All’autonomia serve il rilancio del porto di Venezia: Zaia prenda esempio da Toti

In contemporanea con l’annuncio su Facebook del Presidente Zaia, di aver inviato al ministro per gli affari regionali la proposta di legge delega per l’autonomia del Veneto, abbiamo letto sulle agenzie l’annuncio del presidente della Liguria Toti di avvio del percorso dell’autonomia come scelta strategica sul fronte della portualità, affinché Genova diventi ‘il principale crocevia delle merci in movimento nel Mediterraneo e verso i mercati del centro e nord Europa’.

Non sembra invece che chi governa il Veneto abbia presente quanto sia altrettanto strategico restituire al porto di Venezia l’accessibilità nautica, sacrificata sull’altare della salvaguardia affidata al sistema MOSE, per cogliere la straordinaria opportunità che esso sia il punto di arrivo della via commerciale della Seta e possa competere alla pari con i porti del Nord Europa (oltre che di Atene e Instanbul). Accessibilità possibile solo con la realizzazione del VOOPS (Venice offshore onshore port system), di cui però Zaia non sembra interessarsi.

Eppure, senza difendere fermamente la centralità per tutto il Nordest del rilancio di quello che fu per secoli l’asset strategico della potenza della Serenissima, cioè il suo porto tra Europa e Oriente, neppure il valore dell’autonomia e dell’autogoverno che Zaia si accinge ad esigere potranno esprimere tutte le ricadute positive che auspichiamo per il bene dei Veneti di oggi e delle future generazioni. Rimanendo fedeli alla vocazione di Venezia, città che – riprendendo le parole rivolte nel 1198 da una delegazione di messi veneziani a Papa Innocenzo III – “non si preoccupa d’agricoltura, ma piuttosto rivolge i propri sforzi alla navigazione e ai commerci”.

(“Nostra civitas non agricolturis inservit, sed navigiis potius et mercimoniis est intenta”).

Simonetta Rubinato

Commenta la news

commenti

Ultima modifica il July 31, 2018, 5:09 pm

Redazione Il Nuovo Terraglio

Condividi
Pubblicato da
Redazione Il Nuovo Terraglio

Articoli Recenti

XXX edizione del Premio Internazionale Scarpa dedicato alla Cina

Il Comitato scientifico della Fondazione Benetton Studi Ricerche ha deciso di dedicare la 30^ edizione del Premio Internazionale Carlo Scarpa per…

33 minuti ago

Mafie a Nordest. Da infiltrazioni a radicamento

Mercoledì 27 marzo, alle 17.30, l'M9 di Mestre ospita un incontro a ingresso libero fino a esaurimento posti su un…

3 ore ago

Nuovi posti di lavoro: l’ipotesi di una Accademy dei ponteggi in Veneto

Il mercato nazionale necessita di migliaia di specializzati nei ponteggi ad alta quota che non si trovano, perché manca la formazione…

3 ore ago

Elezioni a Mogliano: è ora di cambiare!

La lista Piazza civica ci invia comunicato sul suo programma creato attorno ai cittadini e volto a far tornare Mogliano…

4 ore ago

Rimossi 300 lucchetti ai piedi del Ponte di Rialto

Continua la campagna di Insula voluta dall'amministrazione comunale a tutela del decoro urbano. Altri 300 “lucchetti dell'amore” sono stati rimossi…

4 ore ago

Suffragette: le donne che hanno cambiato il mondo

Si terrà al Cinema Dante di Mestre il 29 marzo, alle ore 10.00, la proiezione del film Suffragette - le…

6 ore ago