Home / Cronaca di Mogliano  / Al Teatro Busan di Mogliano Veneto va in scena Borsellino

Al Teatro Busan di Mogliano Veneto va in scena Borsellino

Venerdì 4 maggio alle ore 21.00 al Teatro Busan di Mogliano Veneto va in scena Borsellino, secondo spettacolo di Casi di cronaca, l’appendice della Stagione di Prosa 2017-2018 composta da una trilogia di spettacoli dedicati al teatro

Venerdì 4 maggio alle ore 21.00 al Teatro Busan di Mogliano Veneto va in scena Borsellino, secondo spettacolo di Casi di cronaca, l’appendice della Stagione di Prosa 2017-2018 composta da una trilogia di spettacoli dedicati al teatro d’impegno civile che porta sul palco storie di attualità politica e fatti di cronaca.

 

Borsellino, prodotto da Teatro Bresci, è un testo scritto e interpretato da Giacomo Rossetto, vincitore del “Premio Grotte della Gurfa per il Teatro d’impegno civile” promosso dall’Assemblea Regionale Siciliana, incentrato sulla figura del giudice Paolo Borsellino, assassinato da Cosa Nostra assieme a cinque agenti della sua scorta, uno dei personaggi più importanti e prestigiosi nella lotta contro la mafia insieme al collega e amico Giovanni Falcone.

Sono passati 25 anni da quel maledetto 19 luglio, giorno della strage di via d’Amelio. Con lo spettacolo si vuole raccontare la vita del magistrato Borsellino attraverso la descrizione dell’uomo Paolo, un uomo tutto d’un pezzo, un uomo che non accetta compromessi, un uomo dal forte rigore morale, un uomo semplice diventato eroe, il cui lavoro però non è ancora finito. Si parla di Palermo, dell’Italia, del maxiprocesso, del pool antimafia, degli omicidi, dei pentiti. Dopo la morte dell’amico fraterno e collega Giovanni Falcone, il coraggio è ciò che spinge, nonostante la paura, il giudice Paolo Borsellino a compiere fino in fondo il proprio dovere. Di magistrato e di uomo, perché pubblico e privato si contaminano sempre nella sua vita: i pensieri del giudice si rispecchiano in quelli dell’uomo e viceversa. È una storia di parole, fatti, speranze, delusioni, numeri. Numeri che raccontano i kg di tritolo. Numeri che raccontano i mafiosi condannati. Numeri che raccontano gli amici persi. Numeri che sono grandi o piccoli, ma sempre importanti. È una storia fatta di parole e suoni, musiche e canzoni. Per continuare a lottare.

 

L’appendice Casi di cronaca è stata voluta dal Teatro Busan come riconoscimento alla grande partecipazione e al calore con cui il pubblico di Mogliano ha accolto l’offerta teatrale dei venerdì sera, facendo registrare il tutto esaurito in molte occasioni. Dopo Borsellino, il 9 maggio – eccezionalmente di mercoledì – Giancarlo Previati, Francesco Wolf e Margherita Mannino portano sulla scena il sequestro e l’assassinio di Aldo Moro con Dal buio un grido (Aldo Moro come Antigone).

BIGLIETTI:

€16,00 unico

ACQUISTO E PREVENDITE:

Biglietteria Cinema Teatro Busan

via Don Bosco 41, Mogliano Veneto (TV)

lunedì 9.30 – 12.30 e 17.00 – 19.00; giovedì e venerdì 17.00 – 19.00

e 30 minuti prima di ogni proiezione cinematografica

INFORMAZIONI:

+39 041 5905024 | +39 334 1658994 | gestione.busan@gmail.com

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!