MoglianoSlide-main

“Basta mozziconi a terra” Progetto Comune – Commercianti

1 minuti di lettura

Consegnati ai commercianti aderenti 23 porta mozziconi che contribuiranno a tenere pulita la città

 

Salvaguardare il decoro urbano e  migliorare la pulizia di strade e piazze cittadine. Con questo obiettivo l’Amministrazione comunale moglianese ha avviato il progetto “Basta mozziconi a terra”, coinvolgendo i commercianti.

 

L’assessorato all’ambiente ha deciso infatti di dotare la nostra città di 23  nuovi  posacenere adibiti alla raccolta di mozziconi di sigarette, da posizionare di fronte ai  negozi.

 

“Grazie a questi porta mozziconi i fumatori non avranno più alibi. Se finiscono di fumare e vogliono disfarsi della cicca, a Mogliano troveranno dove gettarla. Nonostante da oltre un anno sia in vigore una nuova legge che vieta in modo assoluto di gettare i mozziconi in terra, non tutti si sono adeguati, pur incorrendo in sanzioni piuttosto pesanti. Dobbiamo ringraziare i molti commercianti che hanno deciso di impegnarsi in prima persona in questa iniziativa di civiltà”, ha commentato l’Assessore moglianese all’ambiente Oscar Mancini, promotore dell’iniziativa.

I commercianti, il sindaco Carola Arena e l’assessore all’ambiente Oscar Mancini al momento della consegna dei porta-mozziconi

I mozziconi di sigaretta sono davvero problematici per l’igiene urbana, perché è molto difficile raccoglierli, in quanto si incastrano tra mattonelle, piastrelle, griglie, tombini o nei punti di congiunzione dell’asfalto e dei marciapiedi. Il risultato è sporcizia, degrado e otturazione delle caditoie. In Italia, valutazioni dell’ENEA stimano in 13.000 tonnellate il peso di mozziconi prodotti ogni anno.

 

Inoltre, nonostante l’aspetto insignificante, le cicche pongono seri problemi all’ambiente, con tempi di latenza in natura, prima che si completi la decomposizione, che vanno da sei mesi a una dozzina di anni. Però c’è chi sostiene addirittura che la fibra sintetica di cui il filtro è composto non sia biodegradabile, ma solo in grado di disfarsi in polvere fine, in tempi, peraltro, di circa 10-15 anni. Ma il danno ambientale è ancora più grave se si  considerano le sostanze nocive che si accumulano nei filtri delle sigarette fumate, compresi i metalli pesanti.

 

Per porre un argine a tutto ciò, il progetto prevede la consegna di un contenitore porta mozziconi in comodato d’uso gratuito ai commercianti aderenti che si sono impegnati a svuotare periodicamente il portacenere (nel secco indifferenziato) e conservarlo integro e funzionante.

Articoli correlati
Slide-mainSportVeneto

Sciabola, Alessandra Nicolai campionessa italiana U17. Fioretto e spada, bronzo per Matilde Molinari, Greta Collini e Dario Benetti

3 minuti di lettura
Si sono aperti ieri a Catania i Campionati Italiani Cadetti e Giovani con le prime tre gare dedicate alle prove di fioretto…
Slide-mainTurismoVeneto

Alto Sile by Bike: 5 Comuni insieme per promuovere il turismo e la scoperta delle bellezze naturalistiche con una biciclettata aperta a tutti

2 minuti di lettura
L’unione fa la forza…ma anche il divertimento. È questo lo spirito della prima edizione di Alto Sile by Bike in programma per…
SaluteSlide-mainVeneto

IOV mondiale: parte REGOMA2, il primo studio al mondo per attaccare e curare il glioblastoma

4 minuti di lettura
Regorafenib associato alla terapia standard. Ecco la nuova frontiera per la cura di uno dei tumori cerebrali più aggressivi. La sperimentazione, che…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!