Home / Cultura  / Ambiente  / Animali  / Arriva a Jesolo la “Fabbrica della scienza”

Arriva a Jesolo la “Fabbrica della scienza”

La mostra per famiglie con 100 divertenti postazioni interattive, per imparare da esperimenti di fisica, chimica e sui fenomeni naturali     In allestimento nella sede espositiva di Jesolo in via Aquileia 123 la mostra novità del Natale

La mostra per famiglie con 100 divertenti postazioni interattive, per imparare da esperimenti di fisica, chimica e sui fenomeni naturali

 

 

In allestimento nella sede espositiva di Jesolo in via Aquileia 123 la mostra novità del Natale jesolano, “La Fabbrica della scienza”, la più grande mostra interattiva scientifica per bambini e adulti, famiglie e scuole arriverà in esclusiva sul litorale jesolano. Sarà aperta al grande pubblicoa partire dal 26 dicembre al 1° maggio, arricchendo nel periodo iniziale l’offerta turistica invernale di Jesolo con un’esperienza alla scoperta del mondo che ci circonda e dei suoi fenomeni naturali in modo divertente e intuitivo.

 

Dopo il grande successo della mostra “Egitto, dei faraoni, uomini”, facendo arrivare al Lido di Jesolo moltissime scuole durante il periodo invernale, ancora una volta il periodo natalizio apre con l’arrivo sul litorale di una mostra unica in Italia, organizzata da Monica Montellato, titolare di Aquarium & Reptilarium, nello Spazio Aquileia di fronte al Tropicarium Park. “Stanno già lavorando a pieno ritmo ben 15 allestitori” annuncia l’imprenditrice Monica Montellato, produttrice del grande evento culturale e scientifico “in attesa delle postazioni interattive in arrivo dalla Germania, stanno predisponendo la location per i vari passaggi tecnici come assemblaggi e test di funzionamento. Siamo pronti anche con il nuovo staff di reception che dovrà far fronte al flusso di visitatori composto soprattutto da famiglie e studenti di primaria e secondaria, ma anche scuole superiori”.

 

La mostra sull’antico Egitto per Jesolo ha rappresentato un record di turismo culturale proveniente dal mondo della scuola: oltre 25.000 alunni arrivati da tutto il Triveneto, e dalle regioni confinanti, garantendo per mesi visibilità ed arrivi turistici oltre le aspettative. Ancora una volta l’intuito verso le mostre di successo ha premiato la gestione del Tropicarium Park che, per prima, aveva puntato sull’allestimento di un’esposizione dal target storico dedicata alla storia affascinante del popolo antico che abitava le sponde del fiume Nilo. Stavolta si cambia tema con un’esposizione che permetterà a chiunque di sperimentare il funzionamento di oltre 100 macchine interattive e partecipare a laboratori didattici per comprendere principi e nozioni su: corpo umano, fisica dell’acqua, regole matematiche, illusioni sensoriali, conduzione elettrica, effetti sonori e forze della natura. Esperienze che potranno essere vissute in prima persona da grandi e piccini apprendendo le importanti leggi della natura.

 

 

“Siamo felici dei recenti risultati che ci lasciano ben sperare per il futuro” commentano i coniugi Monica Montellato e Mauro Rigoni, storici gestori del Tropicarium Park “è da anni che investiamo molto nel periodo invernale, un periodo di bassa stagione nel quale riusciamo a mantenere alta l’occupazione lavorativa, ed in certi casi a crearne. Il nostro punto di forza è la possibilità di programmare eventi culturali, e di conseguenza economia per tutti grazie a questo spazio espositivo che la nostra azienda di anno in anno è riuscita a riproporre mettendo in piedi enormi campagne pubblicitarie, fidelizzando, da sola e per prima, a Jesolo nel periodo invernale, migliaia di visitatori affascinati dalle nostre mostre. Il tutto fino ad oggi in cui possiamo affermare di aver creato una nuova economia. Nonostante l’inverno per molti rappresenti un periodo di riposo, noi lo abbiamo trasformato in un periodo di grande lavoro, riuscendo ogni anno a presentare grandi eventi culturali, mostre che sanno offrire contenuti culturali di pregio che, inserite nel calendario di altre iniziative comunali del periodo natalizio, garantiscono un forte visibilità alla località turistica nel suo complesso”.

 

“Sei anni fa siamo stati i primi a credere e a investire nelle possibilità del periodo invernale”, concludono, “ci davano per matti, perché all’epoca nel periodo freddo si parlava solo di presepe, ma la nostra lungimiranza ha saputo cogliere un’importante occasione economica, e sopratutto un’irrinunciabile opportunità per la città. Ora è sempre più difficile portare a Jesolo mostre d’impatto che riescano a garantire risultati all’altezza dei precedenti: il livello espositivo raggiunto è alto, alcune volte richiede coinvolgimento di personaggi noti al grande pubblico e soprattutto costose operazioni di marketing. Forti di questa esperienza maturata e con questi propositi, abbiamo già delineato un progetto per il futuro espositivo della Città, una programmazione che riesca negli anni a garantire mostre di spessore e di grande attrazione nel periodo invernale, allungando la stagionalità di Jesolo”.

 

Per maggiori info: https://www.lafabbricadellascienza.it/didattica-scuole-la-fabbrica-della-scienza-jesolo/.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni