Slide-mainTrevisoTutela del Cittadino

Carabinieri, servizio coordinato a largo raggio nella Marca

3 minuti di lettura

I Carabinieri del Comando Provinciale di Treviso hanno svolto nelle ore scorse un servizio coordinato a largo raggio di controllo del territorio.

Una settantina i militari dell’Arma in forza alle Stazioni e ai Nuclei Operativi e Radiomobili delle Compagnie di Treviso, Conegliano, Castelfranco Veneto, Montebelluna e Vittorio Veneto impegnati in una specifica attività di prevenzione e contrasto dei reati e di controllo della circolazione stradale nella “Marca” trevigiana: complessivamente 210 i veicoli controllati e 300 le persone identificate.

Quattro le persone tratte in arresto :

  • un 61enne del montebellunese associato alla casa circondariale di Treviso su provvedimento emesso dall’ufficio di sorveglianza di Venezia a seguito delle reiterate violazioni all’affidamento in prova cui il prevenuto era sottoposto dal marzo del 2021 e che i militari dell’Arma avevano puntualmente riscontrato e refertato all’Autorità Giudiziaria;
  • un 20enne dimorante a Castelfranco Veneto (TV) colpito da un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Venezia poiché condannato alla pena di 1 anno e 4 mesi di reclusione per rapina aggravata in concorso, reato commesso nel maggio del 2020 nel centro della “Castellana” quando, sotto la minaccia di una bottiglia in vetro, il giovane aveva sottratto a uno studente 15enne del luogo la bicicletta, una modesta somma in denaro e alcuni gettoni di sala giochi, venendo tuttavia, nella circostanza, bloccato e arrestato dai Carabinieri insieme ai suoi complici, in flagranza di reato;
  • un 19enne sorpreso fuori dall’abitazione dove era stato posto agli arresti domiciliari, presso una tabaccheria – edicola del coneglianese, senza giustificato motivo (il giovane è stato nuovamente sottoposto, nelle more di eventuali, ulteriori provvedimenti dell’A.G., a regime di detenzione domiciliare);
  • un 21enne che all’esito di un blitz operato alle prime luci dell’alba di oggi dai militari dell’Arma a Roncade (TV), è stato trovato in possesso, presso la propria dimora, di 4 ovuli di hashish per un peso complessivo di quasi 40 grammi e di una busta con una trentina di grammi di marijuana. Il giovane – rimesso successivamente in libertà non sussistendo ulteriori esigenze cautelari – teneva pure in casa, senza giustificato motivo, due lunghe mazze da baseball in legno ed in metallo che gli sono state sequestrate unitamente alla droga.

Altri due soggetti sono stati denunciati per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente : un 31enne dimorante nella zona del Montello, già noto alle Forze dell’Ordine, che a seguito di perquisizione personale e domiciliare d’iniziativa è risultato detenere 70 grammi di marijuana e un 20enne di Castelfranco Veneto (TV) che a casa teneva una decina di grammi di hashish oltre al tipico kit per la pesatura ed il confezionamento dello stupefacente.


Rilevanti i risultati conseguiti in tema di sicurezza stradale dai Comandi dell’Arma trevigiani: sei persone sono state deferite all’Autorità Giudiziaria per guida sotto l’effetto di alcool : un 42enne montebellunese sorpreso alla guida di autovettura con tasso pari a 2,30 g/l, un automobilista 44enne di origini senegalesi che risultava aver assunto sostanze alcoliche, con tasso alcolimetrico pari a 2,67 g/l, un 37enne del mottense controllato alla guida e risultato positivo all’alcoltest con tasso pari a 1,60 g/l, un 55enne di origini rumene che alla guida di bicicletta risultava aver assunto sostanze alcoliche con tasso pari a 1,73 g/l, un 26enne di origini albanesi dimorante nel coneglianese sorpreso alla guida di autovettura con tasso di 1,40 g/l ed infine un 34enne che, controllato alla guida nella periferia del Capoluogo, a richiesta della pattuglia operante si è rifiutato di sottoporsi all’alcoltest.

Tre gli automobilisti controllati dai militari dell’Arma di Conegliano (TV) che saranno segnalati all’Autorità prefettizia perché trovati in possesso di stupefacente : modiche quantità di droghe di vario tipo sono state infatti rinvenute a bordo dei veicoli controllati che comporteranno per i sanzionati anche la sospensione per 30 giorni della patente di guida.

Un automobilista 53enne è stato infine deferito in stato di libertà per porto abusivo di armi o oggetti atti a offendere poiché, controllato nel pomeriggio di ieri da una pattuglia di militari dell’Arma nel comune di Casale sul Sile (TV) è stato trovato in possesso di un pugnale della lunghezza complessiva di 25 cm, occultato nella tasca interna del giubbotto e di un modesto quantitativo di marijuana del peso di grammi 2. L’arma e lo stupefacente sono stati posti in sequestro.

Articoli correlati
MoglianoSlide-mainSpeciale 25 novembre contro la violenza sulle Donne

Continuano gli eventi a Mogliano Veneto per dire NO alla violenza in ogni sua forma

2 minuti di lettura
L’annuale Staffetta lungo il Terraglio termina quest’anno con l’inaugurazione di un’opera in memoria di tutte le vittime di violenza Nell’ambito delle molte…
AmbienteCulturaSlide-mainVenezia

Venezia e i cambiamenti climatici all'Ateneo Veneto

1 minuti di lettura
Venezia è un patrimonio tanto inestimabile quanto fragile e ha mostrato tutta la sua fragilità nel novembre 2019, quando l’acqua alta ha…
Slide-mainVeneto

Selva di Cadore, 3,1 milioni di euro per la sicurezza del territorio

2 minuti di lettura
L’Assessore al Dissesto Idrogeologico Gianpaolo Bottacin si è recato a Selva di Cadore, nel bellunese, per un sopralluogo a due cantieri curati…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio