CasierSlide-mainSostenibilità

Casier sempre più verde e sicura. Rimosso il pioppo pericoloso per i bambini dell’asilo

3 minuti di lettura

Tutela, manutenzione e ripristino del patrimonio arboreo. Sicurezza per il cittadino. Sostenibilità, riciclo e riuso. Il legno degli alberi tagliati andrà all’Istituto Comprensivo per progetti didattici.

Riqualificazione del patrimonio, verde comunale, messa in sicurezza delle piante ammalorate, incremento delle alberature del territorio: l’aumento degli interventi previsti nel 2022 dimostra la crescente attenzione dell’amministrazione comunale verso l’ambiente, il verde e i suoi cittadini.

Va in questa direzione la volontà dell’amministrazione di piantumare circa 170 nuove piante per sostituire e incrementare il patrimonio arboreo con piante autoctone, mellifere e, laddove fattibile, studiandone una migliore collocazione. Va ricordato, infatti, che Casier è comune amico delle api, e che proprio martedì scorso sono stati seminati 5mila metri quadrati di fiori ed erbe a loro dedicati.

Il progetto del patrimonio arboreo comunale consta di nuove piantumazioni ma anche e soprattutto della tutela, la manutenzione e la messa in sicurezza di quello esistente, monitorando le piante potenzialmente pericolose per la comunità casierese.

Per questo, l’amministrazione ha commissionato allo studio C.A.F. S.a.s. un’indagine di stabilità sulle alberature del territorio, eseguite tra marzo e aprile 2022 dallo specialista Dottore Agronomo Giovanni Claudio Corrazzin. L’esito delle perizie ha evidenziato la necessità di procedere con la rimozione di una pianta in Piazza Guglielmo Marconi, una pianta all’intersezione tra via Peschiere via Santi, alcune piante in via Zermanese e in via Ilaria Alpi a causa delle gravi condizioni di pericolosità evidenziate dall’agronomo.

IL PIOPPO PERICOLOSO PER I BAMBINI DELL’ASILO. La questione più urgente riguarda il pioppo bianco di piazza Guglielmo Marconi a Dosson di Casier, proprio di fronte alla scuola dell’infanzia “San Pio X”, al cui abbattimento si è provveduto questa mattina.

“I motivi che hanno decretato la necessità di abbattere quanto prima quest’esemplare di Populus alba di grosse dimensioni che vegeta nell’aiuola di confine tra il parcheggio della chiesa di Dosson e il cortile della scuola dell’infanzia “San Pio X” – spiega nella perizia il Dottore Agronomo Giovanni Claudio Corrazzinva rilevata nella presenza di un’abbondante quantità di corpi fruttiferi di Ganoderma sp. Tale patogeno, sfortunatamente molto diffuso in ambiente urbano, è un agente degradatore dei tessuti legnosi, spesso è causa di marciume radicale (non sempre con manifestazione di sofferenza in chioma) ed è una delle principali cause di cedimento degli alberi cittadini. Il fungo normalmente aggredisce la pianta attraverso vecchie lesioni, soprattutto radicali. In questo pioppo, l’infezione si è sviluppata principalmente nei settori nord ed est del fusto, zone in cui i tessuti strutturali sono in completo disfacimento sia nel cilindro centrale della pianta, sia nei contrafforti (…). Tuttavia, tra i due settori contrapposti si è generata una faglia di scivolamento tra i tessuti compressi (lato dell’inclinazione sud-ovest) e quelli tesi (nord-est). La scarsa capacità strutturale dei tessuti tesi sta provocando una progressiva accentuazione della discontinuità longitudinale. In caso di anomala sollecitazione o in caso di combinazione di eventi ordinari concatenati, la pianta rischia di cedere per delaminazione (rottura con piano longitudinale) e, visto il luogo particolarmente sensibile in cui si trova, non possiede i requisiti di sicurezza richiesti”.

In sintesi l’albero, già inclinato verso l’asilo, se non rimosso rischierebbe di cadere con tutte le conseguenze del caso. “La nostra amministrazione ha a cuore il verde del territorio ma deve anche assumersi la responsabilità della sicurezza dei cittadini. Quest’intervento è un atto dovuto, perché punta prima di tutto alla salvaguardia dei nostri bambini e della struttura parrocchiale”, spiega il sindaco Renzo Carraretto.

Stiamo lavorando per rendere Casier sempre più verde – continua il vicesindaco con delega all’ambiente Andrea Marton. Per questo, a fronte dell’abbattimento delle piante ammalorate, abbiamo già previsto la sostituzione delle piante in via Zermanese e la messa a dimora di 24 nuove piante nelle aiuole rimaste, da anni, vuote. Altre dieci piante sono previste in Piazza Leonardo Da Vinci e nelle vie di accesso. Anche in questo caso, andremo a sostituire piante non ripristinate in precedenza”.

Inoltre, nell’ambito della riqualificazione del percorso ciclo-pedonale che collega i centri di Casier e Dosson, è prevista la messa a dimora di 105 nuove piante. In corrispondenza del canale Dosson, invece, in coordinamento con le autorizzazioni rilasciate dalla Provincia di Treviso, è programmato l’abbattimento di cinque piante che occludono l’alveo del vicino fosso e presentano numerosi rami di grosse dimensioni che si protendono sopra la careggiata della Strada Provinciale SP104.

LA NUOVA VITA DEL LEGNO. Tutela, manutenzione e ripristino del patrimonio arboreo, sicurezza per il cittadino ma anche sostenibilità, riciclo e riuso. Le parti recuperabili degli alberi tagliati, infatti, saranno donate all’Istituto Comprensivo, come tra l’altro richiesto dalla dirigente scolastica, affinché possano essere riutilizzate non solo a fini di studio ma anche di riciclo e riuso attraverso specifiche attività che coinvolgeranno insegnanti e alunni. 

Articoli correlati
Slide-mainSport

Asia D’Amato scrive la storia: è la nuova campionessa d’Europa all-round

1 minuti di lettura
Ginnastica artistica. Asia D’Amato come Vanessa Ferrari, 15 anni dopo. Era dal 2007 che un’italiana non vinceva la medaglia d’oro agli Europei…
Slide-mainSport

Italia prima nel medagliere. La staffetta 4x200 sl è argento

1 minuti di lettura
“Spinti dal pubblico di Roma ma spinti anche tra di noi”: la staffetta azzurra 4×200 stile libero è argento. Il romano Lorenzo…
Slide-mainSport

400 misti: Razzetti oro. Il vicentino Matteazzi bronzo

1 minuti di lettura
Non importa se vi piaccia il nuoto o no, quando un azzurro scende in vasca l’adrenalina sale. Per chi ama lo sport,…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!