AttualitàCulturaSlide-main

CIMBA riapre le porte a 50 studenti americani

2 minuti di lettura

Dopo due anni di stop gli americani sono tornati al Campus di Pieve del Grappa

Dopo due anni di fermo, gli studenti americani sono tornati al Campus CIMBA di Pieve del Grappa, portando una ritrovata atmosfera di internazionalizzazione e scambio culturale.

Martedì 18 gennaio cinquanta ragazzi tra i 20 e i 23 anni provenienti da quindici università diverse degli States sono stati accolti dai docenti e dallo staff CIMBA, la business school americana specializzata nello sviluppo della leadership attraverso le neuroscienze, dove risiederanno per le intere dodici settimane previste dal programma.

Oltre a seguire i corsi previsti di Marketing, Finanza, Business, Management e iniziative specifiche atte a migliorare le capacità di leadership e di lavoro in team, i giovani studieranno anche la lingua italiana per poter vivere al meglio l’intera esperienza nel Bel Paese.

Ad incentivare questo, anche le attività previste dalla scuola per scoprire la cultura e il territorio, dalle visite nelle aziende locali per studiare il modello imprenditoriale italiano, alle iniziative che li vedranno coinvolti nelle comunità del Grappa, tra cene, degustazioni di prodotti enogastronomici tipici ed esperienze inimmaginabili per chi è cresciuto nelle grandi città americane.

Una classe di studenti americani a lezione nel Campus CIMBA

“Siamo felici di poter ospitare nuovamente gli studenti americani e rirendere le nostre attività che si sono fermate nel marzo 2020 e guardiamo con ottimismo all’estate. I ragazzi e i docenti tutti vaccinati, potranno seguire le lezioni rispettando tutti i protocolli di sicurezza. Già questo fine settimana andranno alla scoperta del nostro territorio, Asolo, Possagno e Bassano del Grappa” racconta Cristina Turchet, direttrice della scuola.

Nayeli Ortiz è una delle studentesse arrivate dall’Arkansas e ha 21 anni “Sono venuta qui perché sapevo che il programma di Business è molto buono e non vedo l’ora di imparare come funziona il mondo del Business in Italia. È anche la mia prima volta fuori dagli USA e così lontano da casa, quindi sono emozionata all’idea di fare esperienza di una cultura diversa, incontrando persone nuove per diventare più indipendente, conoscere meglio la cultura locale e uscire dalla mia zona di comfort”.

CIMBA ha adottato tutte le procedure necessarie per contrastare la pandemia in corso, durante i momenti di attività accademica ed extracurricolare. Tutti studenti hanno ricevuto la dose booster di vaccino e saranno, quindi, dotati di Super Green Pass per tutto il periodo di permanenza in Italia, facilitando così i rapporti di scambio tra le due culture.

Articoli correlati
SaluteSlide-mainVeneto

Diabete. A Padova la nuova frontiera per la terapia cellulare

1 minuti di lettura
La Giunta regionale del Veneto, con una delibera approvata su proposta dell’Assessore alla Sanità, ha istituito presso l’Azienda Ospedaliera di Padova il…
AttualitàCulturaNewsSlide-mainZero Biscuit

Ci lascia Ciriaco De Mita

1 minuti di lettura
Aveva 94 anni e proprio questa mattina ci ha lasciato in punta di piedi, senza frastuono come di suo stile. Ciriaco De…
Slide-mainSocialeVeneto

Anche gli anziani della casa di riposo ‘San Giorgio’ di Marcon dipingono i sassi del sorriso

1 minuti di lettura
Nelle ultime settimane gli anziani della casa di riposo ‘San Giorgio’ di Marcon, gestita da Sereni Orizzonti, hanno aderito alla catena di…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!