Turismo

5 buoni motivi per un Ferragosto a Portorose

4 minuti di lettura

Tra atmosfere pop e relax totale, Portorose è la meta giusta per il prossimo agosto

SLOVENIA – Se per Ferragosto siamo sempre tutti in cerca di un’esperienza un po’ fuori dall’ordinario, Portorose, piccolo gioiello sloveno a meno di mezz’ora da Trieste, tra atmosfere pop e relax totale sembra essere la meta giusta. Uno dei buoni motivi per sceglierla è il concerto dei The Kolors, parte della rassegna estiva de “Le notti di Portorose”. Ma andiamo per ordine e vediamo altri 5 buoni motivi per trascorrerci, questa estate, almeno un weekend.


1)    “Notti di Portorose” e serata di Ferragosto in musica con The Kolors

Stash e compagni, con tormentoni come ItalodiscoUn ragazzo e una ragazza e la più recente Karrma riescono a tenere insieme bambini, ragazzi e adulti. Tuttavia, il weekend musicale di Portorose non avrà solo i The Kolors: il concerto è parte del cartellone “Le notti di Portorose” e la serata del 15 agosto vedrà sul palco anche Boom e Secret Disco, maghi della consolle che in perfetta tradizione ferragostana faranno ballare tutti fino a tardi. E anche venerdì 16 il palcoscenico vista mare del Parco Sportivo di Portorose si riempirà ancora di musica con il rock dei Big Foot Mama e l’energia dei The Hornets.


2)    Enogastronomia e ospitalità all’insegna dell’eccellenza

Il weekend di Ferragosto è da sempre legato anche al cibo e la costa slovena è un’autentica miniera di tesori: olio d’oliva profumato e ricco di sapore, ortaggi e frutta coltivati da aziende biologiche locali, formaggi di piccoli allevamenti, tartufi e, naturalmente, pesce freschissimo. Tutto viene perfettamente interpretato dalla ristorazione del territorio che spazia dalle trattorie veraci, come Na Burji, con i piatti della tradizione di Oriella Medoš, alfine dininig stellato di COB (che sta per Cooking Out of the Box), in posizione panoramica a Portorose, con vista sulla baia di Pirano, dove il giovane chef Filip Matjaž crea percorsi di degustazione che sono veri e proprio viaggi all’insegna delle emozioni di gusto.


3)    Mare da sogno e serate con cocktail d’autore

Il mare di Portorose, Bandiera Blu per la 27ª volta, invita a lunghe nuotate o a momenti di puro relax. Le sue spiagge non sono solo belle, ma ben curate e accoglienti, ideali anche per chi ha bambini piccoli al seguito.

E per chi cerca un angolo di tranquillità tutto per sé, si può approfittare di luoghi un po’ più selvaggi, come il tratto di costa del Parco Naturale di Strugnano, che ha insenature incantevoli come Masečv Zaliv – Baia della luna, ai piedi delle falesie che caratterizzano tutta quest’area naturalistica, in cui rilassarsi tra il canto delle cicale e il rollio delle onde.

Il mare di Portorose è bello anche di sera, per un aperitivo o una cena con vista sul blu. Con una vista spettacolare sulle luci e le vele del porto turistico, il nuovo Beach Bar Wakanda è il luogo ideale per gustare un cocktail al tramonto. Se, invece, si desidera uno sfondo un po’ fiabesco, l’ideale è la vicina Pirano, raggiungibile da Portorose con una breve passeggiata sul lungomare. Il centro storico è un reticolo di vicoli caratterizzati dall’inconfondibile stile della Serenissima di cui Pirano faceva parte e il dehors del bar del suo antico teatro o terrazze come quella dell’Hotel Piran sono ideali per un brindisi davanti al mare, scoprendo le eccellenze dei vini locali o i nuovi abbinamenti della mixology art.


5)    Benessere al naturale: La Spa Lepa Vida e gli elementi vitali delle saline

Portorose è una meta speciale per tutti i motivi fin qui espressi, e anche perché la sua offerta benessere è tra le più complete d’Europa. Vanta infatti una tradizione centenaria grazie alle sostanze benefiche presenti nelle sue saline, note già nel XIII secolo ai monaci Benedettini che avevano un convento in questa zona. Gli hotel offrono piscine all’aperto di acqua di mare per sfruttare i benefici talassoterapici e trattamenti con fanghi e acqua madre delle saline, le Terme Portorož, oltre a un grande parco saune e a programmi mirati di trattamenti, offrono la vasca chiamata Mare Primordiale, che attinge a una sorgente sotterranea antichissima e ricca di minerali che fanno bene alla pelle e a tutto il corpo.

Fiore all’occhiello dei mesi estivi e letteralmente unica, nel cuore del Parco Naturale delle Saline di Sicciole, la Spa Lepa Vida è un’oasi di benessere. I trattamenti a base di acqua madre e fanghi, raccolti proprio dove si formano, sono rinomati per le loro numerose proprietà terapeutiche. Plus davvero notevole, la struttura, realizzata in legno chiaro e decorata con teli di lino, che offre un’ambientazione raffinata dove rigenerarsi immersi nella natura, lontani da tutto e da tutti, anche se a un passo dalla vivacità del centro di Portorose.


4)    Trekking con vista e scoperte da fare in bici

E per chi vuole fare un po’ attività, il parco di Strugnano non è solo un tesoro per il mare: le sue falesie di flysch – con i loro 80 metri sono le più alte dell’Adriatico orientale – offrono sentieri spettacolari con viste mozzafiato sulla Baia della luna e sulle Alpi. Qui, i percorsi di trekking non sono solo un’opportunità per fare esercizio, ma un vero e proprio viaggio tra la natura incontaminata e colpi d’occhio che incantano.

Chi, invece, preferisce la bici, può puntare verso un’altra area protetta: il Parco naturale della Saline di Sicciole, museo a cielo aperto – che rende anche omaggio all’antica arte della raccolta del sale completamente naturale che viene ancora praticata come 700 anni fa – e zona umida più estesa di tutto il litorale sloveno, preziosa per la biodiversità. È attraversata da percorsi da seguire in bicicletta, collegati anche alla famosa via ciclo-pedonale Parenzana (le bici sono messe a disposizione gratuitamente da quasi tutti gli hotel).

Poiché a Ferragosto uno degli incubi sono le code nel traffico, che spesso eliminano in poche ore gli effetti benefici di riposo e divertimento, la costa slovena è perfetta per evitarle. Molto interessanti sono le escursioni guidate, organizzate localmente sia con la bicicletta classica che con quella elettrica.

Con il suo mare limpido, i sentieri panoramici, l’ottima cucina e la possibilità di rigenerarsi con un po’ di benessere tutto naturale, Portorose offre un mix perfetto di relax, avventura e divertimento. Per tutti i gusti e tutte le età

Crediti fotografici: ©Jaka Ivančič

Articoli correlati
Marca TrevigianaSlide-mainTempo liberoTurismo

Due nuovi percorsi turistici alla scoperta di Villorba

2 minuti di lettura
Assaporando Villorba tra vino, radicchio, ville venete e antiche osterie VILLORBA (TV) – Il Distretto del Commercio di Villorba “Qualitas Vitae”, nell’ambito…
Tempo liberoTrevisoTurismoViaggi

Villa Barbarich: un'affascinante dimora storica del '500

2 minuti di lettura
La magia e l’eleganza di Villa Barbarich, una perla nascosta del Veneto MARZENEGO (TV) – Situata sulle pittoresche sponde del fiume Marzenego,…
MotoriTurismo

Mercato auto: la richiesta di noleggi a lungo termine cresce anche per l'usato

2 minuti di lettura
La crescita dei prezzi delle auto e dei costi di gestione dei veicoli sta spingendo molti italiani a preferire il noleggio a…