ArteItalia MondoLe eccellenze Le AssociazioniSlide-mainVenezia

Accordo Santa Sofia di Kiev – Venetian Cluster. L’Italia presente per la conservazione e la futura ricostruzione

1 minuti di lettura

Nuovo accordo con le istituzioni culturali ucraine per Venetian Cluster, che a seguito delle intense attività di sostegno al sito Unesco di Lavra nella città di Kiev, all’interno del progetto promosso da HOPE Ukraine, sigla oggi un ulteriore accordo di collaborazione e mutuo coinvolgimento con il sito storico di Santa Sofia di Kiev, custode dei mosaici dorati fra le più pregevoli espressioni dell’arte Ucraina.  

A 5 mesi dall’inizio della guerra russo-ucraina purtroppo non possiamo ancora dire di essere arrivati alla fine del conflitto. Questa guerra che non ha risparmiato civili e indifesi, non ha certamente preservato il patrimonio culturale e i beni storico-artistici dagli scontri.

Ma preservare tali beni vuol dire anche preservare la storia e la cultura del popolo ucraino per questo Venetian Cluster e HOPE Ukraine hanno voluto sostenere i siti UNESCO di Kyiv-Pechersk Lavra e Santa Sofia affinché le future generazioni possano ancora godere della bellezza espressa dai loro predecessori. Attraverso l’invio di 5 generatori di elettricità arrivati lo scorso 20 giugno e la condivisione di competenze e know-how è stato possibile aiutare i tecnici dei due siti UNESCO nell’attuazione delle misure di conservazione dei beni e delle opere.

Ad ulteriore valorizzazione e assunzione d’impegno da parte di Venetian Cluster e HOPE Ukraine e di gratitudine di del sito di Santa Sofia è stato siglato il 20 luglio 2022 un nuovo accordo di supporto, coinvolgimento e mutua collaborazione nelle iniziative tra la “National Conservation Area “St. Sophia of Kyiv” nella persona della direttrice generale Nelia KUKOVALSKA, Venetian Cluster – a firma del direttore Sergio Calò e HOPE Ukraine con il Console Marco Toson.

Con questo atto formale che segue una storia di consolidati rapporti tra Venetian Cluster e i siti UNESCO Ucraini – 3 missioni commerciali e formative dal 2015 al 2021 e la pubblicazione di uno studio a cura di Sergio Calò sul restauro dei materiali lapidei sui siti ucraini (settembre 2016, Kiev) – si saldano i rapporti fra le organizzazioni e fra gli Stati che saranno sicuri protagonisti della ricostruzione e del restauro del patrimonio in un, speriamo prossimo, tempo di pace.

Articoli correlati
AnimaliSlide-main

8 agosto, Giornata Internazionale del Gatto (perché una non basta)

1 minuti di lettura
Sono al primo posto nella classifica degli animali da compagnia. Nel mondo vivono circa 650 milioni di gatti, tra randagi, domestici e…
Slide-mainTutela Consumatori

Cancellato volo Ryanair Verona-Brindisi, ai passeggeri rimborsi di 250 euro

1 minuti di lettura
Mattina da dimenticare per moltissimi passeggeri Ryanair alle prese con la cancellazione improvvisa da parte della compagnia aerea. Il volo Verona-Brindisi, infatti,…
Slide-mainTrevisoTutela del CittadinoVeneto

Carabinieri, un fermo e due arresti nel coneglianese

1 minuti di lettura
Intervento in flagranza di reato operato nella nottata appena trascorsa dai Carabinieri della Compagnia di Conegliano (TV) che hanno arrestato per tentato…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!