Slide-mainVenezia

Cimitero di Chirignago: approvato il ripristino delle cappelle di famiglia e dei loculi perimetrali dei campi inumatori

1 minuti di lettura

La Giunta comunale, su proposta dell’assessore ai Lavori pubblici Francesca Zaccariotto, ha approvato nell’ultima seduta il progetto definitivo per il ripristino funzionale di 24 cappelle di famiglia e di 28 loculi perimetrali dei campi inumatori del cimitero di Chirignago.
 
L’intervento prevede un impegno di spesa di 562mila euro e risponde a una richiesta dei proprietari dei loculi soggetti a infiltrazioni d’acqua piovana e cedimenti a causa della neve caduta nel febbraio del 2013 e nel dicembre del 2014 che hanno provocato un collasso e il conseguente crollo delle pensiline installate a copertura dei loculi.
 
La delibera approvata dalla Giunta, non prevede il totale rifacimento delle strutture distrutte, ma un intervento mirato destinato a ripristinare il corretto utilizzo dei loculi e alle tombe di famiglia e a garantire la sicurezza di chi va a far visita dei propri cari. I tempi prevedono, ora, il bando di gara per l’assegnazione dei lavori entro il mese di ottobre e l’avvio dell’intervento a partire dalla primavera del 2019.
 
“Quando abbiamo fatto un sopralluogo nel cimitero di Chirignago assieme al sindaco Luigi Brugnaro l’agosto dello scorso anno, molti cittadini e familiari dei defunti che riposano nelle tombe e nei loculi hanno avvicinato il primo cittadino pregandolo d’intervenire per sanare una situazione davvero disastrosa – è il commento di Francesca Zaccariotto – Le cappelle di famiglia sono sempre state oggetto di problemi di infiltrazioni come anche i loculi. Oggi, purtroppo, possiamo solo rimediare ad un progetto nato male con un intervento che la gente si aspettava da tempo come rimedio. Una sensibilità e un impegno che questa Giunta conferma di avere di fronte a richieste che arrivano direttamente dai cittadini”.
 
Nel particolare il progetto prevede un risanamento delle tombe danneggiate dalle infiltrazioni d’acqua, l’innalzamento della parte superiore dei loculi con una nuova copertura con forma di cornice sagomata a forma di tettoia per ripararli dall’esposizione diretta all’acqua piovana. Verrà, poi, posata una guaina impermeabile in poliestere, rifatto il massetto in cemento e quindi sarà fissato un cordolo in calcestruzzo con una copertura in acciaio inox per evitare nuove infiltrazioni e il ripetersi del problema.

Articoli correlati
La terza paginaSlide-main

Cerca bene in te stesso ciò che vuoi essere, poiché è tutto ciò che puoi diventare

1 minuti di lettura
La ricerca della genesi, ovvero l’origine, quel processo di creazione, formazione e successiva trasformazione dell’uomo e delle cose delle quali si circonda,…
IstruzioneRoncadeSlide-mainSociale

Roncade, 180mila euro a sostegno della prima infanzia

2 minuti di lettura
L’assessore Moro: «Abbiamo previsto un contributo di 750 euro per bambino, oltre ad un fondo ad hoc per sostenere gli studenti con…
Italia MondoNewsSlide-mainSport

Infinito Giappone

2 minuti di lettura
Giappone – Spagna 2 a 1. Non ci credeva nessuno, nemmeno loro. Solo una persona, il Commissario tecnico Hajime Moriyasu, con una…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio