ArteMusicaSlide-mainVenezia

Alla chiesa della Pietà la mostra “I violini di Vivaldi e le Figlie di Choro”

1 minuti di lettura

Inaugurata ieri pomeriggio, nella chiesa della Pietà, a Venezia, la mostra “I violini di Vivaldi e le Figlie di Choro”. L’esposizione, organizzata dall’Istituto per l’infanzia “Santa Maria della Pietà” in collaborazione con la Fondazione museo del violino “Antonio Stradivari” di Cremona, vuole promuovere la figura di Antonio Vivaldi, considerato il musicista più influente e originale del periodo barocco, e la collezione di strumenti musicali ad arco conservati all’interno dell’antico Ospedale della Pietà, restituiti al pubblico dopo un luogo lavoro di conservazione e restauro. Vengono poi anche ricostruite, nel percorso espositivo, le storie delle Figlie di Choro, coriste e orchestrali protagoniste della scena musicale del diciottesimo secolo.

All’apertura della mostra, che rientra tra gli appuntamenti culturali inseriti nel calendario di Homo Faber, ha partecipato, in rappresentanza dell’Amministrazione, la presidente del Consiglio comunale veneziano. Dopo i saluti istituzionali, nel corso dell’evento odierno sono stati approfonditi gli studi condotti durante il restauro della collezione, e l’attività musicale dell’Ospedale della Pietà.

A chiudere l’inaugurazione, un’audizione, eseguita dal Maestro Alberto Martini, dell’orchestra I virtuosi italiani con il violino realizzato nel 1751 da Pietro Guarneri che ha permesso di riascoltare dal vivo la “voce” ritrovata di questo strumento, uno dei pezzi pregiati della collezione, considerato un capolavoro dell’arte liutaia, conservato nel percorso museale.

Fondato nel 1346, l’Ospedale della Pietà era un luogo di assistenza per l’infanzia abbandonata, ma anche un conservatorio nel quale le giovani orfane venivano avviate alla musica.  Vivaldì lavorò all’interno della struttura dal 1703 al 1740, come Maestro di violino e concerti. Durante quel periodo si occupò personalmente di scegliere e acquistare gli strumenti musicali e l’Ospedale ne comprò oltre cinquanta, la maggior parte dei quali fa ancora parte dell’attuale collezione. 

La mostra potrà essere visitata liberamente, previa prenotazione. 

Articoli correlati
AnimaliSlide-main

8 agosto, Giornata Internazionale del Gatto (perché una non basta)

1 minuti di lettura
Sono al primo posto nella classifica degli animali da compagnia. Nel mondo vivono circa 650 milioni di gatti, tra randagi, domestici e…
Slide-mainTutela Consumatori

Cancellato volo Ryanair Verona-Brindisi, ai passeggeri rimborsi di 250 euro

1 minuti di lettura
Mattina da dimenticare per moltissimi passeggeri Ryanair alle prese con la cancellazione improvvisa da parte della compagnia aerea. Il volo Verona-Brindisi, infatti,…
Slide-mainTrevisoTutela del CittadinoVeneto

Carabinieri, un fermo e due arresti nel coneglianese

1 minuti di lettura
Intervento in flagranza di reato operato nella nottata appena trascorsa dai Carabinieri della Compagnia di Conegliano (TV) che hanno arrestato per tentato…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!