AmbienteMondoNaturaSlide-mainViaggi

5 luoghi dove vivere esperienze rigeneranti nella natura in Giappone

3 minuti di lettura

Il Giappone propone 5 esperienze differenti per scoprire alcuni suoi angoli inediti, dove la natura è la protagonista indiscussa.

Il Giappone non è solo la patria della tecnologia, del Sushi, dei Manga e degli Anime. Un aspetto fondamentale nella vita del popolo del Sol Levante è dato sicuramente dal loro rapporto con la natura.

Anche in una delle Metropoli più grandi del mondo come Tokyo, è possibile trovare un’infinità di parchi e luoghi in cui poter stare a diretto contatto con la natura. Il desiderio di vivere esperienze all’aria aperta, già insito nella cultura giapponese, è sempre più diffuso soprattutto in quei luoghi dove la frenesia, il traffico, l’inquinamento acustico e la folla regnano sovrani. Ecco quindi che il richiamo di ritmi più lenti, lo sciabordio degli specchi d’acqua, il canto degli uccelli e delle diverse specie di animali diventa vitale.

Il Giappone è costellato da paesaggi naturali da cartolina e ricchi di fascino, regalando ai viaggiatori un ampio ventaglio di possibilità per scoprire la sua biodiversità e gli angoli più nascosti.

Dal glamping, binomio perfetto che combina atmosfere glamour e immersione nella natura, all’esperienza sensoriale totalizzante del forest bathing (Shinrin-yoku), al percorrere a piedi suggestivi sentieri, fino ad andare in esplorazione del Paese su due ruote o in kayak.

Ecco cinque luoghi da non perdere dove vivere avventure all’aria aperta.

Glamping a Motegi, per un’immersione nella natura senza compromessi

Il glamping, tipologia di vacanza in voga e presente anche in Giappone, permette ai viaggiatori di non dover rinunciare alla comodità, a un materasso soffice su cui riposarsi dopo una giornata alla scoperta dei dintorni, e, allo stesso tempo, di essere un tutt’uno con la natura circostante.

Indirizzo perfetto per vivere quest’esperienza è Motegi, cittadina a due ore da Tokyo. Questo luogo saprà conquistare i viaggiatori con i suoi fitti boschi in cui perdersi, le terrazze di riso – quelle di Irigo Ishibatake – da ammirare nella loro maestosità, il fiume Nakagawa da ascoltare in tutto relax. In tende dalle dimensioni generose e completamente attrezzate, ci si può riposare dopo una giornata trascorsa alla scoperta dei suggestivi dintorni. La struttura offre inoltre la possibilità di approfondire la conoscenza di pianeti, galassie e costellazioni, organizzando appuntamenti serali e gite in notturna per ammirare la volta celeste.

Forest Bathing, Kumano Kodo per nutrire l’anima e rigenerare il corpo

Il Giappone è la Patria del shinrin-yoku, conosciuto in occidente come Forest Bathing. I suoni dell’ambiente circostante, le delicate tinte dei fiori, il tocco delle mani sulla corteccia degli alberi, sono suggestioni che mettono in sintonia con la natura e aiutano a recuperare l’armonia con sé stessi. Un vero e proprio antidoto alla frenesia urbana che migliora il sonno, l’umore e la concentrazione; inoltre diminuisce stress, ansia e pressione sanguigna.

Oasi di pace dove riconnettersi con la natura e stupirsi di fronte a tanta meraviglia e perfezione sono i Kumano Kodo, intreccio di antiche vie nel verde dei boschi del Parco Nazionale di Yoshino-Kumano, nella regione del Kansai. Qui i viaggiatori possono immaginare di seguire le orme dei pellegrini che, secoli prima, hanno percorso questi sentieri. Tra alberi maestosi, aria fresca e un’atmosfera mistica, si rimane incantati dal suono tonante dell’acqua delle cascate di Nachi che regala un’autentica esperienza spirituale.

Su due ruote lungo la ciclovia Shimanami Kaido

Viaggiare su due ruote, con il vento che accarezza la pelle e il paesaggio che scorre lento davanti ai propri occhi, ha il profumo della libertà. Lontano dai consueti tragitti, si possono scoprire scorci nascosti percorrendo la ciclovia Shimanami Kaido che collega Onomichi con Imabari. Per 70 chilometri la meraviglia e lo stupore dominano ogni emozione: dalla vista impareggiabile del Mare Interno di Seto al verde smeraldo della flora che popola le isole che si attraversano.

A piedi esplorando il Parco Minoo

Ultimo luogo da cartolina da scoprire, rigorosamente a piedi, è il Parco Minoo, nei pressi di Osaka. In una cornice fiabesca di alberi dalle fronde rigogliose e cascate dall’acqua cristallina i viaggiatori possono respirare aria fresca e godersi l’incanto della sua flora e fauna. Da provare assolutamente il momiji tempura, snack ideale per affrontare l’escursione, nonché una rara occasione per assaggiare una foglia d’acero fritta.

In kayak pagaiando sul lago Shizenko

Un’altra esperienza per un’immersione rigenerante nella natura è avventurarsi in kayak lungo le acque limpide dei laghi giapponesi. L’affascinante lago Shizenko, nella prefettura di Nagano, è uno degli specchi d’acqua del Paese dove poter mettere alla prova la propria resistenza fisica pagaiandoQui si rimane stupiti davanti a una straordinaria opera della natura: una schiera di tronchi d’albero si innalzano dal fondale come fantasmi, per metà sommersi dalle acque del lago, formatosi nel 1984 in seguito ad un sisma.

Articoli correlati
Le eccellenzeMarca TrevigianaSlide-mainTurismo

L'eccellenza al femminile: la storia di Dal Din, un viaggio tra terroir e passione

3 minuti di lettura
Il cuore delle colline di Valdobbiadene, culla del vino di qualità, custodisce una storia che merita di essere conosciuta: è la storia…
ItaliaSlide-main

Giorgia Meloni: nuova direzione del Governo sulla sfida demografica

2 minuti di lettura
Il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni e il Ministro per la Famiglia Eugenia Roccella hanno ribadito l’impegno del governo italiano nel contrastare…
Marca TrevigianaSlide-mainSPECIALE ELEZIONI 2024Treviso

Esplosione centrale idroelettrica a Bargi: recuperati i corpi di due dispersi

1 minuti di lettura
I Vigili del Fuoco hanno recuperato i corpi di due persone dopo l’esplosione alla centrale idroelettrica di Bargi, portando il bilancio delle…