Home / Cultura  / Istruzione  / Collegio Pio X. Tutti promossi i 12 candidati dell’International

Collegio Pio X. Tutti promossi i 12 candidati dell’International

C’è anche una eccellenza a livello mondiale: Matilde Colledan   Dalla sede centrale di Ginevra sono arrivati al Collegio Pio X i risultati della sessione di maggio 2020 dell’International Baccalaureate Diploma Programme (IBO Diploma Programme). Tutti i

C’è anche una eccellenza a livello mondiale: Matilde Colledan

 

Dalla sede centrale di Ginevra sono arrivati al Collegio Pio X i risultati della sessione di maggio 2020 dell’International Baccalaureate Diploma Programme (IBO Diploma Programme). Tutti i 12 canditati del Pio X International sono stati promossi e hanno conseguito una media complessiva di 33 punti, e l’83% di essi ha totalizzato più della media mondiale che è di 30 punti. C’è anche un prestigioso 40 punti.
Ecco i nomi della magnifica dozzina: Samuel Angelo Burgazzi, Kevin Cattarossi, Matilde Colledan, Jamie Andrew Conway, Laura Dal Pont, Mariavittoria Danieli, Natalia Gomez, Alberto Moretti, Leonardo Peracin, Sebastiano Maria Persico, Sam Yang Simoni e Anna Vaccari.

 

I risultati del collegio trevigiano si collocano in un quadro preciso, fornito dalla stessa Organizzazione del Baccalaureato. Nel mondo sono stati infatti circa 87mila i giovani che si sono presentati a questo appuntamento che apre le porte alle migliori università, e i promossi sono stati l’80%. “Il fatto che tutti i nostri candidati siano stati promossi è già un primo risultato di prestigio, che fa onore alla scuola e al corpo docenti che li hanno seguiti con dedizione e competenza assoluta”, ha detto la professoressa Claudia Placidi, coordinatrice del Diploma Programma al Pio X International, “cui va aggiunto quel voto 40 su 45 di Matilde Colledan. Nel mondo circa il 9% dei promossi ottiene un voto compreso tra il 40 e il 45, e Matilde si colloca quindi tra le eccellenze a livello mondiale. Un ottimo segnale anche per la nostra scuola”. I due terzi della classe ha scelto di proseguire gli studi in una università all’estero soprattutto per medicina ed economia, gli altri quattro in Italia: due sono iscritti alla Bocconi di Milano e due studentesse studieranno medicina in Italia.

 

Anche Matilde Colledan, originaria di Meduna di Livenza e residente a Treviso, promossa con 40 su 45, ha deciso per una università estera. Il suo profilo di studi è stato quello scientifico e tra le materie presentate all’esame spicca matematica alto livello con una tesina sull’algoritmo di encriptazione, in cui dimostra in che modo la difficoltà di decriptazione aumenta con l’aumentare della dimensione della password. Le altre sue materie di esame sono state letteratura italiana, letteratura inglese, biologia, storia alto livello e fisica alto livello. E’ già iscritta all’università di Manchester per la laurea in matematica. Non racconta quale progetto abbia nel cuore da realizzare dopo la laurea. “Intanto penso a laurearmi”, ha detto Matilde. Scaramanzia o complessità di decriptazione?
Gli esami si sono svolti nel mese di maggio, nel contesto della pandemia, quindi non in presenza. Su richiesta della sede centrale di Ginevra, ogni scuola ha inviato per ciascuno studente e per ciascuna materia, un lavoro autonomo del candidato, e la documentazione relativa ai risultati conseguiti nel corso dell’anno. In base al profilo storico-accademico della scuola e alla sua affidabilità nella presentazione dei candidati stessi, l’IBO ha poi definito il voto finale. Quindi, come l’IBO tiene a precisare, la valutazione si è mantenuta coerente e imparziale a livello mondiale, ma quest’anno le circostanze create dal Coronavirus hanno assegnato un ruolo di maggior peso del solito anche alla scuola e alla sua storia. L’IBO promuove e riconosce formalmente, ancora una volta, il quinto anno di successi del Pio X International di Treviso.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni