Home / Slide-main  / Al Bentegodi, Venezia beffato al 93’. Finisce 1-1 il derby veneto fra Chievo e Venezia

Al Bentegodi, Venezia beffato al 93’. Finisce 1-1 il derby veneto fra Chievo e Venezia

Al Bentegodi, Venezia beffato al 93’. Finisce 1-1 il derby veneto fra Chievo e Venezia Nella sedicesima giornata del Campionato di Serie BKT, il Venezia è ospite del Chievo al Marcantonio Bentegodi di Verona, per il

Al Bentegodi, Venezia beffato al 93’. Finisce 1-1 il derby veneto fra Chievo e Venezia

Nella sedicesima giornata del Campionato di Serie BKT, il Venezia è ospite del Chievo al Marcantonio Bentegodi di Verona, per il derby veneto in occasione dell’ultimo match del 2020.
Gli scaligeri che provengono da tre pareggi consecutivi ed una partita in meno con il Cittadella, cercano l’aggancio proprio agli arancioneroverdi. I leoni, in affanno in questa fase del campionato, hanno rimediato due soli punti nelle ultime tre partite.
Mister Zanetti che recupera capitan Modolo, prova a cambiare modulo passando al 4-3-3: In difesa Modolo al centro con Ferrarini titolare dal primo minuto sull’out di destra. In mediana, Vacca in cabina di regia, Capello scalato sulla fascia di sinistra e Crnigoj sulla fascia destra, in avanti il tridente Johnsen – Forte – Di Mariano.
Mister Aglietti schiera il 4-4-2: In difesa preferito Gigliotti al posto del titolare Rigione, in mediana Garritano sulla fascia di sinistra e Ciciretti su quella di destra. In avanti il tandem Fabbro-Djordjevic.
In campo è subito il Venezia a partire bene ed al 10’ segna il goal del momentaneo vantaggio: Ferrarini passa sulla fascia lasciata scoperta da Leverbe, diagonale per Forte che aggancia perfettamente, tiro, palo-goal.
Al 37’ capitan Modolo è costretto ad uscire dal campo per una sospetta distorsione alla caviglia. Al suo posto Svoboda.
Al 38’ i gialloblù si fanno pericolosi da calcio piazzato: Punizione di Ciciretti, Lezzerini fermo, la palla esce di pochissimo a lato. Nella ripartenza sono gli arancioneroverdi a farsi nuovamente pericolosi con Johnsen, scavetto riuscito su Semper, ma la palla esce di pochissimo a lato.
L’arbitro Irrati termina la prima frazione concedendo tre minuti di recupero.
I leoni hanno disputato un gran primo tempo, molto tattico, premiato con lo splendido goal di Forte, a conclusione di un’azione ben elaborata.
Nella ripresa, il Chievo si presenta con un nuovo tandem d’attacco: fuori Djordjevic e Fabbro, dentro Margiotta e D’Amico.
A sorpresa, Zanetti lascia negli spogliatoi Vacca che fin qui ha disputato un’eccellente partita ed inserisce Fiordilino.
Al 50’ sono ancora i lagunari a farsi pericolosi con Johnsen prima, che impegna Semper, e con Forte poi, con un tap-in che l’attento Semper riesce a recuperare.
Il Venezia continua a tenere ben saldo il pallino del gioco, non riuscendo però a concretizzare.
Al 75’ sono i gialloblu a farsi pericolosi: Margiotta riceve un lancio lungo e al volo di sinistro impegna Lezzerini che si distente e riesce a respingere.
I padroni di casa riescono a riagguantare il pareggio al terzo minuto di recupero: calcio d’angolo, Garritano la allunga sul secondo palo, interviene Gigliotti in mischia che fredda Lezzerini, 1-1.
Gli arancioneroverdi provano a riversarsi subito in avanti ma non c’è più tempo.
Dopo il quinto minuto di recupero il triplice fischio di Irrati mette fine alla partita con il risultato di Chievo-Venezia 1-1.
Grandissima amarezza per i leoni, che dopo aver mancato più volte l’occasione del raddoppio si fanno raggiungere a tempo scaduto.
Nella prima partita del 2021, lunedì 4 gennaio, gli arancioneroverdi ospiteranno al Penzo il Pisa, mentre i gialloblù giocheranno in trasferta con la Cremonese.
Photocredits: Facebook @veneziafc

Questo giornale è gratuito ma, se vuoi, puoi sostenerlo donando un piccolo contributo di 1 euro al mese, impostando un pagamento periodico a questo link.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni