MestreSlide-mainSostenibilitàTrevisoTutela del CittadinoVenetoViabilità

“Cav in Piazza”: sicurezza stradale, ambiente, innovazione e mobilità del futuro

2 minuti di lettura

Appuntamento nei primi tre sabati di ottobre nelle principali piazze di Mestre, Treviso e Padova. Un ciclo di incontri pensato per portare tra la gente uno spaccato del mondo della autostrade, presentando le più moderne tecnologie applicate alla sicurezza e alla sostenibilità delle infrastrutture. Quest’anno le giornate saranno incentrate in particolare sul tema della sicurezza stradale. L’iniziativa è sviluppata da Cav in collaborazione con la Polizia Stradale del Veneto.

Si comincia sabato 1 ottobre con l’evento di Mestre, che si terrà in piazzetta Coin dalle 9 alle 18. Saranno presenti le donne e gli uomini di Cav e delle sezioni della Polizia Stradale del Veneto, per presentare le figure, i mezzi e i dispositivi che ogni giorno operano per garantire sicurezza, regolarità del traffico e assistenza ai viaggiatori, ma soprattutto per lanciare una nuova campagna di prevenzione degli incidenti stradali e di promozione dei corretti comportamenti di guida.

L’incontro diventa l’occasione per conoscere, tra le altre cose, come funziona un casello autostradale, perché il telepedaggio può aiutare a perseguire la sicurezza degli utenti, per capire come i droni possono monitorare traffico e infrastrutture, per scoprire come operano la Polizia Stradale e la sala che gestisce ogni tipo di intervento e segnalazione in autostrada. 

Il personale di Cav e agenti della Polstrada saranno a disposizione per spiegare i comportamenti corretti da tenere alla guida, con prove e simulatori. Si parlerà anche dei progetti di mobilità autonoma e sostenibile, come le e-Roads, le autostrade intelligenti e connesse e Hyper Transfer, il nuovo sistema di trasporto ultraveloce a guida vincolata che potrebbe diventare realtà nei prossimi anni in Veneto.

Cav porterà in piazza mezzi e strumentazioni in uso, come la Mobile Control Room (il centro operativo mobile di CAV), il drone utilizzato per il monitoraggio delle infrastrutture e del traffico e la Mobile Info Service, l’unità mobile di assistenza viaggiatori impiegata per portare fuori dalla sede di Mestre i servizi all’utenza. Si potrà, per esempio, richiedere il telepass o chiedere informazioni in merito. Anche la Polizia presenterà i propri mezzi e le attività con le quali garantisce ogni giorno la sicurezza stradale lungo la grande viabilità del Veneto.

Il tour delle piazze venete, tra l’altro, introduce un rinnovato impegno di CAV sul fronte dell’educazione stradale: nell’ambito del Protocollo d’intesa firmato tra la Regione del Veneto, l’Ufficio scolastico regionale, le concessionarie autostradali e i gestori stradali veneti, CAV proporrà nei prossimi mesi più giornate formative sulla sicurezza stradale rivolte alle classi terze degli istituti superiori delle tre province, coinvolgendo direttamente i ragazzi di 16/17 anni, che stanno per approcciarsi al conseguimento della patente di guida.

Nelle tre giornate di “CAV in Piazza”, quest’anno organizzate di sabato, per avvicinare soprattutto famiglie e giovani, Concessioni Autostradali Venete e Polizia Stradale allestiranno nel cuore delle tre città capoluogo un’esposizione di mezzi di servizio e storici, coinvolgendo il proprio personale, presentando le principali procedure operative e svelando le tecnologie utilizzate e quelle allo studio per garantire la miglior sicurezza possibile.

Ma soprattutto – spiega Cavpersonale di CAV e agenti della Polstrada saranno a disposizione per spiegare i comportamenti corretti da tenere alla guida, con prove e simulatori. Focus anche sui progetti, solo apparentemente futuristici, di mobilità autonoma e sostenibile, come le e-Roads, le autostrade intelligenti e connesse di CAV e Hyper Transfer, il nuovo sistema di trasporto ultraveloce a guida vincolata, che potrebbe diventare realtà nei prossimi anni in Veneto“.

Per presentare tutto questo, CAV porterà in piazza mezzi e strumentazioni in uso, come la Mobile Control Room (il centro operativo mobile di CAV), il drone utilizzato per il monitoraggio delle infrastrutture e del traffico e la Mobile Info Service, l’unità mobile di assistenza viaggiatori impiegata per portare fuori dalla sede di Mestre i servizi all’utenza. Anche la Polizia presenterà a grandi e piccoli i propri mezzi e attività con le quali garantisce ogni giorno la sicurezza stradale lungo la grande viabilità del Veneto.

credits foto https://www.cavspa.it/it/

Articoli correlati
JesoloSlide-main

Sicurezza, a Jesolo avviata la discussione sul controllo di vicinato

1 minuti di lettura
L’amministrazione ha iniziato gli incontri con i comitati cittadini. Calendarizzato un appuntamento congiunto a dicembre. Obiettivo: definire un regolamento. L’amministrazione comunale ha…
SaluteSlide-mainVeneto

Covid. Nuovo piano di sanità pubblica in Veneto

2 minuti di lettura
La Giunta regionale, su proposta dell’Assessore alla Sanità, Manuela Lanzarin, ha approvato un ulteriore aggiornamento del proprio Piano di Sanità Pubblica dal…
AmbienteIstruzioneSlide-mainVenezia

Ri-Party-Amo dalle università: il 1° dicembre a Ca' Foscari

3 minuti di lettura
A Venezia il quarto degli 8 workshop nelle Università italiane previste dal progetto Ri-Party-Amo. Prosegue il calendario delle attività per formare i…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio