolo, ordine pubblico ed eccessi da parte di gruppi di giovani

ORDINE PUBBLICO, IL SINDACO INCONTRA LE FORZE POLITICHE Nella mattinata di venerdì 18 giugno il…

% giorni fa

Mogliano. Tagliati alcuni oleandri sul Teraglio

  In questi ultimi giorni sono stati tagliati molti oleandri lungo il Terraglio all’altezza del…

% giorni fa

Covid: confermato per fine setimana limite consumo alimentari e bevande solo al tavolo

In continuità con quanto stabilito con il provvedimento firmato per lo scorso fine settimana, un'ordinanza…

% giorni fa