Costume&SocietàCultura

Ad ognuna il suo mascara

1 minuti di lettura

Prodotto immancabile nel beauty di qualsiasi donna, il mascara rappresenta un prezioso alleato di bellezza per dare risalto allo guardo ed aumentare volume e lunghezza delle ciglia.

 

Il primo mascara fu lanciato sul mercato all’inizio del Novecento dai figli del profumiere francese Eugène Rimmel, tant’è che la parola “rimmel” divenne appunto sinonimo di “mascara” in diversi paesi. Dapprima sotto forma di panetto (ottenuto con una miscela di vaselina e polvere di carbone) da applicare sulle ciglia con una spazzolina bagnata, il mascara in tubetto comparve alla fine degli anni ’50.

 

Oggi oltre il 46% del mercato del make-up occhi è rappresentato dal mascara, e grazie all’influenza delle celebrities, che amano sfoggiare ciglia lunghe e folte, le aziende sono spinte a produrre formule sempre più performanti.

 

Poiché è molto difficile ottenere più di un effetto dallo stesso mascara (spessore, definizione e allungamento) e se ciò viene promesso solitamente una caratteristica va a scapito dell’altra,  vi consiglio di acquistarne uno specifico per la vostra esigenza principale.

 

Se le vostre ciglia appaiono corte e desiderate ottenere uno sguardo  seducente, vi consiglio di utilizzare un mascara dall’applicatore a pettinino: vi permetterà di stendere il prodotto fino alla fine e separarle perfettamente e senza grumi, ottenendo un effetto allungante.

 

Se invece il vostro problema non è la lunghezza ma le ciglia risultano sottili o rade, puntate su un mascara volumizzante: con il suo scovolino tondo e con setole fitte creerete uno strato che darà corposità e spessore.

Desiderate accentuare l’incurvatura delle vostre ciglia senza usare necessariamente l’apposito attrezzo piega-ciglia? Optate per un mascara con scovolino sottile e curvo, ricordando che la curva va rivolta verso l’alto e che il prodotto deve essere steso partendo dalle radici con un movimento a zig zag.

In commercio esistono anche mascara con fibre sintetiche (o vegetali) che aderendo e fissandosi alle ciglia, ne aumentano otticamente lunghezza e spessore, agendo come estension.

 

Per quanto riguarda il mascara water-proof, vi suggerisco di usarlo solo in occasioni speciali e se strettamente necessario: la rimozione infatti non è semplice nemmeno con struccanti specifici e il rischio è di stressare e indebolire le ciglia.

 

Per concludere, qualunque sia la vostra scelta in termini di make-up, vorrei condividere con voi un ultimo, ma non meno prezioso consiglio, citando  Marilyn Monroe:

“Trovate qualcuno che vi rovini il rossetto, non il mascara”.

 

Nicoletta Bon

Articoli correlati
AnimaliCostume&SocietàSlide-mainTutela del Cittadino

Vita da gatti, in condominio

2 minuti di lettura
Custodire i propri animali in sicurezza, per loro stessi e per gli altri, è un dovere sancito dall’articolo 672 del Codice Penale…
Arte, Cultura, Storia e ArcheologiaCulturaVille Venete

Villa Guidini, il grande splendore settecentesco

2 minuti di lettura
Nella suggestiva campagna zerotina si erge, piena di fascino e storia, la costruzione voluta alla fine del Seicento dalla famiglia Dente, oggi…
CulturaItaliaSlide-main

Treviso papabile Capitale italiana della Cultura 2026

1 minuti di lettura
Audizioni a Roma, nei giorni del 4 e 5 marzo 2024, per i 10 progetti finalisti per la designazione della Capitale italiana…