Slide-mainTurismoVenezia

App maggiordomo e più spazio in spiaggia: le misure anti-covid del villaggio San Francesco a Caorle

2 minuti di lettura

Finalmente la stagione estiva si sta aprendo sulle spiagge di Caorle! Il villaggio San Francesco che aprirà il 5 giugno, porterà alcune novità e misure anti-covid tra cui una App maggiordomo e più spazio in spiaggia per i suoi ospiti.

 

Le misure anti-covid

Il villaggio San Francesco di Caorle (Venezia), l’unico camping village 5 stelle di questo tratto di riviera, ha dedicato una vera e propria task-force anti-covid-19 che ha lavorato per più di 70 giorni ininterrottamente, per garantire l’apertura in totale sicurezza.

 

Come spiega Ilenia Cherubin, direttore marketing & sales di Bi-Holiday, il brand che gestisce il villaggio della famiglia Biasuzzi:

“Non credo sarà un D-Day quello dell’apertura: ci siamo preparati molto ed è tutto pronto. Per noi sarà sicuramente vacanza. E questo nonostante normative e indicazioni da parte del Governo siano arrivate molto tardi”

“Fortunatamente la Regione Veneto si sta dando da fare; anche con l’Amministrazione del Comune di CaorIe c’è un ottimo dialogo: stiamo lavorando su alcuni progetti per essere molto presenti sul territorio. Le prenotazioni ci sono e i nostri ospiti ci chiamano con assoluta consapevolezza della situazione; quello che percepiamo, e sono stata al telefono anche io con molti clienti in questi giorni, è il bisogno di normalità e di poter buttare alle spalle questo capitolo difficile”.

 

Vacanze in spiaggia 2.0

 

Alla domanda su cosa è cambiato nel villaggio, Ilenia Cherubin risponde:

“Non troppo sul fronte della vacanza: qui gli spazi sono grandi; tra le misure anti-covid abbiamo investito molto su macchinari hi-tech di ultima generazione per una sanificazione più che accurata di tutti gli spazi. In spiaggia abbiamo deciso di andare ben oltre le prescrizioni: garantiamo + 40% di spazio per ogni ombrellone rispetto ai 10 mq obbligatori. In piscina invece si devono rispettare i 7 metri in acqua e il metro e mezzo fuori. Abbiamo attivato un sistema di verifica del numero di persone presenti nelle piscine, che da noi sono 5, affinché non avvenga nessun tipo di congestione e quindi si possano agevolmente rispettare le distanze. L’animazione avrà invece un compito speciale: portare gli show, in maniera itinerante, in varie aree del villaggio: evitando assembramenti garantendo a tutti il giusto intrattenimento.

 

Inoltre la nuova app maggiordomo “Bi4You” potrà fare tutto: un vero maggiordomo digitale.

Con questa app si può ad esempio prenotare la spiaggia, il ristorante, la consegna presso il proprio villino del pranzo o della cena; ordinare la spesa al market, prenotare le medicine presso la nostra farmacia interna o chiamare il posto medico.

 

E non è tutto, Cherubin sottolinea:

“Con la app si possono prenotare anche le attività sportive: se i posti a disposizione fossero esauriti sarà possibile, in video streaming, seguire la lezione dal giardino o dalla veranda della propria unità abitativa. La app inoltre consentirà di videochiamare gli uffici.

Sfruttiamo la quinta dimensione per offrire a distanza, anche da sotto l’ombrellone, tutti quei servizi che prima comportavano l’acceso a locali chiusi o comunque dover fare coda. Dal punto di vista del distanziamento siamo tranquilli: la struttura è molto vasta, organizzata come una città. Ci sono i viali principali e poi ogni nucleo di ospiti ha la sua casetta in muratura personale, oppure la mobile home, o il camper: situazioni quindi che consentono di gestire distanze e privacy.”

 

Articoli correlati
CulturaSlide-mainSocialeSpettacoloVenezia

Concerto "Donatori di Vita" al teatro Toniolo

1 minuti di lettura
Giovedì 27 giugno, il Teatro Toniolo di Mestre ospiterà il concerto “Donatori di Vita” in occasione della Giornata Mondiale del Donatore di…
NewsSlide-mainSocialeVeneto

Baby Gang in Veneto: stretta contro i giovani fuorilegge

1 minuti di lettura
Luca Zaia affronta il crescente fenomeno delle baby gang, ribadendo l’importanza di un patto sociale forte per tutelare i giovani onesti e…
Marca TrevigianaSlide-mainSociale

L’educativa di strada per prevenire il disagio giovanile

3 minuti di lettura
L’esperienza del camper di “Sconfinamenti” tra i comuni di Treviso, Casale sul Sile, Casier e Silea Un camper tra i comuni di…