Italia MondoSlide-mainSportVeneto

Collare d’Oro. Alla Canottieri Padova la massima onorificenza dello sport italiano

2 minuti di lettura

Sei atleti a Tokyo 2020. La Società sportiva civile a scopo dilettantistico con più atleti convocati in Italia. Non bastasse, è l’unica ad avere 112 anni di vita.

La Canottieri Padova porta questo nome dal 1925. Prima si chiamava Canottieri Patavium e prima ancora Rari Nantes Canottaggio. La scarsità di notizie storiche attendibili non consente di sapere con esattezza come andarono le cose, tuttavia un fatto è certo: il 28 Maggio 1909, alcuni soci della Rari Nantes Patavium, trascinati dall’entusiasmo del Cav. Siro Braghetta, fondarono una nuova Società, completamente autonoma sul piano economico e totalmente indipendente dal punto di vista logistico, e la chiamarono Rari Nantes Canottaggio. Il Consiglio Direttivo, presieduto dal prof. Dott. Francesco Pancrazio, diede subito prova di grande efficienza. Infatti, in breve tempo costruì la prima sede di Via Goito e portò al successo gli uomini della veneta a quattro. Burlini, Fasoli, Fumagaii e Milani, vincendo la Coppa Verbano nel 1910, consegnarono alla Canottieri il primo trofeo della sua lunga storia”, spiega la società nel suo sito.

Una storia scritta anche dai successi dei suoi atleti, a partire dal plurimedagliato Rossano Galtarossa, medaglia d’oro olimpica nel canottaggio a Sydney 2000, medaglia di bronzo olimpica sia a Barcellona 1992 sia ad Atene 2004 e medaglia d’argento olimpica a Pechino 2008. Carlotta Baratto, prima campionessa mondiale nella storia del canottaggio femminile italiano nel 2003 e ancora Luca Beccaro, campione mondiale junior di canoa nel 2015, Andrea Facchin, medaglia di bronzo olimpica nella canoa a Pechino 2008, Piero Carletto, campione europeo di canottaggio nel 1985 e Asia Maregotto, campionessa del mondo di canottaggio under23 nella specialità del quattro di coppia.

Lunedì 14 novembre, la Canottieri Padova ha un appuntamento nientemeno che con le stelle dello sport. Nella palestra monumentale di Palazzo H all’interno dell’Università degli Studi del Foro Italico, alle 11.00 si svolgerà l’annuale cerimonia di consegna dei Collari d’Oro, massima onorificenza dello sport italiano.

All’evento parteciperà il Ministro per lo Sport e i Giovani, Andrea Abodi, che consegnerà i Collari agli insigniti. Sul palco con lui ci saranno il Presidente del CONI, Giovanni Malagò e il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli. Anche in questa occasione, come già accaduto negli scorsi anni, oltre ai campioni mondiali delle discipline olimpiche e paralimpiche, saranno insigniti con il prestigioso riconoscimento le atlete e gli atleti che si sono fregiati del titolo iridato nel 2022.

Tra le personalità premiate ci saranno Stefano Domenicali, i presidenti federali Luciano Rossi, Ugo Claudio Matteoli, Antonio Urso e il presidente mondiale dei medici sportivi, Fabio Pigozzi.

Insieme alla società patavina, a ritirare il prestigioso riconoscimento saranno anche società ultracentenarie Assi Giglio Rosso di Firenze, la Cremonese calcio, la Ginnastica Pro Patria Bustese e l’Automobil Club Milano.

Articoli correlati
Italia MondoNewsSlide-mainSport

Le nobili decadute del calcio mondiale

2 minuti di lettura
Belgio, Germania, Uruguay e Serbia. Quattro esclusioni eccellenti. I verdetti dei gironi in questi campionati Mondiali di calcio ci hanno regalato delle…
CulturaSlide-mainSocialeVenezia

Nasce a Dolo la biblioteca inclusiva, prima esperienza a livello regionale

2 minuti di lettura
In occasione della Giornata Internazionale deIle Persone con Disabilità istituita ufficialmente dall’ONU nel 1992 e celebrata ogni anno il 3 dicembre, è…
LavoroSlide-mainSociale

Giornata internazionale delle persone con disabilità: con la macchina a trazione elettrica di CREA e Inail l’agricoltura è accessibile

2 minuti di lettura
Il progetto di ricerca del prototipo Libera 2 è nato con l’obiettivo di permettere anche a chi non può usare gli arti inferiori…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio