Home / Slide-main  / Bilancio di un anno di formazione della Polizia stradale

Bilancio di un anno di formazione della Polizia stradale

La Polizia stradale da diversi anni è impegnata in numerosi progetti di educazione stradale, con l’obiettivo di informare i cittadini, soprattutto i piccoli e i giovani, dei pericoli della strada

La Polizia stradale da diversi anni è impegnata in numerosi progetti di educazione stradale, con l’obiettivo di informare i cittadini dei pericoli della strada. Lo scopo è prevenire comportamenti a rischio attraverso la conoscenza e l’interiorizzazione delle norme del Codice della Strada.

 

Il personale della sezione Polizia stradale di Venezia ha collaborato con le scuole, gli enti e le associazioni del territorio veneziano, nell’ambito di vari progetti finalizzati alla diffusione del tema della sicurezza stradale. Durante l’anno scolastico 2018/2019 ha incontrato così circa 2500 tra bambini e giovani che frequentano gli istituti scolastici di diverso grado.

 

 

Il progetto BiciScuola

Il progetto BiciScuola, nato dalla collaborazione tra la Polizia Stradale e gli organizzatori del Giro d’Italia, ha permesso agli alunni delle scuole primarie Morante di Mira e Farsetti di Santa Maria di Sala, aderenti all’iniziativa, di partecipare alle lezioni di educazione stradale sul corretto uso della bicicletta e delle regole da rispettare, tenute dai Poliziotti della Stradale di Venezia.

 

Gli interventi hanno dato la possibilità ai piccoli ciclisti di imparare attraverso appositi giochi didattici le regole basilari della strada, uno dei più apprezzati quello della identificazione di segnali alieni, creati appositamente per mettere alla prova le conoscenze acquisite.

 

Il progetto Icaro

Il progetto Icaro, giunto alla 19^ edizione, promosso dal Ministero dell’Interno in collaborazione con la Facoltà di Psicologia dell’Università La Sapienza di Roma nell’ambito delle iniziative volte alla diffusione ed al potenziamento della cultura della sicurezza stradale, ha portato all’interno delle classi delle scuole primarie Schiavinato di San Donà di Piave e Toti di Musile di Piave i tutor della Polizia Stradale che hanno curato il programma di sensibilizzazione diretto agli studenti attraverso la proiezione di video-testimonianze per i più grandi e di video-cartoon ed esercizi per i più piccoli.

 

Altri progetti

A questi progetti di valenza nazionale si sono aggiunti gli appuntamenti che in sede locale ormai si ripetono annualmente, tra i quali sono da ricordare gli interventi alle giornate della prevenzione alcologica, organizzate in collaborazione con il Servizio Educazione e Promozione della Salute dell’ULSS 13, presso gli Istituti Istruzione Superiori Statali di Dolo e Mirano, rivolti agli studenti delle classi quarte che stanno per conseguire la patente di guida. Questi incontri/dibattito hanno dato la possibilità al personale della Polizia Stradale ed agli alunni di confrontarsi su tematiche scottanti inerenti il tema della sicurezza stradale quali gli incidenti stradali a seguito di assunzione di bevande alcoliche e sostanze psicotrope. Durante l’anno scolastico hanno avuto luogo altri appuntamenti con le scuole che hanno richiesto un intervento di Educazione Stradale finalizzato a favorire comportamenti adeguati e sicuri per la strada ed in automobile, tra cui l’incontro con i bambini della scuola primaria D. Valerio di Favaro Veneto e la scuola dell’infanzia Rodari di Scorzè, i cui bambini si sono cimentati in una simulazione con le loro biciclette all’interno di un percorso predisposto in collaborazione con le insegnanti, con tanto di cartelli stradali e di poliziotti agli incroci. 

 

Il 19 novembre 2018 in occasione della Giornata nazionale in memoria delle vittime della strada, si è tenuto un incontro presso l’auditorium dell’ITCS Lazzari di Dolo durante il quale i poliziotti della Stradale ha affrontato alcuni aspetti legati alla prevenzione dei comportamenti a rischio dell’incidentalità stradale in collaborazione con il personale dei Vigili del Fuoco che ha illustrato le modalità di approccio a tali eventi sotto l’aspetto della sicurezza.

 

Inoltre, la Polizia stradale di Venezia ha tenuto diversi incontri presso enti quali Poste Italiane e ENEL per trattare il rischio “incidentalità”, sia in itinere che in servizio, e per diffondere conoscenze volte a ridurre gli infortuni del mondo del lavoro.

 

Infine da quest’anno ha preso il via una collaborazione con l’Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità (ANFFAS) per promuovere la sicurezza sulle strade.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni